Provincia_Ancona.jpg

Login

Chi è online

 219 visitatori e 1 utente online

Utenti registrati Online

Lista utenti registrati on-line
Home Centro Cultura Popolare
Centro Cultura Popolare
Santo del giorno 16 giugno San Quirico martire PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2023 00:00

Santo del giorno 16 giugno San Quirico martireDurante la persecuzione di Diocleziano ad Iconio, città della Licaonia (regione dell'attuale Turchia) si trovava Giulitta, donna ricchissima e d'alto lignaggio, la quale era rimasta vedova con un figlio in tenera età battezzato con il nome Quirico. Lasciata la città e i suoi averi, per sfuggire alla feroce persecuzione, scese con le sue ancelle verso la Seleucia. Ritenne però prudente proseguire per Tarso, nella Cilicia, dove fu raggiunta e fatta arrestare col suo bambino dal crudele governatore romano Alessandro, con l'accusa di essere cristiana. Sottoposta a lunghi interrogatori al fine di farla abiurare, rifiutandosi di sacrificare agli dei, confessò con fermezza di essere cristiana. Intanto il governatore Alessandro, che aveva tolto il fanciullo alla madre, lo teneva, quale estremo strumento di persuasione, sulle sue ginocchia. Ma il fanciullo, vedendo torturare sua madre cominciò a piangere e a gridare e,

 
Ostra Vetere: Mensilario dell’accettazione delle Suore per la gestione dell’Ospedale “Antonio Canova” di Ostra Vetere il 15 aprile 1913 PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 18:42

Ostra Vetere: Mensilario dell’accettazione delle Suore per la gestione dell’Ospedale “Antonio Canova” di Ostra Vetere il 15 aprile 19131913 – In risposta alla lettera del Presidente della locale Congregazione di Carità del precedente 10 aprile 1913 con la quale si chiedeva all'Ordine delle suore di assumere la gestione, dopo quelle dell’Asilo e della Scuola Femminile, anche dell’Ospedale e del Ricovero, la richiesta viene prontamente accolta, anche se nella lettera di accettazione del 15 aprile l'Istituto aveva detto che esse "non potranno recarsi costà a prendere la direzione

 
Ostra Vetere: Anniversario della reintroduzione degli Steccati per la Caccia al Bove il 15 giugno 1811 PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 18:36

Ostra Vetere: Anniversario della reintroduzione degli Steccati per la Caccia al Bove il 15 giugno 1811A Montenovo i fatti nostri del 15 giugno 1811 - Reazione all’abolizione degli “Steccati” o “Caccia del bove” disposta dal governo filo francese e il Prefetto del Metauro, G. Casati, è costretto a diramare da Ancona una circolare: ''In data 6 decembre 1809 si è creduto opportuno di limitare il numero delle caccie del Bue, e de' cosiddetti Steccati per un divertimento mal corrispondente, come pareva, alla genti­lezza de' costumi delli abitanti del Metauro. Pareva che la sanguinosa lotta de' cani, de' bovi o de' tori potesse influire sull'inclina­zione segnatamente di rozzi artisti, e degli agricoltori smaniosi di uno spettacolo rare volte adottato nella più gran parte de' Dipar­timenti del Regno. Ma tenendo dietro a varie osservazioni occorse sull'argomento, ho visto che riusciva assai disgustosa la fissata dimi­nuzione delle Caccie suddette, e degli Stecca­ti, e ho determinato di restituire l'antica costumanza per la rinnovazione a buona stagione delle caccie, e de' steccati, rivocando la precedente limitazione, o divieto". (Alberto Fiorani, Lo Steccato o Caccia del Bove, testo 027, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 1990, pp. 23-24), (Chiara

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 15 giugno PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 15 giugno1811 - Reazione all’abolizione degli “Steccati” o “Caccia del bove” disposta dal governo filo francese e il Prefetto del Metauro, G. Casati, è costretto a diramare da Ancona una circolare: ''In data 6 decembre 1809 si è creduto opportuno di limitare il numero delle caccie del Bue, e de' cosiddetti Steccati per un divertimento mal corrispondente, come pareva, alla genti­lezza de' costumi delli abitanti del Metauro. Pareva che la sanguinosa lotta de' cani, de' bovi o de' tori potesse influire sull'inclina­zione segnatamente di rozzi artisti, e degli agricoltori smaniosi di uno spettacolo rare volte adottato nella più gran parte de' Dipar­timenti del Regno. Ma tenendo dietro a varie osservazioni occorse sull'argomento, ho visto

 
Accadde nel Mondo il 15 giugno PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 15 giugnoIl 15 giugno è il 166º giorno del Calendario Gregoriano (il 167º negli anni bisestili). Mancano 199 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

763 a.C. - Gli Assiri registrano un'eclissi solare

923 - Battaglia di Soissons: re Roberto I di Francia viene ucciso, re Carlo il Semplice viene arrestato dai sostenitori del duca Rodolfo di Borgogna

1094 - Valencia cade nelle mani di El Cid

1099 - L'esercito crociato conquista Gerusalemme strappandola ai musulmani Fatimidi di Iftikhār al-Dawla. Grazie a una torre d'assedio, Goffredo di Buglione entra fra i

 
Santo del giorno 15 giugno San Vito Adolescente martire PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 00:00

Santo del giorno 15 giugno San Vito adolescente martireSu San Vito adolescente martire il culto è attestato dalla fine del V secolo, ma le notizie sulla sua vita sono poche e scarsamente attendibili. Alcuni antichi testi lo dicono lucano, ma la ‘Passio’ leggendaria del VII secolo, lo dice siciliano; nato secondo la tradizione a Mazara del Vallo in una ricca famiglia, rimasto orfano della madre, fu affidato a una nutrice, Crescenzia, e poi al pedagogo Modesto, che essendo cristiani lo convertirono alla loro fede. Aveva sui sette anni, quando cominciò a fare

 
Ostra Vetere: Mensilario della fondazione dell’Ospedale “Antonio Canova” a Montenovo il 14 dicembre 1832 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Giugno 2023 18:56

Ostra Vetere: Mensilario della fondazione dell’Ospedale “Antonio Canova” a Montenovo il 14 dicembre 1832Dopo le precedenti esperienze di cui si ha notizia almeno dal XIV-XV secolo, un nuovo Ospedale degli Infermi di Montenovo, venne fondato il 14 dicembre 1832 con rescritto dell'Ordinario Diocesano. Alla sua erezione concorsero anche il celebre scultore Antonio Canova, al quale è appunto intitolato il nostro Ospedale, don Amanzio Monti ed il Vescovo di Senigallia, il cardinale maltese Fabrizio Sceberras Testaferrata. (p. Rolando Maffoli o.f.m., Renzo

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 14 giugno PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Giugno 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 14 giugno1800 - La vittoria di Marengo del 14 giugno 1800 segnò l'inizio della potenza napoleonica in Italia e nel 1801 i Francesi rientrarono in Ancona, lo Stato Pontificio veniva smembrato e si pubblicava solennemente l'abolizione del potere temporale dei Papi. (Alberto Fiorani, La storia e i caratteri della devozione lauretana delle confraternite, testo 041, Ostra Vetere, Centro Cultura Popolare (AN), 1995, p. 63).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie,

 
Accadde nel Mondo il 14 giugno PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Giugno 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 14 giugnoIl 14 giugno è il 165º giorno del Calendario gregoriano (il 166º negli anni bisestili). Mancano 200 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

370 – San Basilio Magno viene ordinato vescovo di Cesarea in Cappadocia

877 – Carlo il Calvo promulga il Capitolare di Quierzy che introduce l'ereditarietà delle cariche feudali

1381 – Re Riccardo II d'Inghilterra incontra il capo della Rivolta dei contadini

1645 – Guerra civile inglese: Battaglia di Naseby

1751 – Papa Benedetto XIV pubblica la Lettera Enciclica A quo primum, sui divieti agli ebrei in

 
Santo del giorno 14 giugno Santa Teopista Vergine e martire PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Giugno 2023 00:00

Santo del giorno 14 giugno Santa Teopista Vergine e martireSu Santa Teopista Vergine e martire, la tradizione vuole che la giovane Teopista, vissuta sotto l’Imperatore Valeriano, abbia preferito il martirio alle attenzioni di un giovane patrizio. Il suo corpo poi nel ‘600, periodo che vide il diffondersi del culto dei martiri e la frenesia all’accaparramento delle loro reliquie, fu traslato dalle catacombe di Priscilla (1665) alla Chiesa di Maria Santissima Assunta di Monsampolo del Tronto per volere di Giovanni Battista Corradi. E' compatrona della città picena ed è festeggiata la prima domenica di Maggio e il 14 Giugno. Il

 
Ostra Vetere: Mensilario della morte dell’imperatore Federico II che voleva sottomettere Montenovo il 13 dicembre 1250 PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Giugno 2023 18:56

Ostra Vetere: Mensilario della morte dell’imperatore Federico II che voleva sottomettere Montenovo il 13 dicembre 1250Federico Ruggero di Hohenstaufen, nato a Jesi (AN) il 26 dicembre 1194, è stato re di Sicilia con il titolo di Federico I dal 1198 al 1250, duca di Svevia con il titolo di Federico VII dal 1212 al 1216, re dei Romani dal 1212 e poi imperatore del Sacro Romano Impero con il titolo di Federico II, eletto nel 1211, incoronato dapprima ad Aquisgrana nel 1215 e, successivamente, a Roma dal papa nel 1220 e re di Gerusalemme dal 1225 per matrimonio, autoincoronatosi nella stessa Gerusalemme nel 1229. Apparteneva alla nobile famiglia sveva degli Hohenstaufen. Discendeva per parte di madre dai normanni di Altavilla (Hauteville in francese), conquistatori di Sicilia e fondatori del regno di Sicilia. Conosciuto con l'appellativo di stupor mundi ("meraviglia o stupore del mondo"), Federico II era dotato di una personalità poliedrica e affascinante che, fin dalla sua epoca, ha polarizzato l'attenzione degli storici e del popolo, producendo anche una lunga serie di miti e leggende popolari, nel bene e nel male. Il suo mito finì per confondersi con quello del nonno paterno, Federico Barbarossa. Il carisma di Federico II è stato tale che, all'indomani della sua morte avvenuta a Fiorentino di Puglia (Torremaggiore) il 13 dicembre 1250, il figlio Manfredi, futuro re di Sicilia, in una lettera indirizzata al fratello Corrado IV, lo citava così: "Il sole del mondo si è addormentato, lui che brillava sui popoli, il sole dei giusti, l'asilo della pace". Questo il comprensibile elogio filiale. E tale il comprensibile elogio sia della città natale, Jesi in provincia di Ancona nelle Marche, dove era fortunosamente nato sotto una tenda nella piazza a lui ora dedicata, e che gli dedicò anche una statua di bronzo e un Museo a lui intitolato, come pure della città dove morì il 13 dicembre 1250 a Fiorentino di Puglia (Torremaggiore). Eppure tali giubilazioni non sono unanimi e generalizzate. Infatti non facciamo altrettanto noi di Montenovo (Ostra Vetere), per i motivi ampiamente illustrati in uno dei volumi della nostra collana di testi, il n. 7 di Alberto Fiorani e p. Rolando Maffoli o.f.m., Il processo del 1252 per l'incastellamento di alcune famiglie barbaresi a Montenovo, Ostra Vetere (AN) Centro Cultura Popolare, 1981, pp. 64, che così ci informa, alle pagine 15-18: “Nella Marca d’Ancona la fine del XII secolo vede l'affermarsi dei liberi Comuni stretti in una lega, capeggiata da Ancona ed Osimo, e sostenuta dal pontefice Innocenzo III, lega che costringe l'ultimo marchese imperiale Marqualdo d'Anweiler a fuggire in Sicilia. La morte dell'imperatore Enrico VI e la minore età di Federico II, privando dell'appoggio militare le signorie locali, accelerano il processo di proliferazione delle nuove realtà comunali. La progressiva affrancazione delle popolazioni della nostra zona (V. VILLANI,  Nascita di un Comune - Serra de' Conti nel Comitato di Senigallia (sec. X-XIII) - Comune di Serra de' Conti, Biblioteca Comunale 1980 - p. 90) vede prima il fiorire dell'autonomia locale dei Comuni di Monte Bodio (oggi Ostra), di Rocca Contrada (oggi Arcevia) ai quali si aggiungono poi i Comuni di Corinaldo e di Montenovo (oggi Ostra Vetere) che troviamo già organizzati e riconosciuti nel 1230, mentre a questa data non compaiono ancora i Comuni di Serra e di Barbara, probabilmente perchè ruotano ancora nell’orbita delle rispettive signorie feudali. Più precisamente la "villa di Barbara" dipende dalla Abbazia di Sitria, il cui dominio si conserva ancora solido nei decenni

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 13 giugno PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Giugno 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 13 giugno1832 - Il giorno precedente e in questo, nella serata è stata data in Teatro una publica Accademia di Violino e Chitarra Francese in accompagnamento a Carlo Parnanzani di Ancona, come da pubblico manifesto, che riscosse applauso generale per l'esecuzione delle variazioni a tema, avendole eseguite per tutto il corso della sua vita, come detto nella relazione teatrale. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 1983, p. 93).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente

 
Accadde nel Mondo il 13 giugno PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Giugno 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 13 giugnoIl 13 giugno è il 164º giorno del Calendario Gregoriano (il 165º negli anni bisestili). Mancano 201 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

1373 – Inghilterra e Portogallo firmano un trattato di alleanza che non è mai stato spezzato

1665 – Nella Battaglia di Lowestoft, combattuta durante la seconda guerra anglo-olandese, la flotta olandese subisce la più pesante delle sconfitte di tutta la sua storia

1774 – Il Rhode Island è la prima delle 13 colonie americane a mettere fuori legge l'importazione di schiavi

1792 – Il papa Pio VI pubblica la Lettera

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 157

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.