Banca_Marche.jpg

Login

Chi è online

 262 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Centro Cultura Popolare
Centro Cultura Popolare
Santo del giorno 9 dicembre: Beato Francesco da Novara francescano PDF Stampa E-mail
Venerdì 09 Dicembre 2022 00:00

Santo del giorno 9 dicembre: Beato Francesco da Novara francescanoIl beato Francesco da Novara è un francescano dei Minori osservanti vissuto nel territorio dell’Alto e Basso Novarese, nel XV secolo, contemporaneo a san Bernardino da Siena e Angelo Carletti da Chivasso. Fu un grande predicatore, celebre per “virtù, zelo e miracoli”. Francesco aveva rinunciato alla sua professione di avvocato per seguire le orme del poverello d’Assisi. Nel testo di Aldo Ponso “Duemila anni di santità in Piemonte e Valle d’Aosta” si riporta che morì nel 1476. Nel Leggendario Francescano il beato Francesco da Novara si festeggiava nel giorno 9 dicembre.

estratto da: http://www.santiebeati.it

da Centro Cultura Popolare

 
Ostra Vetere: Anniversario dell’enciclica “Nostis et nobiscum” del Beato Pio IX l’8 dicembre 1849 PDF Stampa E-mail
Giovedì 08 Dicembre 2022 18:43

Ostra Vetere: Anniversario dell’enciclica “Nostis et nobiscum” del Beato Pio IX l’8 dicembre 1849L’8 dicembre 1849 il papa senigalliese Beato Pio IX pubblicò la lettera enciclica "Nostis et nobiscum" e scritta all'Episcopato italiano mentre si trovava a Portici dopo la fuga da Roma a causa dei moti rivoluzionari che erano scoppiati in tutta Europa e anche a Roma. Il 15 settembre 1848 il pontefice aveva nominato a capo del governo dello Stato pontificio Pellegrino Rossi già ministro dell'interno e convinto federalista. Ma la mattina del 15 novembre 1848, giorno di riapertura del Parlamento, Rossi fu accoltellato sulle scale del Palazzo della Cancelleria; il suo assassinio fu l'inizio della serie di eventi che portarono alla proclamazione della Repubblica Romana. Successive indagini hanno messo in evidenza che la morte di Rossi sarebbe stata decisa dalla Carboneria romana, probabilmente spaventata da un possibile successo della politica di Rossi, ed eseguita da Luigi Brunetti, uno dei figli di Angelo Brunetti detto Ciceruacchio. A seguito dell'assassinio del Rossi i rivoluzionari, guidati da Ciceruacchio, pretesero

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 8 dicembre PDF Stampa E-mail
Giovedì 08 Dicembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 8 dicembre1840 - 8.12.1840 E' venuto Un Capo Comico Strione a domandare il nostro Teatro, discriverò esattam.e l'esito che averà riscosso, mà si concluderà il tutto ..... (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 145).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco completo si trova nella pagina http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/pubblicazioni di questo sito internet

 
Accadde nel Mondo l’8 dicembre PDF Stampa E-mail
Giovedì 08 Dicembre 2022 00:00

Accadde nel Mondo l’8 dicembreL'8 dicembre è il 342º giorno del calendario gregoriano (il 343º negli anni bisestili). Mancano 23 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

1816 – Atto di unione del Regno di Napoli e del Regno di Sicilia: nasce il Regno delle Due Sicilie

1841 – A Torino San Giovanni Bosco inizia la fondazione del suo oratorio

1849 – Papa Pio IX pubblica la lettera enciclica "Nostis et nobiscum" sulle accuse rivolte alla Chiesa di non volere la gloria dell'Italia, sulle cospirazioni contro la Chiesa e la religione, sul pericolo del socialismo e del comunismo, sulla loro incompatibilità con la religione e la loro

 
Santo del giorno 8 dicembre: Sant'Eutichiano papa PDF Stampa E-mail
Giovedì 08 Dicembre 2022 00:00

Santo del giorno 8 dicembre: Sant'Eutichiano papaEutichiano nacque nella prima metà del III secolo nella Lunigiana a Luni, un tempo caposaldo di grande importanza strategica tra Liguria, Toscana ed Emilia, e fu il successore di San Felice sulla Cattedra romana dal 4 gennaio 275 al 7 dicembre 283, al termine della grande persecuzione di Aureliano. Dopo la sua morte, verso il 283, Eutichiano era stato deposto nelle Catacombe di San Callisto, lungo la Via Appia, nella celebre cripta dei Papi. Nel secolo scorso, il grande archeologo De Rossi ne trovò la lastra tombale con il nome. Per molti secoli le reliquie del Pontefice restarono a Roma, finché un gentiluomo di Sarzana, Filippo Casoni, non le chiese con insistenza al Papa Innocenzo X, per poterle riportare nella terra natale del Santo, se non proprio nella città di Luni, distrutta, come sappiamo, dai Normanni. Innocenzo X trovò giusta quella richiesta e concesse le reliquie. Quando Filippo Casoni, nel 1659, divenne Vescovo di Fidenza, si portò dietro le reliquie del Santo, che però non erano destinate a restare in Emilia. Quando infatti il Vescovo Casoni morì, le

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 7 dicembre PDF Stampa E-mail
Mercoledì 07 Dicembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 7 dicembre1823 - 7. detto. Abbiamo per Predicatore del corrente Avvento il signor canonico Francesco Bassi di Filottrano. Le sue prediche sono ottime, e ha un bel talento, e si esprime con molta eleganza, ma è sublime, tantochè gl'ignoranti possono starsene a casa. (Alberto Fiorani, Miscelanea Veritas di Francesco Procaccini, testo n. 361, 2021, ad annum).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco

 
Accadde nel Mondo il 7 dicembre PDF Stampa E-mail
Mercoledì 07 Dicembre 2022 00:00

Accadde nel Mondo il 7 dicembreIl 7 dicembre è il 341º giorno del calendario gregoriano (il 342º negli anni bisestili). Mancano 24 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

43 a.C. – Marco Tullio Cicerone viene decapitato per ordine di Marco Antonio

1732 – Apertura della Royal Opera House al Covent Garden di Londra

1787 – Il Delaware diventa il primo Stato a ratificare la Costituzione degli Stati Uniti

1815 – Michel Ney, maresciallo francese, viene giustiziato da un plotone d'esecuzione, dopo essere stato condannato per tradimento dal governo della Restaurazione di Luigi XVIII, per il

 
Santo del giorno 7 dicembre: Sant'Urbano di Teano vescovo PDF Stampa E-mail
Mercoledì 07 Dicembre 2022 00:00

Santo del giorno 7 dicembre: Sant'Urbano di Teano vescovoUrbano è il terzo vescovo di Teano in Campania. Nella diocesi i primi tre vescovi sono santi: Paride, Amasio e Urbano. La cronotassi dopo questi diventa lacunosa fino alla seconda metà del IX secolo. Urbano è definito grande confessore. Nativo del luogo, è stato discepolo e diacono del protovescovo di Teano, San Paride. Alla sua morte il popolo volle Urbano vescovo a furor di popolo. Ma lui riesce a evitare l’elezione in favore di Amasio. Morto anche quest’ultimo dovette accettare la nomina a vescovo. Esercitò la sua funzione pastorale con grande santità. Si tramanda che compì molti miracoli che attirarono a lui numerose folle. Egli spese ogni sua energia per visitare la diocesi, per creare chiese e rinverdire il culto cristiano. Compose discordie, fu assiduo nell’assistere i poveri e i bisognosi. La cronologia dei suoi predecessori morti rispettivamente nel 346 e 356 ci permette di situare il suo episcopato nella seconda metà del IV secolo. Di lui trattano le lezioni dell’Ufficio proprio della diocesi, pubblicate nel 1533, dove è descritto come un vescovo santo con elementi tipici di tutti i vescovi santi. Poche sono le notizie che ci sono tramandate nelle “Vitae” del VI secolo dei suoi predecessori. Solo il Lanzoni

 
Ostra Vetere: Non solo l’Egitto e la Grecia, adesso anche Monteleone di Spoleto rivuole la Biga etrusca PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Dicembre 2022 18:35

Ostra Vetere: Non solo l’Egitto e la Grecia, adesso anche Monteleone di Spoleto rivuole la Biga etruscaAppena quattro giorni fa avevamo dato notizia che l'Egitto rivuole la Stele di Rosetta, il prezioso reperto archeologico che consentì all’archeologo Champollion di decifrare i geroglifici degli antichi faraoni, collocata al British Museum di Londra dove era stata acquisita nel 1802 (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/comunicati/68534-ostra-vetere-quanti-danni-fecero-i-nicola-brunetti-con-la-statua-di-traiano). Ieri è comparsa sulla stampa nazionale una nuova clamorosa notizia. Anche la Grecia vuole la restituzione dei preziosi fregi del Partenone, due complessi scultorei che decoravano il tempio di Atena Partenos nell'Acropoli di Atene, considerati capolavori di Fidia e della scultura greca classica (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/comunicati/68579-ostra-vetere-non-solo-legitto-rivuole-la-stele-di-rosetta-adesso-anche-la-grecia-rivuole-i-marmi-del-partenone). Adesso anche il sindaco di Monteleone di Spoleto rivuole la Biga etrusca di Monteleone, il reperto etrusco ritrovato in maniera fortunosa più di un secolo fa nel febbraio del 1902 e poi esportato illegalmente e venduto all'allora direttore del Museo di New York e di cui il paese umbro chiede da decenni la restituzione. Anche la storia della magnifica biga etrusca in noce ricoperta di lamine di bronzo

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 6 dicembre PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Dicembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 6 dicembre1824 - 6 detto. Quest'oggi alla Fiera di Barbera la Porcina doppia a scudi 3:90: il %; ma poca si è venduta, si spera alzerà di prezzo, ma io non ci credo. Questa notte si è aperto il nostro molino avendo incominciato a fare la mia oliva, ed ha fatto pressappoco le libbre 25 per coppa, in seguito ha fatto anche le 36: il molino prende di molitura libbre 10 per cento. (Alberto Fiorani “Miscelanea Veritas di Francesco Procaccini”, testo n. 361, 2021, ad annum).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo

 
Accadde nel Mondo il 6 dicembre PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Dicembre 2022 00:00

Accadde nel Mondo il 6 dicembreIl 6 dicembre è il 340º giorno del calendario gregoriano (il 341º negli anni bisestili). Mancano 25 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

1058 – Elezione di Papa Niccolò II

1534 – Gli spagnoli fondano Quito in Ecuador

1768 – Viene pubblicata la prima edizione dell'Encyclopædia Britannica

1790 – Il Congresso degli Stati Uniti si sposta da New York a Filadelfia

1821 – Si chiude il Processo Maroncelli-Pellico

1830 – Viene fondato lo United States Naval Observatory

 
Santo del giorno 6 dicembre: Beata Angelica da Milazzo terziaria PDF Stampa E-mail
Martedì 06 Dicembre 2022 00:00

Santo del giorno 6 dicembre: Beata Angelica da Milazzo terziariaAnche il ramo dell'Ordine francescano fondato nel '500 da San Francesco di Paola, e chiamato per umiltà Ordine dei Minimi, ebbe il proprio Terz'Ordine, aperto ai laici, uomini e donne. Al Terz'Ordine di San Francesco di Paola appartenne la Beata Angelica, morta mezzo secolo dopo il fondatore dei Minimi, nel 1559. Era nata a Milazzo, nella punta occidentale della Sicilia, città di antichissima origine, importante nel Medioevo e nel Rinascimento come porto commerciale e centro di produzione; e anche come ben munito caposaldo militare dove la devozione per il santo di Paola fu particolarmente viva. La figura di Angelica da Milazzo si inserisce così nel quadro della prima fioritura della spiritualità francescana dei Minimi. La sua santità non ebbe nulla di clamoroso o di appariscente. Fu una costante, segreta lotta contro le debolezze della carne, le infermità, e anche le difficoltà dell'ambiente, tanto più insidiose quanto più dovute non all'ostilità, ma allo stesso affetto. Angelica da Milazzo visse in

 
Ostra Vetere: Non solo l’Egitto rivuole la Stele di Rosetta, adesso anche la Grecia rivuole i marmi del Partenone PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Dicembre 2022 18:55

Ostra Vetere: Non solo l’Egitto rivuole la Stele di Rosetta, adesso anche la Grecia rivuole i marmi del PartenoneAppena tre giorni fa avevamo dato notizia che l'Egitto rivuole la Stele di Rosetta, il prezioso reperto archeologico che consentì all’archeologo Champollion di decifrare la lingua dei geroglifici degli antichi faraoni, collocata al British Museum di Londra dove era stata acquisita nel 1802 (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/comunicati/68534-ostra-vetere-quanti-danni-fecero-i-nicola-brunetti-con-la-statua-di-traiano). Oggi compare sulla stampa una nuova clamorosa notizia. Anche la Grecia vuole la restituzione dei preziosi fregi del Partenone. I Frontoni del Partenone sono due complessi scultorei che decoravano il tempio di Atena Partenos nell'Acropoli di Atene in marmo pentalico, considerati capolavori di Fidia e della scultura greca classica. Tra il 1801 e il 1804 i marmi del Partenone vennero acquistati da Lord Elgin, che pagò i governanti ottomani, e li trasportò in Inghilterra, dove vennero esposti a partire dal 1816 anch’essi nel British Museum (https://it.wikipedia.org/wiki/Frontoni_del_Partenone). Le richieste provenienti dall’Egitto e dalla Grecia, ovviamente, non sembrano trovare d’accordo il British Museum, che   dice di aver acquistato legittimamente i reperti. Sono tuttavia numerosi, specie negli ultimi tempi, i complessi museali

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 130

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.