Centro_Cultura_Popolare.jpg

Login

Chi è online

 90 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Fatti nostri
a MONTENOVO i fatti nostri del 25 luglio PDF Stampa E-mail
Domenica 25 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 25 luglio1832 – All’alba torna nuovamente a piovere con fulmini e tuoni per circa due ore con gran vantaggio per le piantagioni di granturco, ma creando problemi ai grani, che sono ancora tutti sui “barconi” e non si possono “battere” a causa delle piogge quotidiane. Nella mattinata è stato sparato il cannone a Senigallia per l’inizio di franchigia per la fiera della Maddalena. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/7767-oggi-25-luglio-accadde-pillole-di-storia-montenovese-quando-non-si-poteva-battere-il-grano-sui-barconi-per-le-piogge-giornaliere).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 24 luglio PDF Stampa E-mail
Sabato 24 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 24 luglio1827 - Questa mattina sono partite le Marionette, dopo undici recite, gradite per la comicità ed anche per il garbo della Compagnia. In totale hanno incassato circa 13 scudi 13, però si sono spesati e sono restate contentissime; avendo declamato Arlecchino un bel ringraziamento in versi al pubblico. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 87).

1837 - Ventiquattresima e ultima recita in cartellone con il dramma “Il colonnello e la pittrice”. Fu gradita, come al ringraziamento, che recitò in versi la primadonna Vincenza Zannoni, bravissima eccellente attrice sia nelle parti serie che per il genere buffo. Il Teatro fu pienissimo e

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 23 luglio PDF Stampa E-mail
Venerdì 23 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 23 luglio1828 - Vanno in scena le Marionette Burattini della Compagnia Pierantoni con dieci persone impegnate in “Arlecchino fatto finto Principessa”, ma fu una solenne “cagnara” per la voce della primadonna. L'ingresso venne fissato ad un baiocco e mezzo. Infine venne fatta esplodere la “Macchina de Fuochi Pirici” di molti colori figurati. I balli sono stati includenti e nè l'uno né l'altro hanno meritano nemmeno l’incomodo degli spettatori. Per la prima sera ha fatto alla porta baiocchi 84½, non essendoci persone nei palchetti, ma pochissima plebaglia, motivo per cui si prevede che la Compagnia dovrà andarsene via presto, se non vorranno morire di fame. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, pp. 88-89).

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 22 luglio PDF Stampa E-mail
Giovedì 22 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 22 luglio1837 - Ventiduesima recita al Teatro Condominiale “Concordia” di Montenovo con il grande spettacolo “Venti re all'assedio di Troia” che fu gradito all'estremo, pur non essendoci tanto popolo, ma ugualmente riscosse alla porta scudi 2.71 e sempre più godono i comici della Compagnia teatrale. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 120).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 21 luglio PDF Stampa E-mail
Mercoledì 21 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 21 luglio1826 – Nel pomeriggio un temporale con tuoni e pioggia non impedì in serata di tenere la terza ed ultima processione del Giubileo, che è stata numerosissima di persone di ogni ceto. Poche però le persone di ceto nobiliare. Nessuno si è comunque astenuto e tutti hanno adempiuto al dovere di fedeli cattolici. Fin dalla notte precedente era intanto incominciata la Fiera di Senigallia. Ma il temporale sopraggiunto ha provocato danni gravi nella contrada di San Vito, a causa della grandine. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/7729-oggi-21-luglio-accadde-pillole-di-storia-montenovese-quando-i-temporali-rovinarono-la-fiera-di-senigallia-e-la-contrada-di-san-vito-ma-non-la-processione-del-giubileo).

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 20 luglio PDF Stampa E-mail
Martedì 20 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 20 luglio1837 - Ventunesima recita “I due sergenti” in cui recitarono i due nostri paesani Napoleone Ballanti e Annibale Giovacchini. Fu gradita, con il Teatro pienissimo, riscosse alla porta scudi 2.73.½. Sono tutti contentissimi e rincresce assai di dover partire, sebbene non potrebbe durare sempre così. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 120).

1903 - Muore papa Leone XIII, il Pontefice della “Rerum Novarum”. (Raoul Mancinelli, Agostino Peverini, testo 002, 1979, p. 15).

1908 - Il nuovo Consiglio Comunale, dopo le elezioni parziali per il rinnovo di un terzo dei consiglieri, riconferma nella carica di sindaco Roberto Casci Ceccacci. (Raoul Mancinelli,

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 19 luglio PDF Stampa E-mail
Lunedì 19 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 19 luglio 390 a.C. - Collegati alla ricorrenza della sconfitta subita dai romani sul fiume Allia dai Galli Senoni guidati da Brenno, vennero poi istituiti i cosiddetti Lucaria (19 e il 21 luglio) che celebravano le divinità dei boschi che avevano offerto rifugio agli scampati della battaglia. Presi dal panico i soldati romani si rifugiarono a Caere e Veio; chi restò a Roma organizzò le difese sul Campidoglio. (Fiorani Alberto, Brenno, testo 154, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 2011, p. 70).

1837 - Ventesima recita “La moglie matta, il marito più di lei, l'amico più di loro, il medico più di tutti” fù gradita all'estremo con risate immense; poco popolo e soltanto in platea,

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 18 luglio PDF Stampa E-mail
Domenica 18 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 18 luglio390 a.C. - Dopo che l’anno precedente i Galli Senoni, provenienti dalla nostra zona, avevano invaso l’Etruria e assediato Chiusi, questa chiese aiuto a Roma che intervenne, ma fu sconfitta nella battaglia del fiume Allia dall’esercito dei Galli Senoni guidati da Brenno. (Fiorani Alberto, Brenno, testo 154, Ostra Vetere, Centro Cultura Popolare, 2011, p. 61). (Fiorani Alberto, Gellio Egnazio, testo 155, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 2011, p. 33).

390 a.C. - La battaglia, secondo la testimonianza di Diodoro avvenne tra 70.000 Galli e 24.000 Romani. Approntato uno sbarramento sulla riva del Tevere in corrispondenza dell’affluente Allia, l'esercito

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 17 luglio PDF Stampa E-mail
Sabato 17 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 17 luglio1827 - Le Marionette Burattini sempre più si fanno compatire, ma fanno soldi. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 1983, p. 87).

1837 - Diciottesima recita, fatta ripetere dalla contessa Pierina Mauruzj, pagando lei tutte le spese teatrali, cioè illuminazioni, facchini ed altro rappresentando “Chiara di Rosembergh”, seria ma con pochi spettatori. Riscosse alla porta scudi 1.72.½. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 119).

1839 - Questa sera è andata in scena a Senigallia la prima recita per titolo “La Lucia” e si paga l'ingresso alla porta per chiunque

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 16 luglio PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 16 luglio1677 - La Confraternita dei Piceni a Roma, cui partecipavano anche i montenovesi, venne eretta in Arciconfraternita da Innocenzo XI con Breve del 16 luglio 1677. (Alberto Fiorani, La storia e i caratteri della devozione lauretana delle confraternite, testo 041, Ostra Vetere, Centro Cultura Popolare (AN), 1995, pp).

1837 - Diciassettesima recita “Ciò che piace alle Signore Donne” vi fù molto da ridere, ma insulsa per i pochi spettatori. Riscosse alla porta scudi 1.98.½. Poveretti gli attori, da tutti compassionati. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 119).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 15 luglio PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 15 luglio1801 - Papa Pio VII approva il testo definitivo del Concordato con Napoleone Bonaparte (http://www.ccpo.it/gazzetta-dj/comunicati/12055-ostra-vetere-quando-la-politica-cinica-fa-e-disfa-i-santi).

1837 - Sedicesimaa recita a benefizio del “Tiranno” Giacomo Orfei ne “Lo sbarco dei Francesi in Egitto” con la farsa “La vecchia spergiura per il Lotto. ossia il Diavolo di Milano per ladro” con il Teatro pienissimo. La prima fù da tutti gradita assai. La Farsa invece venne giudicata una gran ridicolezza insulsa. Riscosse alla porta scudi 6.09.½ e sempre più restano contenti tutti i comici. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 119).

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 14 luglio PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 14 luglio1827 – A Teatro le Marionette o Burattini della Compagnia Majetti di cinque persone: rappresentarono “Il padre assassino del figlio”, molto tragica, poco però è piaciuta, mentre le voci sono pessime, e poco sapevano leggere: di buono assai è il vestiario con decorazioni dell'altezza di due piedi e mezzo romani delle Marionette. I balli sono passabili per le loro continue trasfigurazioni e per mancanza d'orchestra, suonando appena un organetto da Francesco Tulli. Fecero alla porta scudi 1:47, non pagando più di due baiocchi a persona. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, pp. 86-87).

1839 - A Barbara oggi gran festa solenne in

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 13 luglio PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 13 luglio1834 - Nella Sala Comunale si tenne una Accademia di un eccellente poeta improvvisatore, Salvatore Conciolini di Siena, il quale riscosse molto applauso e fece alla porta baiocchi 85, poco assai. E’ storpio nella gamba sinistra, non avendo pianta di piede ed è uomo che ha girato tutta l'Italia alla sua età di anni 64. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 100).

1837 - Quindicesima recita “L'Abbate de L'Eppè”, rappresentazione seria, ma anche da ridere, essendoci un giovane sordo, e muto impersonato benissimo dalla Primadonna. Con più spettatori, riscosse alla porta scudi 1.93. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo,

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 32

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.