Provincia_Ancona.jpg

Login

Chi è online

 163 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Comunità montenovonostro
montenovonostro
Ostra Vetere: “montenovonostro” ha pubblicato i comunicati stampa di questa 256^ settimana PDF Stampa E-mail
Domenica 22 Aprile 2018 22:51

Ostra Vetere montenovonostro ha pubblicato i comunicati stampa di questa 256 settimanaL’associazione di cittadinanza attiva “montenovonostro” ha nuovamente pubblicato tutti i comunicati stampa diffusi in questa 256^ settimana di attività appena conclusa con oggi, domenica 22 aprile 2018, apparsi anche sul nostro giornale on-line e che sono i seguenti in ordine strettamente cronologico: - Lunedì 16 Aprile 2018 - Dal Mondo: La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco (12) - http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/43189-dal-mondo-la-favola-triste-di-montenovo-abbandonato-nel-bosco-12; - Lunedì 16 Aprile 2018 - Ostra Vetere: Mensilario dell’Unione-Fusione e muore l’Autonomia 16/03/2018 - http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/43197-ostra-vetere-mensilario-dellunione-fusione-e-muore-lautonomia-16032018; - Mercoledì 18 Aprile 2018 - Ostra Vetere: Purtroppo oggi chiusa a causa dei danni del terremoto - http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/43228-ostra-vetere-purtroppo-oggi-chiusa-a-causa-dei-danni-del-terremoto; -Giovedì 19

 
Ostra Vetere: Chi vuole aiutare a salvare Montenovo si unisca a noi PDF Stampa E-mail
Sabato 21 Aprile 2018 21:45

Ostra Vetere Chi vuole aiutare a salvare Montenovo si unisca a noi“Domani è un altro giorno, si vedrà” canticchiava lepidamente una canzonetta di alcuni anni fa. Ma noi non cantiamo né domani quando, essendo domenica, rispettiamo il riposo festivo astenendoci da ogni attività nel giorno del Signore, e quindi nemmeno scriviamo come abbiamo fatto sempre, e non cantiamo nemmeno oggi, perché dobbiamo anticipare di un giorno l’infausto anniversario che ci opprime. Domani ricorre infatti il quarto anniversario mensile della sventurata deliberazione del Consiglio Comunale che ha supinamente deciso con i soli voti della maggioranza PD, lo scorso 22 dicembre 2017, per l’Unione-Fusione del libero Comune di Montenovo, che dopo novecento anni di Libertà, Autonomia e Giustizia,

 
Da Montenovo: Il paese più bello che c’è, a meritare molto di più PDF Stampa E-mail
Sabato 21 Aprile 2018 19:33

Da Montenovo Il paese più bello che c è a meritare molto di piùAltro che chiacchiere inutili e sinistre promesse false per nascondere l’incapacità di chi non è all’altezza del compito assunto. Per risollevare il paese dall’inarrestabile disastro attuale, tutti sono chiamati a rimboccarsi le maniche per difendere Montenovo dall’evidente declino. Aiutiamoci a costruire un vero progetto di rilancio, che faccia tornare il paese a crescere di nuovo, come 35 anni fa, più bello e più ricco di prima. Potremo farlo se, condividendo tutti insieme i nostri tre pilastri ideologici di Libertà, Autonomia e Giustizia, sapremo metterci al lavoro per ricostruire quello che è stato distrutto in questi trent’anni: la libertà di sentirci ed essere uguali, la capacità di amministrarci da soli rifiutando l’invasione forestiera che vuole toglierci l’autonomia e praticando la giustizia per tutti, una giustizia giusta, uguale per ognuno senza discriminazioni e ritardi. Solo così,

 
Ostra Vetere: Ufficio di Collocamento PDF Stampa E-mail
Sabato 21 Aprile 2018 18:22

Ostra Vetere Ufficio di CollocamentoManteniamo la promessa di gestire uno spazio settimanale dedicato alle offerte di lavoro. Lo facciamo per questo nostro paese di Montenovo che, dalla gloriosa epoca della ricostruzione post-bellica fino alla metà degli anni ’80 in cui fervevano lavori, attività e commerci, è ridotto come tutti possono vedere oggi. Chiuse fabbriche, laboratori, imprese, negozi, Ospedale, Ufficio di Collocamento e, ormai, quasi anche il

 
Dalle Marche: Il capogruppo della Lega Zaffiri sui contributi russi al Comune di Arquata del Tronto PDF Stampa E-mail
Giovedì 19 Aprile 2018 16:26

Dalle Marche Il capogruppo della Lega Zaffiri sui contributi russi al Comune di Arquata del TrontoCi scrive il capogruppo regionale della Lega Marche, Sandro Zaffiri: "La Regione Marche ha fatto lecite pressioni sul Governo Italiano perché questi si attivasse per inserire anche il  Comune di Arquata del Tronto, tra i Comuni beneficiari del contributo russo? Il Capogruppo Regionale della Lega Nord Marche Sandro Zaffiri, con una interrogazione, chiede al Presidente Ceriscioli  se la Regione Marche ha fatto lecite pressioni sul

 
Dall’Italia e da Montenovo: Perchè con le Poste servizio migliore non potevate rendervi PDF Stampa E-mail
Giovedì 19 Aprile 2018 16:11

Dall Italia e da Montenovo Con le Poste servizio migliore non potevate renderviPuntuale dolorosa smentita delle dichiarazioni di Memè. Ma come? Gli avevamo scritto lo scorso Lunedì 23 Ottobre 2017 dopo che il quotidiano Corriere Adriatico aveva pubblicato l’articolo intitolato “Tagli alle Poste: ecco gli 11 uffici della provincia anconetana a rischio” (https://www.corriereadriatico.it/ancona/ancona_ufficio_postale_ostra_ostra_vetere-3320214.html) perchè ci siamo subito spaventati temendo che venisse soppresso a Ostra Vetere anche l’Ufficio Postale, copo che in trent'anni ci hanno tolto tutto. Per questo avevamo subito scritto al sindaco la lettera poi pubblicata anche sul nostro comunicato di Lunedì 23 Ottobre 2017 “Ostra Vetere: Grido d’allarme per l'Ufficio Postale” (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/40543-ostra-vetere-grido-dallarme-per-lufficio-postale). Ciò costituisce un’ulteriore insopportabile menomazione di tanti e troppi servizi pubblici che in questi ultimi 30 anni sono andati progressivamente a scomparire in paese, penalizzando insopportabilmente la Dall Italia e da Montenovo Con le Poste servizio migliore non potevate rendervicomunità locale, abbandonata a se stessa da sinistre politiche locali, provinciali, regionali e nazionali che hanno lasciato un segno doloroso, difficilmente rimarginabile, e la cui unica speranza di rimedio risiede nelle prossime elezioni comunali anticipate. Sappiamo bene che questa amministrazione non è dotata di mezzi intuitivi, di capacità gestionali e di forza politica adeguati a fronteggiare simili sciagure. Eppure non c’è tempo da perdere, dopo i clamorosi errori della volontaria rinuncia ai servizi ospedalieri e sanitari, al progressivo smantellamento degli uffici e servizi comunali, all’intuibile intenzione di ridurre e sfinire ogni principio di autonomia municipale, colpe tutte che, sommate a precedenti menomazioni e trasferimenti di beni e servizi, hanno annichilito il paese alla smunta ombra di sé stesso. Si rimane quindi in attesa di conoscere quando e che cosa codesta amministrazione porrà sollecitamente in essere subito, prima che sia irrimediabilmente tardi. L’Ufficio Protocollo del Dall Italia e da Montenovo Con le Poste servizio migliore non potevate renderviComune aveva immediatamente protocollato la nostra richiesta appena il giorno dopo Martedì 24 Ottobre 2017 “Ostra Vetere: Promettiamo che la terremo ben calda” (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/40559-ostra-vetere-promettiamo-che-la-terremo-ben-calda), ma dubitavamo nella risposta, che il sindaco non ci mandava mai, mentre invece la stampa regionale provvedeva a diffondere una smentita delle Poste, come dal nostro comunicato della stesso Martedì 24 Ottobre 2017 “Ostra Vetere: Scopriremo chi non la conta giusta” (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/40556-ostra-vetere-scopriremo-chi-non-la-conta-giusta), segnalando però il preoccupante inciso delle Poste che affermano come “gli interventi collegati con la riforma del Servizio Postale Universale, previsti da una delibera dell’Agcom del 2015 «sono ancora in fase di valutazione»”. Tradotto dal “politichese” significa che il progetto c’è (anche se non lo ammettono), che prevede cose preoccupanti (anche se non le

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (20171106_Prot_Par_7948_06112017_Risposta_Poste.pdf)20171106_Prot_Par_7948_06112017_Risposta_Poste 1415 Kb
Scarica questo file (Poste_dimezzate_2.jpg)Poste_dimezzate_2 584 Kb
 
Ostra Vetere: Purtroppo oggi chiusa a causa dei danni del terremoto PDF Stampa E-mail
Mercoledì 18 Aprile 2018 18:36

Ostra Vetere Purtroppo oggi chiusa a causa dei danni del terremotoAttraverso il suo profilo facebnook ci scrive una nostra lettrice per trasmetterci un post contenente una fotografia che alleghiamo e dice: “BUONGIORNO - Basilica Castelpetroso -Isernia – Molise (ha bisogno di essere maggiormente conosciuta nel mondo)...Aiutiamola. Condividendo ,se possibile.....in modo che la possano vedere il maggior numero di persone....!!!!!!!.........e trasmetterlo ad altri.....Facciamo conoscere i nostri luoghi....sono i più belli del MONDO..!! Una lettrice”. E’ vero. Quella chiesa è bellissima e va Ostra Vetere Purtroppo oggi chiusa a causa dei danni del terremotopromozionata. Tuttavia occorre aggiungere anche un’altra informazione che ci interessa da vicino e che è riportata nel volume 66 del Centro di Cultura Popolare scritto dall’ingegnere Francesco Fiorani con il titolo “L'abbazia di Santa Maria di Piazza - Indagine storico-architettonica per il restauro, 2002”, che ne parla diffusamente del santuario molisano dell’Addolorata di Castelpetroso, realizzato nell’arco di ben 85 anni da tre generazioni di architetti bolognesi, nonno, padre e figlio,  per  cui  tutti  e  tre  i progettisti  si  susseguirono  praticamente  senza  soluzione  di continuità nella conduzione dell'opera e ne parla nelle pagine 409, 410, 448 e 611. Ma perché tanto interesse dell’ingegnere Fiorani per quel santuario e per i suoi tre architetti? Ce lo spiega l’ingegnere Francesco Fiorani a pagina 408 del suo libro: “Il nonno Francesco (1820-1902), il padre Giuseppe (1866-1944) e il figlio Francesco (1895-1992) sono i personaggi chiave della nostra ricerca:

 
Ostra Vetere: Mensilario dell’Unione-Fusione e muore l’Autonomia 16/03/2018 PDF Stampa E-mail
Lunedì 16 Aprile 2018 17:12

Ostra Vetere Mensilario dell Unione Fusione e muore l Autonomia 16 03 2018Ce l’ha fatta. Bruciando tutti sul filo di lana, il Partito Deformatico ha fatto abbattere la scure contrattuale sulle radici delle Autonomie Municipali. Né ha voluto far svolgere, come avevamo insistentemente chiesto, l’unico strumento vero della democrazia (contraddicendo addirittura lo stesso nome che si sono scelti per il loro partito) che è il Referendum, strumento e simbolo di Libertà e Giustizia per la difesa dell’Autonomia. Giorno più nefasto di quello odierno non poteva ricorrere. Senza stare a sentire nessuno, il rosseggiante e sferrazzante treno-PD, incurante delle recenti clamorose sconfitte cumulate, come quelle della fusione Senigallia-Morro D’Alba, del Referendum Costituzionale del 4 dicembre scorso e delle Elezioni Politiche dello scorso 4 marzo, ha tirato dritto e l’ha fatta grossa. Cade oggi, infatti il Mensilario (l’anniversario mensile) dell’Unione-Fusione che fa morire l’Autonomia Municipale. E adesso ci rimane una sola cosa da fare: rovesciare l’attuale maggioranza di sinistra che purtroppo abbiamo qui a Ostra Vetere e sostenere unanimemente “montenovonostro” a raggiungere la maggioranza nelle elezioni amministrative comunali anticipate che si terranno il prossimo 10 giugno 2018. Solo così si allontanerà definitivamente lo spettro della riduzione di Montenovo a smunta e misera frazione periferica di Senigallia Magna. Solo "montenovonostro” promette infatti che, se gli verrà affidato con il voto dai nostri compaesani il compito di tornare a guidare il Comune, revocherà immediatamente tutti gli atti amministrativi lesivi della Libertà, dell’Autonomia e della Giustizia locale che solo “montenovonostro” programmaticamente difende. Solo così verrà fermato il pauroso progetto di rossa collettivizzazione e globalizzazione di beni, strutture, infrastrutture, servizi e personale che il PD ciecamente ha realizzato in danno della comunità locale. Dobbiamo tutti impedire che venga commesso uno scempio istituzionale che sarebbe tragicamente irreversibile, dopo 900 anni di Libertà e di autogoverno locale. Per questo lanciamo un accorato appello: uniamoci tutti ad aiutare Montenovo a sopravvivere e ad addebitare ai firmatari dello sciagurato accordo iugulatorio i pesi e i danni da loro stessi provocati. Chiamiamo tutti a collaborare, di qualunque idea politica anche diversa ma tuttavia orientata all’unico scopo di salvare il Comune di Montenovo, per formare una Lista Unica Per l’Autonomia che sia alternativa a quello che rimane del Partito Deformatico e sostenerla convintamente, spiegando bene a familiari, amici e conoscenti il gravissimo rischio che sta correndo il nostro paese ridotto com’è dopo un trentennio di amministrazioni rosse, salvo pochi anni di intermezzo. Solo una massiccia mobilitazione popolare potrà scongiurare il pericolo ormai definitivo, imposto artificiosamente da ciò che rimane della maggioranza conquistata dalla sinistra a causa

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (007Barba3Ed_1_2.pdf)007Barba3Ed_1_2 2163 Kb
 
Dal Mondo: La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco (12) PDF Stampa E-mail
Lunedì 16 Aprile 2018 16:00

Dal Mondo La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco 12)Dal centro del mondo: la favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco. C’era una volta a Montenovo, il paese più bello del mondo, anche un Segretario Comunale a tempo pieno. C’era, c’era. Era il tempo della Libertà, dell’Autonomia, della Giustizia e dell’efficienza amministrativa. Di quando tutti sapevano di vivere in un Comune libero e autonomo che difendeva giustamente i propri compaesani, sicuri di essere assistiti in ogni evenienza. Infatti aveva sempre disponibile e presente tutti i giorni il Segretario Comunale. Che bello che era avere tutti i giorni il Segretario Comunale in Comune: era il Capo del Personale e il Capo dell’apparato burocratico del Comune. C’era da sempre il Segretario Comunale a Montenovo, anzi, il Comune aveva anche la Casa del Segretario, quella dove abitava il Segretario Comunale e la sua famiglia, proprio vicino al Palazzo Comunale. Anzi, quella Casa del Segretario era il Primo Palazzo Municipale medievale, di quanto era sorto il libero Comune di Montenovo nel 1100, novecento anni fa. Poi, a metà del Millequattrocento, dopo un turbinoso periodo in cui Montenovo era stato umiliato e invaso dalla Signoria di Francesco Sforza, finalmente Montenovo aveva riconquistato la Libertà e aveva costruito un nuovo Palazzo Comunale proprio di fronte al vecchio. Il vecchio era stato destinato ad abitazione del Segretario e il nuovo alla sede dell’Amministrazione Comunale, dove è rimasto per secoli fina a oggi. L’ultimo Segretario Comunale ad abitare la Casa del Segretario fu il compianto Giovanni Martinangeli ritratto nella prima foto, energico e gran lavoratore, pieno di impegno e di competenza. Ma venne a mancare precocemente, compianto da tutti e dovette essere sostituito da un Segretario Comunale a scavalco con Belvedere Ostrense, l’ottimo e gioviale Arcangelo Gabriele Santoni ritratto nella seconda foto, energico e volitivo che sapeva coniugare competenza, efficienza e comprensione, fino a quando non venne sostituito dal dottor Annibale Cecchini, infaticabile collaboratore di tutte le amministrazioni comunali che si susseguirono nel trentennio in cui prestò servizio nel Comune, di centro, di sinistra e di destra senza discriminazioni, con equilibrio e serietà, sempre presente pur abitando in un altro Comune vicino. Fu l’ultimo Segretario Comunale che collaborò con l’Amministrazione Comunale di centro, tanto che nel 2013 gli venne assegnato il Premio San Giovannino 2013, riconoscendogli così le grandi doti di competenza e disponibilità indefettibili. E’ rappresentato nell’ultima foto mentre riceve il Premio San Giovannino. Ne vennero ancora altri, ma non furono più i tempi belli: il Comune incominciò a perdere servizi e strutture, infine perse anche il Segretario Comunale fisso ed ora ne abbiamo uno solo a mezzo servizio, che viene qui qualche giorno sì e molti altri no, privando così della stabile competenza ed esperienza, mentre il Comune sta andando come tutti sanno. Senza entrare in tanti particolari, basta leggere gli atti amministrativi che il Comune ha prodotto in quest’ultimo mezzo secolo: all’inizio erano dattiloscritti meticolosamente dagli impiegati, ma controllati scrupolosamente dal Segretario

 
Ostra Vetere: “montenovonostro” ha pubblicato i comunicati stampa di questa 255^ settimana PDF Stampa E-mail
Domenica 15 Aprile 2018 23:49

Ostra Vetere montenovonostro ha pubblicato i comunicati stampa di questa 255 settimanaL’associazione di cittadinanza attiva “montenovonostro” ha nuovamente pubblicato tutti i comunicati stampa diffusi in questa 255^ settimana di attività appena conclusa con oggi, domenica 15 aprile 2018, apparsi anche sul nostro giornale on-line e che sono i seguenti in ordine strettamente cronologico: - Lunedì 09 Aprile 2018 - Dal centro del mondo: La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco (11) - http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/43084-dal-centro-del-mondo-la-favola-triste-di-montenovo-abbandonato-nel-bosco-11; - Lunedì 09 Aprile 2018 - Dalle Marche: Il senatore Arrigoni della Lega critica il sindaco Mozzicafreddo sull’Hotel House - http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/43089-dalle-marche-il-senatore-arrigoni-della-lega-critica-il-sindaco-mozzicafreddo-sullhotel-house-, - Martedì 10 Aprile 2018 - Ostra Vetere: Crolli dopo le gravi scosse di terremoto - http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro

 
Da Montenovo: Il paese più bello che c’è, a meritare molto di più PDF Stampa E-mail
Sabato 14 Aprile 2018 23:42

Da Montenovo Il paese più bello che c è a meritare molto di piùAltro che chiacchiere inutili e sinistre promesse false per nascondere l’incapacità di chi non è all’altezza del compito assunto. Per risollevare il paese dall’inarrestabile disastro attuale, tutti sono chiamati a rimboccarsi le maniche per difendere Montenovo dall’evidente declino. Aiutiamoci a costruire un vero progetto di rilancio, che faccia tornare il paese a crescere di nuovo, come 35 anni fa, più bello e più ricco di prima. Potremo farlo se, condividendo tutti insieme i nostri tre pilastri ideologici di Libertà, Autonomia e Giustizia, sapremo metterci al lavoro per ricostruire quello che è stato distrutto in questi trent’anni: la libertà di sentirci ed essere uguali, la capacità di amministrarci da soli rifiutando l’invasione forestiera che vuole toglierci l’autonomia e praticando la giustizia per tutti, una giustizia giusta, uguale per ognuno senza discriminazioni e ritardi. Solo così,

 
Ostra Vetere: Ufficio di Collocamento PDF Stampa E-mail
Sabato 14 Aprile 2018 22:37

Ostra Vetere Ufficio di Collocamento

Manteniamo la promessa di gestire uno spazio settimanale dedicato alle offerte di lavoro. Lo facciamo per questo nostro paese di Montenovo che, dalla gloriosa epoca della ricostruzione post-bellica fino alla metà degli anni ’80 in cui fervevano lavori, attività e commerci, è ridotto come tutti possono vedere oggi. Chiuse fabbriche, laboratori, imprese, negozi, Ospedale, Ufficio di Collocamento e, ormai, quasi anche il

 
Ostra Vetere: Ma nelle presenti sventure è l’unico che si salva PDF Stampa E-mail
Venerdì 13 Aprile 2018 18:58

Ostra Vetere Ma nelle presenti sventure è l unico che si salvaCosa ci tocca leggere! Il giornale on-line “Centropagina” dello scorso 6 aprile riportava l’articolo intitolato “Ostra Vetere, centrodestra e centrosinistra al lavoro in vista delle elezioni comunali di giugno. Memè non si ricandida” (http://www.centropagina.it/senigallia/ostra-vetere-elezioni-amministrative-giugno-sindaco-meme-non-si-ricandida/). Memè non si ricandida? E perché? Cosa è successo nel frattempo, Memè, che abdichi e te ne vai? Cosa sarà mai successo, dopo tutte quelle tante cose che avresti fatto bene, come hai dichiarato tu?

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 188

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.