Centro_Cultura_Popolare.jpg

Login

Chi è online

 86 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Centro Cultura Popolare
Centro Cultura Popolare
Ancona: Una “curiosità” del conte Giovanni Bonarelli sui capolavori del Barocci nelle Marche PDF Stampa E-mail
Domenica 29 Aprile 2018 17:45

Ancona Una curiosità del conte Giovanni Bonarelli sui capolavori del Barocci nelle MarcheCi scrive il conte Giovanni Bonarelli di Ancona per segnalarci una "curiosità", così lui la definisce. In realtà si tratta di una informazione importante, che riguarda sia i suoi antenati, particolarmente legati alla corte ducale di Urbino, che uno dei più grandi artisti del Rinascimento marchigiano, italiano e mondiale: il pittore Federico Barocci. Riguarda infatti la grande manifestazione culturale per "FEDERICO BAROCCI NELLE MARCHE. Mostra alla scoperta dei capolavori del Barocci conservati nelle Marche". Ed ecco il testo della sua "curiosità": "Il perdono di Assisi", TECNICA: Olio su tela DIMENSIONI: cm 427x236 DATA: 1574-1576. Si tratta della pala d’altare per la chiesa di San Francesco, in pieno centro ad Urbino. Giovan Pietro Bellori, biografo dell’artista urbinate, scrisse che il Barocci impiegò sette anni per l’esecuzione di questa grande opera, ma esistono prove documentarie del fatto che l’artista si dedicò al dipinto più precisamente negli anni 1574 – 1576. Alcuni documenti, inoltre, indicano che i frati di San Francesco, in data 17 maggio 1575, pagavano l’affitto per una

 
Ostra Vetere: Primo Anniversario della scomparsa del dottor Gaetano Calabrese il 27/04/2017 PDF Stampa E-mail
Venerdì 27 Aprile 2018 17:48

Ostra Vetere Primo Anniversario della scomparsa del dottor Gaetano Calabrese il 27 04 2017Nel primo anniversario della scomparsa del dottor Gaetano Calabrese, per lunghissimi anni medico chirurgo e direttore sanitario dell’Ospedale “Antonio Canova” di Ostra Vetere, il Centro di Cultura Popolare commemora la dolorosa scomparsa di un professionista stimato da tutti anche per le sue dote umane. Lo ricorda anche come assegnatario del Premio San Giovannino 2012, che a lui venne consegnato con la seguente motivazione: Il "Premio San Giovannino 2012" è assegnato al Dottore GAETANO CALABRESE con la seguente

 
Ostra Vetere: Oggi l’anniversario dell’arrivo dell’abate don Pietro Bonucci il 24/04/1940 PDF Stampa E-mail
Martedì 24 Aprile 2018 17:10

Ostra Vetere Oggi l anniversario dell arrivo dell abate don Pietro Bonucci il 24 04 1940Ricorre oggi l’anniversario dell’arrivo a Ostra Vetere dell’abate don Pietro Bonucci. Era nato ad Arcevia il 19 marzo 1910 e appena trentenne, giovane sacerdote, venne nominato abate dell’abbazia di Santa Maria Annunziata di Piazza di Ostra Vetere, dove giunse da Senigallia il 24 aprile 1940 e dove rimase alla guida della parrocchia fino al 26 giugno 1978. Nei primi anni del suo ministero visse il terribile periodo della seconda guerra mondiale, compreso il tragico passaggio del fronte di guerra nel 1944. Stava celebrando la Messa mattutina quando una delle cannonate che funestarono il paese colpì anche l’abside della chiesa, provocando gravi danni, tanto che dovette interrompere la celebrazione per spostarsi presso il rifugio sotto il Palazzo Marulli,

 
Ostra: La storia di Palazzo Gherardi dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti PDF Stampa E-mail
Mercoledì 04 Aprile 2018 17:11

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiLa nobile e facoltosa famiglia Gherardi di Montalboddo – Ostra ha dato tanti uomini il­lustri alla Città ed è particolarmente legata al Santuario della Madonna della Rosa di Ostra. Infatti diversi componenti della famiglia hanno amministrato il Santuario per oltre 70 anni; la serie si apre con l’abate Don Ludovico Gherardi, dal 1686 al 1709, segue con l’abate Gianfrancesco (Giovanni Francesco) Gherardi, dal 1727 al 1768; infine con Don Luigi Gherardi, dal 1768 al 1779.  Alla fine del Settecento, la famiglia, probabilmente per incorporazione delle antiche famiglie Martinelli e Benigni, estintesi nei Gherardi, si divise in due filoni quella dei Gherardi-Martinelli e l’altra dei Gherardi-Benigni. Ai Gherardi-Martinelli andarono i palazzi di corso Mazzini (1666) e via A. Gramsci (oggi casa Amori), ai Gherardi-Benigni quello di Piazza dei Martiri e la villa del Ghiretto in campagna. Non avendo ancora trovato riscontro nei vari archivi è possibile avanzare solo alcune ipotesi sui doppi cognomi. I Martinelli vengono annotati tra le nobili famiglie Bodiesi solamente nelle Antichità Picene del Colucci, mentre i Benigni ci portano al governatore della Città Telesforo Benigni, personaggio filo papalino che, nel 1790, fece elevare Montalboddo a Città. Lo stesso Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Contiricompose il monumento di Ostra Antica presso largo del Murello. Un matrimonio di una sua figlia con i Gherardi sembrerebbe del tutto automatico e scontato, ma solo ulteriori ricerche d’archivio potranno chiarire definitivamente tale supposizione.

.

.

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti

 

 

 

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiAurora rapisce Cefo. Dipinto di Luigi Conti, 1809.

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiStorie di Amore e Psiche. Dipinti di Luigi Conti, 1809.

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La prudenza che frena la Lussuria. Dipinti di Luigi Conti, 1809.

.

 

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiArmida s'innamora di Rinaldo addormentato. Dipinto di Luigi Conti, 1809.

 

 

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti

 

 

Stemma conservato all’interno del Palazzo Gherardi.
In una composizione araldica con più famiglie,
con colori alterati da improvvisati restauri.
Nella partizione sinistra (due bande rosse in campo argento), nella destra in alto di Camilla Marini moglie di Filippo Gherardi senior e a destra quello dei Gherardi; al centro quello di

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiSoffitti ottocenteschi a grottesche.

da Giancarlo Barchiesi

 
Ostra Vetere: Auguri di Buona Pasqua 2018 PDF Stampa E-mail
Domenica 01 Aprile 2018 17:05

Ostra Vetere Auguri di Buona Pasqua 2018Ostra Vetere: Auguri di Buona Pasqua 2018

 

dal

 

Centro Cultura Popolare

 
Ostra Vetere: Anniversario della nascita di Giuseppe Perini il 31/03/1914 PDF Stampa E-mail
Sabato 31 Marzo 2018 17:04

Ostra Vetere Anniversario nascita Giuseppe Perini 31 03 1914Ricorre oggi l’anniversario della nascita di Giuseppe Perini, che il Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere vuole commemorare. Giuseppe Perini nacque a Montecarotto il 31 marzo 1914. Era stato sindaco di Ostra Vetere, eletto nel 1956 per un quinquennio fino al 1961 alla guida di una amministrazione di sinistra a maggioranza PCI. Attivo nella vita sociale del paese, era stato per lunghi anni responsabile di una cooperativa di consumo, assolvendo anche all’incarico di esattore per conto dell’UNES, la

 
Ostra Vetere: 8° anniversario della scomparsa di Fabrizio Lipani, già presidente del Centro di Cultura Popolare PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Marzo 2018 16:59

Ostra Vetere 8° anniversario della scomparsa di Fabrizio Lipani, già presidente del Centro di Cultura PopolareOtto anni fa, nel pomeriggio del 29 marzo 2010 nella sua casa in Roma, cessava serenamente di vivere Fabrizio Lipani. I soci del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere, che lo hanno avuto per tanti anni sagace e attivo presidente, lo ricordano a tutti coloro che lo conobbero appassionato cultore della storia, dell'arte e delle tradizioni del paese e ne rimpiangono la sua opera di promozione della cultura locale. A lui si deve l’istituzione dell’annuale Premio San Giovannino che, in occasione della festa patronale, viene assegnato alla istituzione, Ente o privato che si sia particolarmente distinto nella promozione e sviluppo del paese. Di lui ci rimangono, oltre alla tante iniziative intraprese e che il Centro di Cultura Popolare cerca di portare avanti anche in sua memoria, i lasciti di parte della sua vasta biblioteca e, soprattutto, del suo ricchissimo archivio di notizie storiche sul paese, del cui dono il Centro di Cultura Popolare ringrazia la sorella Francesca, il cognato Franco, i nipoti, ricordando Fabrizio ai

 
Ancona: Immagine della Madonna delle Scuole Pie PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Marzo 2018 16:52

Ancona Immagine della Madonna delle Scuole PieCi scrive il conte Giovanni Bonarelli di Ancona per trasmetterci una notizia della sua famiglia: "Immagine Madonna delle Scuole Pie. L’immagine di Santa Maria delle Scuole Pie era in principio nella casa dei Bonarelli, una famiglia di Roma che la custodiva in una stanza che la famiglia utilizzava quale cappella ove pregare insieme agli altri membri e parenti. Un giorno accadde un fatto strano. Il quadrò sparì dalla stanza. I Bonarelli continuarono a pregare la Santa Vergine, chiedendoLe inoltre che il quadro ritornasse. E il quadro dopo qualche tempo ritornò al suo posto. Ciò fece sì che Francesco Bonarelli regalò il quadro ad un suo amico, fondatore delle Scuole Pie, che giunse a Frascati per volontà del Papa per fondare anche qui la stessa istituzione. Tutto ciò accadde intorno al diciassettesimo secolo. L’immagine si ritiene prodigiosa e compì miracoli di guarigione da malattie e dalla pazzia. L’amico di Francesco Bonarelli, Giuseppe Calasanzio, venne poi proclamato Beato nel 1748 e venne scolpita una statua che lo rappresenta con il quadro di Santa Maria delle Scuole Pie fra le braccia. “Lo Spirito soffia dove vuole”. Tu seguilo".

da Giovanni Bonarelli

 
Ostra Vetere: Ora messa tanto duramente alla prova PDF Stampa E-mail
Mercoledì 28 Marzo 2018 17:37

Ostra Vetere Ora messa tanto duramente alla provaLa coscienza civile ci impone di confermare tutte le motivazioni che sono state assunte alla base della nostra libera scelta di conferire il Premio San Giovannino 2015 al Comando della Stazione del Carabinieri di Ostra Vetere con la seguente motivazione: "Per la pluridecennale «veglia» al mantenimento dell'ordine pubblico, alla sicurezza dei cittadini, alla loro incolumità e alla tutela della proprietà, attuata mediante lo scrupoloso impegno professionale di generazioni di Carabinieri che, nel corso degli anni, hanno prestato la loro impareggiabile attività a servizio della comunità locale di Ostra Vetere, a “tutela della legalità e dell’ordinata e pacifica convivenza civile”. I crescenti e ripetuti successi conseguiti nella lotta al crimine ed in tutte le attività di controllo del territorio, sono espressione della tradizionale vocazione di vicinanza alla popolazione e sentito attaccamento al dovere nell’esercizio dei compiti istituzionali. L’opera benemerita e generosa dei Carabinieri si è imposta alla incondizionata ammirazione della cittadinanza”. Per queste alte

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (242OrPub_1_2.pdf)242OrPub_1_2 2235 Kb
 
Roma: Argenti del Settecento Romano per il Re del Portogallo PDF Stampa E-mail
Martedì 20 Marzo 2018 17:00

Roma Argenti del Settecento Romano per il Re del PortogalloDall'Università e Nobil Collegio degli Orefici di Roma riceviamo il seguente invito: "Il Console Camerlengo Corrado di Giacomo è lieto di invitare la S.V. alla conferenza “Argenti del Settecento Romano per il Re del Portogallo: la

 
Ostra Vetere: Anniversario della nascita dell’abate don Pietro Bonucci PDF Stampa E-mail
Lunedì 19 Marzo 2018 17:55

Ostra Vetere Anniversario della nascita dell abate don Pietro BonucciRicorre oggi l’anniversario della nascita dell’abate don Pietro Bonucci. Era nato ad Arcevia il 19 marzo 1910 e appena trentenne, giovane sacerdote, venne nominato abate dell’abbazia di Santa Maria Annunziata di Piazza di Ostra Vetere, dove giunse da Senigallia il 24 aprile 1940 e dove rimase alla guida della parrocchia fino al 26 giugno 1978. Nei primi anni del suo ministero visse il terribile periodo della seconda guerra mondiale, compreso il tragico passaggio del fronte di guerra nel 1944. Stava celebrando la Messa mattutina quando una delle cannonate che funestarono il paese colpì anche l’abside della chiesa, provocando gravi danni, tanto che dovette interrompere la celebrazione per spostarsi presso il rifugio sotto il Palazzo Marulli, coperto di polvere delle macerie. Guidò

 
Da Cipro: Mitologia Greca PDF Stampa E-mail
Lunedì 19 Marzo 2018 16:29

Cipro Mitologia GrecaDal Centre of Cultural Heritage di Cipro riceviamo il seguente invito: "MYTHOLOGIE GRECQUE HISTOIRES HUMORISTIQUES - HISTOIRES SYMBOLIQUES. La présente conférence vise à présenter et interpréter certains mythes grecs dans un effort de les analyser et désymboliser, afin de découvrir, au delà de l'humour superficiel qui y existe parfois, l'allusion et référence profondes qui évoquent des réalités de l'ordre cosmique, de l'éthique, de la logique, de la psychologie ou d'un passé très lointain. Les moyens pour cette considération seront des documents iconographiques, ainsi que des extraits de l'ouvrage de Lucien de Samosate "Dialogues des dieux", composé dans

 
Ostra Vetere: Anniversario della nascita di padre Giovanni Desideri il 07/03/1910 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 07 Marzo 2018 16:59

Ostra Vetere Anniversario della nascita di padre Giovanni Desideri il 07 03 1910Ricorre oggi l’anniversario della nascita di padre Giovanni Desideri o.f.m. il 7 marzo 1910 a Porchiano di Ascoli Piceno, che animò la comunità religiosa locale per lunghissimi decenni, essendo giunto a Ostra Vetere da Ascoli Piceno il 12 febbraio 1963. Nei quasi cinquant'anni di servizio da lui dedicati alla comunità dei fedeli, rivestì più volte la responsabilità di Guardiano del Convento annesso al Santuario Diocesano di San Pasquale Baylon presso la chiesa di Santa Croce. A lui si devono importanti lavori di restauro della chiesa e del convento. A lui si deve soprattutto il grandioso sviluppo della festa annuale di San Pasquale che cade il 17 maggio di ogni anno.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 70

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.