Centro_Cultura_Popolare.jpg

Login

Chi è online

 208 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Fatti nostri
a MONTENOVO i fatti nostri del 3 agosto PDF Stampa E-mail
Martedì 03 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 3 agosto390 a.C. - Quando i Galli Senoni occuparono la città di Roma, trovarono solo i Senatori nella Curia. Uccisi i senatori, iniziarono a saccheggiare la città indifesa. Dalla città bassa i Galli si diressero nottetempo verso la rocca del Campidoglio, dove si trovava l'ultima resistenza romana a difesa dei templi e dell'oro della città. L'intenzione era quella di sorprendere i difensori attraverso un passaggio segreto nella notte fra il 2 e il 3 agosto. Il piano fallì perché le oche del Campidoglio, sacre a Giunone, allarmate dai movimenti degli assedianti, presero improvvisamente a starnazzare svegliando gli assediati in tempo sufficiente per respingere l'assalto dei Galli. A seguito di questo episodio sul Campidoglio venne edificato il tempio di

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 2 agosto PDF Stampa E-mail
Lunedì 02 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 2 agosto216 a.C. – Il condottiero cartaginese Annibale, che aveva invaso l’Italia, non abbandonò del tutto la nostra zona e mantenne forti guarnigioni nelle città marittime di Ancona, Senigallia e Rimini con il compito di proteggere le comunicazioni con Cartagine. Roma, per tagliare ad Annibale le vie di comunicazione con la sua madrepatria mandò Aulo Postumio con 10.000 uomini a rioccupare il nostro territorio ma le sue truppe il 2 agosto 216 avanti Cristo vennero sbaragliate a Canne dai Cartaginesi. Con i Romani combatterono molti piceni guidati dal valoroso Prefetto Curione che morì sul campo. Nel combattimento perdette la vita anche Labieno che comandava gli uomini di Cingoli. Si ripeteva così anche in questa occasione la

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 1° agosto PDF Stampa E-mail
Domenica 01 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 1° agosto1881 – Sulla controversia tra il Comune di Montalboddo e quello di Montenovo per il cambiamento di denominazione in Ostra, dalla pubblica residenza il 1° agosto 1881 la rappresentanza municipale Ricci Giuseppe Secondo sindaco, Sciava Cesare, Francesco Fiorani, Tulli Vincenzo, Bellini Augusto assessori e il Segretario Comunale Gioacchini Francesco presentò formale protesta al Ministero dell’Interno. (Fiorani Alberto, Alarico, testo 162, 2011, p. 36).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 31 luglio PDF Stampa E-mail
Sabato 31 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 31 luglio1836 - Tutti i macchinisti addetti alla nuova invenzione della “pompa” idraulica (l’archibugiere Ermenegildo Segoni, il falegname Niccolò Cherubini e il dilettante Tullio Tulli) sono partiti alla direzione del Fosso di San Fortunato per diseccarlo, essendoci molto pesce e specialmente le anguille. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/250-oggi-31-luglio-accadde-pillole-di-storia-montenovese).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 30 luglio PDF Stampa E-mail
Venerdì 30 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 30 luglio1836 - Questa mattina tre maestri artigiani, l’archibugiere Ermenegildo Segoni, il falegname Niccolò Cherubini e il dilettante Tullio Tulli, hanno posto in prova una macchina chiamata pompa ad una pozza d'acqua per diseccarla immediatamente, come infatti rimase asciutta la pozza di Vincenzo Carotti, dove fu fatta la prova. Tutti andarono a vedere il portento e restarono soddisfatti di questa nuova realizzazione. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/248-oggi-30-luglio-accadde-pillole-di-storia-montenovese).

1881 - Mentre il Professore Davide Buti Pecci stava compilando la Memoria sui diritti al nome

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 29 luglio PDF Stampa E-mail
Giovedì 29 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 29 luglio1832 - Gran festa in Ancona dei Francesi, cadendo l’Anniversario della Rivoluzione in Francia, con grandi batterie di spari di cannoni. Senza passaporto stampato, nessuno può andare in Fiera a Senigallia, nè in alcun altro luogo; il provvedimento però è giudicato un ladrocinio, giacchè per chiederlo bisogna pagare una tassa di un “paolo” e per ritirarlo un altro “paolo”, la qual cosa non si era mai verificata prima. La Fiera è molto abbondante di ogni sorta de merci, e quest’oggi è stata estratta la prima Tombola, ma con pochissimo pubblica a causa delle predette tasse. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/7810-oggi-29-luglio-accadde-pillole-di-storia-montenovese-quando-i-francesi-che-occupavano-ancona-festeggiavano-la-rivoluzione-a-cannonate).

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 28 luglio PDF Stampa E-mail
Mercoledì 28 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 28 luglio1833 - Il tempo sempre piovoso e con freddo acuto, tanto che tutti portano i cappotti invocando il solleone. Per le colture agricole la stagione va assai male, non potendo lavorare la terra per l’aratura, ma anche per il precedente raccolto dei grani, che non possono essere conservati adeguatamente. Tuttavia è cresciuto il raccolto dei grani in generale, ma si ripongono in granaio assai umidi. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/7797-oggi-28-luglio-accadde-pillole-di-storia-montenovese-quando-il-tempo-sempre-piovoso-e-freddo-costringeva-a-indossare-i-cappotti-con-il-solleone).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 27 luglio PDF Stampa E-mail
Martedì 27 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 27 luglio1828 - Ultima serata di Marionette Burattini delle sole quattro recite prodotte, mentre sono state vere cagnare tanto per le voci, che per il maneggio. Poca gente vi concorreva, anche a causa del caldo eccessivo scottante, basti sapere che il termometro è giunto a gradi 28: tutte le campagne restano bruciate e quello che avverrà Iddio solo lo sà. I suddetti Burattini sono andati in Monte Alboddo; mentre qui a Montenovo non sono arrivati a incassare 4 scudi in tutto. Povera gente. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 1983, p. 89).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 26 luglio PDF Stampa E-mail
Lunedì 26 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 26 luglio1822 - Quasi completata la spartizione dei grani fra padroni e contadini; in generale la raccolta è stata abbondantissima, tanto che ha fatto registrare un aumento di produzione di più della metà, nonostante la stagione avversa e l’infestazione di “carbone” che ha pregiudicato un buon quinto del raccolto. Il grano nuovo a Montenovo si vende a scudi 6 il rubbio, mentre a Senigallia a scudi 6.30. Il grano dell’annata precedente si vende a scudi  7.20 a Montenovo e in Senigallia a scudi 7.60. Le fave quì a scudi 3.80 e a Senigallia scudi 4:20. Degli altri prodotti agricoli ancora non si tratta, mentre è finalmente giunto il prezzo medio de bachi da seta, poichè sulla piazza di Fossombrone è stabilito il prezzo a baiochi 22.-:3. 6/1 il %, ma a

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 25 luglio PDF Stampa E-mail
Domenica 25 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 25 luglio1832 – All’alba torna nuovamente a piovere con fulmini e tuoni per circa due ore con gran vantaggio per le piantagioni di granturco, ma creando problemi ai grani, che sono ancora tutti sui “barconi” e non si possono “battere” a causa delle piogge quotidiane. Nella mattinata è stato sparato il cannone a Senigallia per l’inizio di franchigia per la fiera della Maddalena. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/7767-oggi-25-luglio-accadde-pillole-di-storia-montenovese-quando-non-si-poteva-battere-il-grano-sui-barconi-per-le-piogge-giornaliere).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 24 luglio PDF Stampa E-mail
Sabato 24 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 24 luglio1827 - Questa mattina sono partite le Marionette, dopo undici recite, gradite per la comicità ed anche per il garbo della Compagnia. In totale hanno incassato circa 13 scudi 13, però si sono spesati e sono restate contentissime; avendo declamato Arlecchino un bel ringraziamento in versi al pubblico. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 87).

1837 - Ventiquattresima e ultima recita in cartellone con il dramma “Il colonnello e la pittrice”. Fu gradita, come al ringraziamento, che recitò in versi la primadonna Vincenza Zannoni, bravissima eccellente attrice sia nelle parti serie che per il genere buffo. Il Teatro fu pienissimo e

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 23 luglio PDF Stampa E-mail
Venerdì 23 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 23 luglio1828 - Vanno in scena le Marionette Burattini della Compagnia Pierantoni con dieci persone impegnate in “Arlecchino fatto finto Principessa”, ma fu una solenne “cagnara” per la voce della primadonna. L'ingresso venne fissato ad un baiocco e mezzo. Infine venne fatta esplodere la “Macchina de Fuochi Pirici” di molti colori figurati. I balli sono stati includenti e nè l'uno né l'altro hanno meritano nemmeno l’incomodo degli spettatori. Per la prima sera ha fatto alla porta baiocchi 84½, non essendoci persone nei palchetti, ma pochissima plebaglia, motivo per cui si prevede che la Compagnia dovrà andarsene via presto, se non vorranno morire di fame. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, pp. 88-89).

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 22 luglio PDF Stampa E-mail
Giovedì 22 Luglio 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 22 luglio1837 - Ventiduesima recita al Teatro Condominiale “Concordia” di Montenovo con il grande spettacolo “Venti re all'assedio di Troia” che fu gradito all'estremo, pur non essendoci tanto popolo, ma ugualmente riscosse alla porta scudi 2.71 e sempre più godono i comici della Compagnia teatrale. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 120).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 36

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.