Provincia_Ancona.jpg

Login

Chi è online

 133 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Fatti nostri
a MONTENOVO i fatti nostri dell’8 novembre PDF Stampa E-mail
Martedì 08 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri dell’8 novembre1836 - Nella mattina è stato messo in opera un altro nuovo bigliardo nel nuovo locale molto ben messo in Piazza grande, dirimpetto al Bigliardo vecchio di Quirino Ballanti caffettiere, che rende assai bene mentre il vecchio è buono per il fuoco, per cui è terminata la Società Annuale fondata nel vecchio locale di Pietro Mari Caffettiere per sei anni, di cui questo è l'ultimo. Di conseguenza tutto è sciolto. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/688-oggi-8-novembre-accadde-pillole-di-storia-montenovese-quando-due-caffettieri-si-misero-in-concorrenza).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 7 novembre PDF Stampa E-mail
Lunedì 07 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 7 novembre1607 - La Sacra Congregazione delle Indulgenze con decreto decise che la Confraternita del Santissimo Sacramento si potesse e si dovesse stabilire in ogni parrocchia, come a Montenovo. (Alberto Fiorani, La storia e i caratteri della devozione lauretana delle confraternite, testo 041, 1995, p. 50).

1888 - Giunta a Ostra Vetere sei giorni prima per l’apertura della Scuola Femminile e Asilo d’Infanzia, la Vicaria Generale dell’Ordine delle suore, suor Maria Agnese Prefumo si era sentita male il giorno dei Santi, presa da febbre altissima, tanto che al mattino dei Morti il medico aveva diagnosticato una 'bronchite acuta e mortale'. Ma le condizioni dell'inferma

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 6 novembre PDF Stampa E-mail
Domenica 06 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 6 novembre1828 - Nella serata viene aperto il Teatro Concordia di Montenovo per rappresentare Giuochi Fisici e Matematici con un eccellente cane baffone; l’uditorio è rimasto molto appagato, mentre la compagnia si esibirà per quattro serate ed ha così fatto il proprio interesse. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 89).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 5 novembre PDF Stampa E-mail
Sabato 05 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 5 novembre1651 - Girolamo Arcangeli di Montenovo, con suo testamento del 5 novembre 1651, lasciò 500 scudi ordinando l'erezione di una chiesa intitolata al Santissimo Sacramento, che venne costruita cinque anni dopo dalla vedova. La chiesa passò poi in eredità alla Santa Casa di Loreto, che provvide a mantenerla e a farvi celebrane una Messa quotidiana e un officio di Messe nella festa del Corpus Domini e il giorno della "Venuta" il 10 dicembre in ricordo della Traslazione della Santa Casa ed in memoria del defunto Girolamo Arcangeli. Un'altra chiesa rurale, quella di Santa Maria delle Grazie al Lanternone di Montenovo, fatta edificare dallo stesso Girolamo Arcangeli, era poi passata in proprietà della Santa Casa di Loreto, che vi

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 4 novembre PDF Stampa E-mail
Venerdì 04 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 4 novembre1888 - Giunta a Ostra Vetere cinque giorni prima per l’apertura della Scuola Femminile e Asilo d’Infanzia, la Vicaria Generale dell’Ordine delle suore, suor Maria Agnese Prefumo si era sentita male il giorno dei Santi, presa da febbre altissima, tanto che al mattino dei Morti il medico aveva diagnosticato una 'bronchite acuta e mortale'. Ma le condizioni dell'inferma s'aggravano sempre più e il 3 novembre suor Maria Agnese aveva chiesto all'abate don Guglielmo Giustini e al vicario don Francesco Saturni i Santi Sacramenti. Il giorno successivo, domenica 4 novembre, chiese anche l'Estrema Unzione. (p. Rolando Maffoli o.f.m., Renzo Fiorani, Le suore figlie di Maria SS. dell'Orto, un secolo di assistenza a Ostra Vetere, testo 022,

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 3 novembre PDF Stampa E-mail
Giovedì 03 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 3 novembre1888 - Giunta a Ostra Vetere quattro giorni prima per l’apertura della Scuola Femminile e Asilo d’Infanzia, la Vicaria Generale dell’Ordine delle suore, suor Maria Agnese Prefumo si sente male il giorno dei Santi, presa da febbre altissima, tanto che al mattino dei Morti il medico aveva diagnosticato una 'bronchite acuta e mortale'. Ma le condizioni dell'inferma s'aggravano sempre più ed il 3 novembre suor Maria Agnese chiede all'abate don Guglielmo Giustini e al vicario don Francesco Saturni i Santi Sacramenti. (p. Rolando Maffoli o.f.m., Renzo Fiorani, Le suore figlie di Maria SS. dell'Orto, un secolo di assistenza a Ostra Vetere, testo 022, 1989, p. 35).

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 2 novembre PDF Stampa E-mail
Mercoledì 02 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 2 novembre1888 - Giunta a Ostra Vetere tre giorni prima per l’apertura della Scuola Femminile e Asilo d’Infanzia, la Vicaria Generale dell’Ordine delle suore, suor Maria Agnese Prefumo si sente male e durante la notte precedente è presa da febbre altissima, tanto che al mattino il medico diagnostica una 'bronchite acuta e mortale'. (p. Rolando Maffoli o.f.m., Renzo Fiorani, Le suore figlie di Maria SS. dell'Orto, un secolo di assistenza a Ostra Vetere, testo 022, 1989, p. 35).

1912 - Il periodico cattolico “La voce misena” replica al periodico laico “La fiaccola” sui fatti di Ostra Vetere nello sciopero totale dei contadini cattolici per il nuovo capitolato colonico, quando

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 1° novembre PDF Stampa E-mail
Martedì 01 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 1° novembre1888 - Giunta a Ostra Vetere due giorni prima per l’apertura della Scuola Femminile e Asilo d’Infanzia, la Vicaria Generale dell’Ordine delle suore, suor Maria Agnese Prefumo si sente male e durante la notte è presa da febbre altissima. (p. Rolando Maffoli o.f.m., Renzo Fiorani, Le suore figlie di Maria SS. dell'Orto, un secolo di assistenza a Ostra Vetere, testo 022, 1989, pp. 34-35).

1923 - La nuova normativa canonica indusse una sistematizzazione confraternitale anche nella Diocesi di Senigallia, tanto che il Vescovo, in occasione della solennità dei Santi del 1923, emanò uno Statuto-tipo da far valere per tutte le Confraternite del Santissimo Sacramento della

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 31 ottobre PDF Stampa E-mail
Lunedì 31 Ottobre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 31 ottobre1830 - Nell’ultimo del mese, fin dalla sera prima era tornato a piovere e oggi addirittura fa alluvione a dirotto. Sono quasi compiute le semine dei grani e la stagione è ottima, ma vi sono tutte le fave ancora da seminare. Le postazioni di caccia sono quasi tutte dimesse, ma se le dimettevano quattro giorni dopo avrebbero avuto discreta cacciagione. Nel pomeriggio il tempo si è rasserenato molto, ma si soffre vento di Tramontana molto freddo: ottimo per il completamento delle altre semine. Alle dieci di sera il cronista locale Francesco Procaccini compie sessanta anni, come risulta dalle Fedi Battesimali della Parrocchia di San Pietro Collegiata in Monte San Vito, dove era

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 30 ottobre PDF Stampa E-mail
Domenica 30 Ottobre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 30 ottobre1606 - Le Confraternite della Beata Vergine del Carmine, sorte in quasi tutte le chiese tenute dai Carmelitani, e non solo in queste, come per la Confraternita del Carmine di Montenovo, ebbero origine dalle unioni di fedeli. La Confraternita romana del Carmine, eretta nel 1515 nella chiesa di San Martino ai Monti, ebbe i suoi regolamenti nel 1599. Divenne Arciconfraternita con Breve di Paolo V del 30 ottobre 1606. (Alberto Fiorani, La storia e i caratteri della devozione lauretana delle confraternite, testo 041, 1995, p. 58).

1827 - Nel giorno successivo alla morte dell'abate Talamonti, parroco di Santa Maria di Piazza, si tenne il funerale senza alcun lusso,

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 29 ottobre PDF Stampa E-mail
Sabato 29 Ottobre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 29 ottobre1827 - Alle 10 del mattino avvenne la morte dell'abate Talamonti, parroco di Santa Maria di Piazza. (Alberto Fiorani, La fava dei morti, testo 020, 1988, p. 29).

1888 - Quattro suore gianelline, accompagnate dalla Madre Generale suor Maria Raffo e dalla Madre Vicaria suor Maria Agnese Prefumo, arrivano in paese alle ore quattro pomeridiane, provenienti da Senigallia. Due amministratori del Comune erano andati loro incontro con due carrozze: appena giunte, le suore hanno una calorosa accoglienza sia da parte del sindaco e degli amministratori dell'Opera Pia Buti che da parte della popolazione. (p. Rolando Maffoli o.f.m., Renzo Fiorani, Le suore figlie di Maria SS.

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 28 ottobre PDF Stampa E-mail
Venerdì 28 Ottobre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 28 ottobre1838 - Ultima recita con la replica de “Il chiacchierone imprudente” e la farsa “L'oracolo”, con una immensità di spettatori. Concluse la rappresentazione un bel ringraziamento agli astanti, e la mattina successiva il padrone di casa, Filippo Bellini, offrì in ringraziamento un sontuoso pranzo a tutti i comici rappresentanti, volendo ripetere il cartellone anche per l'anno successivo. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 134).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 27 ottobre PDF Stampa E-mail
Giovedì 27 Ottobre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 27 ottobre1822 - Per le celebrazioni del matrimonio Mauruzi Menghettoni, la sera fu aperto il Teatro con la replica della commedia “Le gelosie per equivoco” che piacque molto, rappresentata dai dilettanti locali con l’accompagno di tutta l’orchestra a spese dei conti sposi Mauruzi. Dopo il Primo Atto venne offerto un rinfresco generale a tutto il Teatro con gelati di cedrata. Al Secondo Atto paste e ciambellette, quindi distribuirono confetti d'ogni specie a tutti gli astanti. Il Terzo Atto vi fu una copiosa pioggia di sonetti benauguranti in 25 diverse stampe, tutte allusive agli sposi. Il teatro fu pienissimo con una immensa foresteria, che fu costretta quasi tutta a restare in paese per il pernottamento a causa della gagliardissima pioggia che cadeva e che è

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 48

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.