Banca_Marche.jpg

Login

Chi è online

 202 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Fatti nostri
a MONTENOVO i fatti nostri del 29 agosto PDF Stampa E-mail
Domenica 29 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 29 agosto1831 - Nella mattinata ha sposato Giuseppina figlia di mastro Girolamo Segoni a Pasquale Mattioli di Senigallia tintore con molto decoro e pompa. Il padre di lui ha lasciato molte elemosine in beneficenza e poi sono partiti di qui con tre grosse vetture d'accompagno per Senigallia. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/352-oggi-29-agosto-accadde-pillole-di-storia-montenovese).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie,

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 28 agosto PDF Stampa E-mail
Sabato 28 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 28 agosto1825 - Finalmente venne stabilito dai due soliti incettatori locali di bozzoli di bachi il prezzo medio d’acquisto: Giuseppe Mancini ha saldato a  scudi 21 il %  e l'altro signor Lozzi a 19 il %: ed ecco che in un solo momento è stato rimborsato doppiamente rispetto ai due anni scorsi, mentre quest'anno ne ha raccolti il Lozzi circa 12.000 libre e perciò sono stati rubati ai postaroli. In una parola, quest’uomo è stato la rovina di tutto il paese e benché tardi, finalmente tutti ci sono avveduti, sperando di non farci mai più contratti, a costo di perdere impresa e capitali. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/349-oggi-28-agosto-accadde-pillole-di-storia-montenovese).

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 27 agosto PDF Stampa E-mail
Venerdì 27 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 27 agosto1828 - Viene iniziata la livellazione della piazza del Mercatale e si rese necessario rompere le volte sotterranee che vi esistevano. Fra queste rimase aperta quella del pozzo che esisteva in faccia al Coteno, la colonna presso cui venivano affissi gli editti. Fu misurata la sua profondità in circa 35 piedi romani, con 10 piedi di diametro e perciò 30 piedi di circonferenza. I bei talenti dei nostri sorvegliatori addetti all’opera decisero di far riempire il pozzo con la stessa terra della piazza, senza farne estrarre l'ottima pietra che lo circuiva e che rimase sepolta. Così il Comune perdette un capitale libero di circa 50 scudi, mentre ci si attendeva altre simili bestialità che stavano per essere fatte.

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 26 agosto PDF Stampa E-mail
Giovedì 26 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 26 agosto1658 - La Congregazione della Beata Vergine Maria della Mercede della Redenzione degli Schiavi viene eretta nella chiesa Sant'Antonio di Padova di Montenovo. (Alberto Fiorani, Fabrizio Lipani, San Severo, dalla cella sul colle Paradiso alla parrocchiale del Pozzolungo, testo 042, 1995, p. 76).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco completo si trova nella pagina

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 25 agosto PDF Stampa E-mail
Mercoledì 25 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 25 agosto1834 - Circa le 18 nella chiesa dei frati minori osservanti di Santa Croce è stata tenuta la conclusione sulla disputa fra quattro petizioni vertenti sull'anima, che furono difese ottimamente dal chierico Fiorano Fiorani, come si evince dalla stampa che si conservava nell’archivio privato del cronista Procaccini. Quindi vi fu un rinfresco generale per i presenti. Continuava nel frattempo il caldo enorme ed eccessivo, da spasimare tanto da non poter riposare né di notte, né di giorno. In Romagna si è diffusa una malattia epidemica nel bestiame vaccino e incomincia a diffondersi anche da noi, mentre muoiono molti fanciulli da 6 a 10 anni.

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 24 agosto PDF Stampa E-mail
Martedì 24 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 24 agosto408 d.C. - A Ticinum (Pavia), all'indomani della tragica giornata del 23 agosto 408 in cui Stilicone era stato decapitato, il potere effettivo era passato nelle mani di Olimpio, che riuscì a ottenere la carica di magister officiorum, la più importante della corte imperiale. Olimpio scatena la persecuzione contro i vecchi amici di Stilicone con il massacro generale dei germani residenti a Roma. Ciò ebbe la conseguenza di indurre il re visigoto Alarico, che già anni prima aveva tentato di invadere l'Italia e che era stanziato nel Norico, l'attuale Austria,  ad approfittare del momento di debolezza dell'impero romano per tentare un nuovo ricatto, cui vengono contrapposte inadeguate contromisure militari di Olimpio. (Fiorani Alberto,

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 23 agosto PDF Stampa E-mail
Lunedì 23 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 23 agosto408 d.C. - Morte di Stilicone, avvenuta il 23 agosto 408, decapitato per ordine dell'imperatore Onorio all'indomani dell'insurrezione antigermanica dell'esercito romano radunato a Ticinum (Pavia). (Fiorani Alberto, Alarico, testo 162, 2011, p. 56).

408 d.C. - In seguito alla condanna a morte di Stilicone del 23 agosto 408, accusato di tradimento, il re dei Visigoti Alarico, che l’anno dopo distruggerà Ostra antica, dapprima chiese un tributo all'imperatore di Occidente Onorio per lasciare il Norico e trasferirsi in Pannonia. Al rifiuto di Onorio, Alarico, alla fine del 408, senza attendere il cognato Ataulfo, che era in Pannonia con truppe gote e unne, invase nuovamente

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 22 agosto PDF Stampa E-mail
Domenica 22 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 22 agosto1836 - Viene ricevuta una lettera d'ufficio della Delegazione di Ancona con la quale viene confermato il contagio del colera, ordinando la pulizia negli ospedali di letti e l’adozione di ogni cautela. Immediatamente furono chiuse le porte del paese e per i fuggitivi forestieri resta aperta soltanto la porta del borgo guardata a vista da sei guardie della forza civica, dovendo controllare chiunque, tanto uomini che donne, che dovranno essere muniti di carte di sicurezza contro il morbo. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/330-oggi-22-agosto-accadde-pillole-di-storia-montenovese).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 21 agosto PDF Stampa E-mail
Sabato 21 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 21 agosto1831 - Viene pubblicato, per ordine della Segreteria di Stato, il nuovo arruolamento volontario delle Truppe Civiche, come vi erano nel 1780, e ciò per vigilare nelle rispettive comunità. Questi saranno montati con armi a spese del Governo. Godranno molti privilegi e, nel caso dovessero essere impiegati altrove, riceveranno il soldo. Tuttavia il giudizio corrente era che volontariamente non si troverà alcuno disposto ad arruolarsi. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/324-oggi-21-agosto-accadde-pillole-di-storia-montenovese).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 20 agosto PDF Stampa E-mail
Venerdì 20 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 20 agosto1828 – Inizia la fabbricazione in selci di pietra delle strade del paese incominciando dalla piazza di San Francesco a cura dell’ingegnere capo Nicola Babbucci che vinse l’appalto pubblico per scudi 5:50 la canna quadrata. Rimangono a suo carico tutte le spese per il carico e il trasporto della pietra, rena, calcina, fattura. Deputato sorvegliatore è stato nominato Luigi Ricci con la paga giornaliera di baiocchi 22. La misura della canna è composta di 100 piedi romani; e perciò l’appalto è a un buon prezzo. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/321-oggi-20-agosto-accadde-pillole-di-storia-montenovese).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 19 agosto PDF Stampa E-mail
Giovedì 19 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 19 agosto1827 - Nella notte si alzò una nebbia densissima e vi è stata per sette ore provocando danno alle olive, uve, ghiande. Alla Benedizione della sera, domenica, sono stati pubblicati avvisi di matrimonio tra Elisa Tulli e Tomasso Festini di Monterinaldo nella diocesi di Fermo. Un'ora prima hanno dato la generale partecipazione mediante i signori Filippo Bellini e Gaetano Monti. Nel frattempo non si può più reggere il gran caldo umido, mentre il termometro ha raggiunto il XXVI grado, con il timore che possa giungere al “febbrile”. Circa ore due di notte sono tornati Pacifico Sabbatini e il conte Mariano Mauruzj dall'Osteria della Baraccola, dove il Sabbatini conobbe il promessa sposa Adelaide Dittajuti d'Osimo. Nel giro di un'ora furono stesi i

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 18 agosto PDF Stampa E-mail
Mercoledì 18 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 18 agosto1833 - Nella sera alla Sala Pubblica si esibisce un professore di poesia improvvisatore, il quale si fece molto onore e riscosse alla porta uno scudo. Ma a causa degli “intelligentoni” che vi erano in paese, nessuno è stato in grado di indicargli il tema sul quale esibirsi. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 97).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 17 agosto PDF Stampa E-mail
Martedì 17 Agosto 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 17 agosto1890 - Con la legge 17 agosto 1890 n. 6872 lo Stato mirò a trasformare le Confraternite religiose in Congregazione di Carità, privando anche le Confraternite di Montenovo del loro patrimonio immobile e redditizio che andava devoluto a scopi di pubblica beneficenza e concentrato nella Congregazione di Carità: restavano loro i beni non redditizi, come chiese, oratori, cappelle e simili. (Alberto Fiorani, La storia e i caratteri della devozione lauretana delle confraternite, testo 041, 1995, p. 82).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 36

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.