BCC_Ostra_Vetere.jpg

Login

Chi è online

 225 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home
Accadde nel Mondo il 21 luglio PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Luglio 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 21 luglioIl 21 luglio è il 202º giorno del Calendario Gregoriano (il 203º negli anni bisestili). Mancano 163 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

369 – Forte terremoto colpisce Benevento

1298 – Battaglia di Falkirk: Edoardo I d'Inghilterra sconfigge i ribelli scozzesi guidati da William Wallace

1342 – Luigi d'Angiò viene incoronato re d'Ungheria a Buda

1568 – Guerra degli ottant'anni: Battaglia di Jemmingen - l'esercito spagnolo di Fernando Álvarez de Toledo, Duca d'Alva sconfigge le forze di insorti olandesi di Luigi di Nassau

 
Santo del giorno 21 luglio Santa Prassede di Roma vergine e martire PDF Stampa E-mail
Venerdì 21 Luglio 2023 00:00

Santo del giorno 21 luglio Santa Prassede di Roma vergine e martireSanta Prassede di Roma vergine e martire il suo nome abbinato a quello di santa Pudenziana martire romana sua sorella, figura negli itinerari del secolo VII dai quali risulta che esse erano venerate dai pellegrini nel cimitero di Priscilla sulla via Salaria. Inoltre sono menzionate nel ‘Kalendarium Vaticanum’ della basilica di san Pietro del XII secolo, Pudenziana al 19 maggio e Prassede sua sorella il 21 luglio. La loro vita è raccontata nei ‘Leggendari’ o ‘Passionari’ romani, essi furono composti intorno al V-VI secolo ad uso dei chierici e dei monaci per fornire loro le preghiere per gli Uffici religiosi, sia per edificanti e pie letture; i ‘Passionari’ racconti delle vite e delle sofferenze dei santi martiri, si diffusero largamente negli ambienti religiosi dell’Alto e Basso Medioevo. Le ‘Gesta’ delle due sante martiri, raccontano, che Pastore, prete di Roma, scrive a Timoteo discepolo di san

 
Ostra Vetere: Mensilario della conclusione della Miscelanea Veritas di Francesco Procaccini il 20 dicembre 1840 PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Luglio 2023 18:38

Ostra Vetere: Mensilario della conclusione della Miscelanea Veritas di Francesco Procaccini il 20 dicembre 18401840 – Dopo alcuni giorni di notazioni sempre più tremolanti, l'ultima nota di “Miscelanea Veritas” di Francesco Procaccini è del 20 dicembre 1840. Cessa così, con la morte dell’autore, il diario venticinquennale di Montenovo del primo Ottocento. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 145). Una monografia edita dal Centro di Cultura Popolare ha reso omaggio alla memoria del primo “cronista”-giornalista del Comune di Montenovo (oggi Ostra Vetere), Francesco Procaccini, nato il 31 ottobre 1770 a Montesanvito dal medico di quel Comune e

 
Dall’Europa: Qatargate, perquisita l’abitazione dell’eurodeputata socialista belga Maria Arena PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Luglio 2023 18:17

Dall’Europa: Qatargate, perquisita l’abitazione dell’eurodeputata socialista belga Maria ArenaNell’ambito dell’inchiesta sul cosiddetto scandalo Qatargate, che ha coinvolto nei mesi scorsi numerosi esponenti socialisti europei, a iniziare dalla presidente dell'assemblea, l'eurodeputata socialista greca Eva Kaili, anche l’abitazione della eurodeputata belga Maria Arena è stata perquisita . “Sono stata chiamata oggi ad essere presente a casa mia in seguito alla visita del giudice istruttore”, ha annunciato la stessa eurodeputata socialista belga Arena tramite il suo legale, Michèle Hirsch. Dallo scoppio del

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 20 luglio PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Luglio 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 20 luglio1837 - Ventunesima recita “I due sergenti” in cui recitarono i due nostri paesani Napoleone Ballanti e Annibale Giovacchini. Fu gradita, con il Teatro pienissimo, riscosse alla porta scudi 2.73.½. Sono tutti contentissimi e rincresce assai di dover partire, sebbene non potrebbe durare sempre così. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 120).

1903 - Muore papa Leone XIII, il Pontefice della “Rerum Novarum”. (Raoul Mancinelli, Agostino Peverini, testo 002, 1979, p. 15).

1908 - Il nuovo Consiglio Comunale, dopo le elezioni parziali per il rinnovo di un terzo dei consiglieri, riconferma nella carica di sindaco Roberto Casci Ceccacci. (Raoul Mancinelli,

 
Accadde nel Mondo il 20 luglio PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Luglio 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 20 luglioIl 20 luglio è il 201º giorno del Calendario Gregoriano (il 202º negli anni bisestili). Mancano 164 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

555 – Verona, dopo due anni di resistenza, cade sotto il dominio dell'impero bizantino

1304 – Edoardo I d'Inghilterra cattura l'ultima roccaforte ribelle delle Guerre d'indipendenza scozzese, il Castello di Stirling

1616 – Muore nel suo esilio a Roma Hugh O'Neill protagonista della Fuga dei Conti

1808 – Giuseppe Bonaparte che si era insediato a Madrid dopo la vittoria del 14 luglio è costretto ad abbandonare la città.

 
Santo del giorno 20 luglio San Frumenzio vescovo in Etiopia PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Luglio 2023 00:00

Santo del giorno 20 luglio San Frumenzio vescovo in EtiopiaSu San Frumenzio vescovo in Etiopia Ruffino ci racconta che mentre Frumenzio e l'amico Edesio tornavano a Tiro da un viaggio, gli Etiopi uccisero tutti i componenti della loro nave. I due ragazzi furono risparmiati per la loro giovane età e dati come schiavi al re, di cui Frumenzio divenne coppiere. Alla corte di Axum si convertirono al cristianesimo per merito di mercanti greco-romani. In seguito i giovani ebbero il permesso di tornare in patria. Mentre Edesio si recò a Tiro dove contatti con San Riffino, Frumenzio si incontrò ad Alessandria d'Egitto con il vescovo Atanasio da cui fu consacrato primo vescovo di Axum. Ritornato ad Axum, sembra che ne abbia convertito il giovane re, come una iscrizione fa supporre. Il messaggio evangelico da lui portato attecchì talmente in Etiopia da resistere, secoli dopo, anche l'invasione islamica. Quando i Crociati di ritorno dalla Terrasanta portarono in Europa la

 
Ostra Vetere: Mensilario del titolo di Operaio d'onore al sampietrino Giovanni Segoni il 19 gennaio 1951 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 19 Luglio 2023 18:38

Ostra Vetere: Mensilario del titolo di Operaio d'onore al sampietrino Giovanni Segoni il 19 gennaio 1951Era stato il capo dei “sampietrini” Giovanni Segoni di Ostra Vetere a effettuare la scoperta della reliquia di San Pietro sotto la Basilica Vaticana e per questo venne insignito il 19 gennaio 1951 del titolo di “operaio d’onore” e della croce “Pro Ecclesia et Pontifice” dal papa Pio XII, come riporta l’edizione dell’Osservatore Romano del giorno dopo, riprodotto nella foto. Nella foto al centro della prima pagina dell’Osservatore Romano Giovanni Segoni è ritratto, il primo a destra, insieme al Papa Pio XII e ai membri della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/comunicati/14408-vaticano-due-nuovi-membri-nella-pontificia-commissione-di-archeologia-sacra-per-la-quale-lavoro-il-montenovese-giovanni-segoni). Papa Pio XII, pochi mesi dopo la sua elezione a pontefice, volle iniziare gli scavi sotto il pavimento della Basilica Vaticana e specialmente sotto l'altare della Confessione dove, secondo l'ininterrotta tradizione, si sarebbe dovuta trovare la tomba dell'Apostolo san Pietro. Questi scavi, diretti da monsignor Ludovico Kaas coadiuvato dagli archeologi professor Enrico Josi, Padre Antonio Ferrua e Padre Engelbert Kirschbaum e dall'architetto Bruno Maria Apollonj Ghetti, durarono circa un decennio (dal 1941 al 1950) e portarono dapprima alla scoperta, sotto la Basilica Vaticana, di una vasta necropoli di epoca precristiana, orientata da ovest a est, che l'estrema zona ovest comprende un cortile abbastanza vasto, delimitato sulla sinistra da un muro che va da nord a sud, detto "Muro rosso", dal colore dell'intonaco che lo ricopre. Al centro di questo "Muro rosso" è visibile una piccola nicchia semicircolare e un poco più in alto un piccolo muro, ricoperto sul lato nord da numerosi graffiti, che fa da sfondo alla Edicola del II secolo e la base delle due colonnine marmoree che sostenevano la lastra di travertino che costituivano l'Edicola o "Trofeo di Gaio" del II secolo. Tra la nicchia e la base delle due colonnine, ossia proprio al centro del

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 19 luglio PDF Stampa E-mail
Mercoledì 19 Luglio 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 19 luglio390 a.C. - Collegati alla ricorrenza della sconfitta subita dai romani sul fiume Allia dai Galli Senoni guidati da Brenno, vennero poi istituiti i cosiddetti Lucaria (19 e il 21 luglio) che celebravano le divinità dei boschi che avevano offerto rifugio agli scampati della battaglia. Presi dal panico i soldati romani si rifugiarono a Caere e Veio; chi restò a Roma organizzò le difese sul Campidoglio. (Fiorani Alberto, Brenno, testo 154, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 2011, p. 70).

1837 - Ventesima recita “La moglie matta, il marito più di lei, l'amico più di loro, il medico più di tutti” fù gradita all'estremo con risate immense; poco popolo e soltanto in platea,

 
Accadde nel Mondo il 19 luglio PDF Stampa E-mail
Mercoledì 19 Luglio 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 19 luglioIl 19 luglio è il 200º giorno del Calendario Gregoriano (il 201º negli anni bisestili). Mancano 165 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

64 – incendio di Roma (dies nefastus)

484 – Leonzio viene incoronato imperatore a Tarso, in opposizione a Zenone

711 – Le forze musulmane di Tariq ibn Ziyad sconfiggono i Visigoti guidati da re Rodrigo

1333 – battaglia di Halidon Hill: battaglia finale delle Guerre d'indipendenza scozzese (vedi: Storia della Scozia)

1544 – Inizia l'assedio di Boulogne, durante l'invasione di Enrico VIII in Francia

 
Santo del giorno 19 luglio San Simmaco papa PDF Stampa E-mail
Mercoledì 19 Luglio 2023 00:00

Santo del giorno 19 luglio San Simmaco papaLa prima redazione del ‘Liber Pontificalis’ riporta al 19 luglio, la data di celebrazione di san Simmaco papa, che governò la Chiesa dal 498 al 514. Non risulta che prima del secolo XV godesse del culto di santo, finché non fu inserito prima nel Martirologio di Usuardo e poi nel ‘Martirologio Romano’. Nativo della Sardegna, venne eletto il 22 novembre 498; consolidò i beni ecclesiastici e li chiamò benefici stabili ad usufrutto dei chierici. Riscattò tutti gli schiavi donando loro la libertà; gli venne attribuita la prima costruzione del palazzo del Vaticano. I primi anni del pontificato furono scossi dallo scisma dell’antipapa Lorenzo (498-505), aggravato dal prepotente intervento del re

 
Ostra Vetere: Mensilario della nascita di San Giovanni Paolo II a Wadowice in Polonia il 18 maggio 1920 PDF Stampa E-mail
Martedì 18 Luglio 2023 18:46

Ostra Vetere: Mensilario della nascita di San Giovanni Paolo II a Wadowice in Polonia il 18 maggio 1920Il 18 maggio si commemora l’anniversario della nascita di San Giovanni Paolo II, Karol Jósef Wojtyla, nato a Wadowice in Polonia e defunto nella Città del Vaticano a Roma il 2 aprile 2005. E’ stato il 264° papa della Chiesa cattolica e vescovo di Roma, 6° sovrano dello Stato della Città del Vaticano. Fu eletto papa il 16 ottobre 1978. In seguito alla causa di beatificazione, il 1º maggio 2011 è stato proclamato beato dal suo immediato successore papa Benedetto XVI e viene festeggiato annualmente nel giorno del suo insediamento, il 22 ottobre. Nella storia della Chiesa, non accadeva da circa un millennio che un papa proclamasse beato il proprio immediato predecessore. Il 27 aprile 2014, insieme a papa Giovanni XXIII, è stato proclamato santo da papa Francesco. San Giovanni Paolo II, primo papa non italiano dopo 455 anni, cioè dai tempi di Adriano VI (1522-1523), è stato inoltre il primo pontefice polacco della storia e il primo proveniente da un Paese di lingua slava. Il suo pontificato è durato 26 anni, 5 mesi e 17 giorni ed è stato il terzo pontificato più lungo in assoluto, dopo quello del beato papa Pio IX senigalliese e quello tradizionalmente attribuito a san Pietro apostolo. A san Giovanni Paolo II la comunità di Ostra Vetere è particolarmente legata, fin da quando centinaia di nostri compaesani si recarono con una decina di autobus e numerose auto a Roma in udienza presso la Sala Nervi in Vaticano il mercoledì 12

 
Ostra Vetere - Mensilario della nascita dell’imperatore Traiano il 18 settembre 53 d.C. PDF Stampa E-mail
Martedì 18 Luglio 2023 18:40

Ostra Vetere - Mensilario della nascita dell’imperatore Traiano il 18 settembre 53 d.C.Marco Ulpio Nerva Traiano  (Italica, 18 settembre 53 – Selinunte in Cilicia, 8 agosto 117) imperatore romano regnante dal 98 al 117 d.C., nacque nella città romana spagnola di Italica (odierna Santiponce, non lontano dall'attuale Siviglia) fondata e abitata da coloni italici nel 206 a.C. da un insieme di veterani (legionari romani e alleati italici) feriti o malati dell'esercito di Scipione Africano, nella Hispania Baetica (attuale Andalusia, Spagna). Il ramo traianeo della Gens Ulpia proveniva dall'Umbria, in particolare da Todi. Suo padre Marcus Ulpius Traianus, anche lui nato nella città di Italica in Hispania, era senatore, e quindi Traiano apparteneva a una famiglia senatoria. Nell'88 ottenne il comando come legatus legionis della legio VII Gemina, che era posizionata nel nord della Spagna. E mentre era al comando della legione spagnola, Domiziano gli ordinò durante l'inverno dell'88/89 di sopprimere la ribellione di Lucio Antonio Saturnino a Mogontiacum (Magonza), nella Germania Superiore. Ma la rivolta di Saturnino fu repressa nel sangue da Aulo Bucio Lappio Massimo prima che Traiano potesse intervenire. Per ricompensarlo della sua fedeltà Domiziano lo fece console con Manio Acilio Glabrione nel 91. Valente militare e popolare comandante, venne adottato

 
Ostra Vetere: Anniversario dei Galli Senoni di Brenno che sconfiggono i romani all'Allia il 18 luglio 390 a.C. PDF Stampa E-mail
Martedì 18 Luglio 2023 18:35

Ostra Vetere: Anniversario dei Galli Senoni di Brenno che sconfiggono i romani all'Allia il 18 luglio 390 a.C.Brenno unificò le tribù dei Galli Sénoni conquistando tutte le terre tra Romagna e Piceno. Quindi, durante una incursione contro gli Etruschi, assediò Chiusi che invocò l'aiuto di Roma. Il Senato romano inviò tre emissari appartenenti alla Gens Fabia, per mediare tra Galli e assediati (WWW Brenno = http://it.wikipedia.org/wiki/Brenno). Diodoro (XIV, 113-117) dice che i Romani erano andati a Chiusi per vedere cosa stava succedendo e vi avevano trovato 30.000 Galli che combattevano contro la città (KRUTA-MANFREDI, p. 87). L'ambasceria romana tuttavia non rimase neutrale e i Romani dichiararono guerra ai Sénoni (WWW Brenno = http://it.wikipedia.org/wiki/Brenno). Si venne a battaglia ma gli stessi legati romani, violando il diritto delle genti (noi diremmo il «diritto internazionale»), si gettarono nella mischia combattendo dalla parte degli Etruschi e uno di loro, Quinto Fabio, uccise di sua mano addirittura il duce nemico. Fu però riconosciuto e i Galli abbandonarono la battaglia contro gli Etruschi per rivolgersi contro Roma

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 18 luglio PDF Stampa E-mail
Martedì 18 Luglio 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 18 luglio390 a.C. - Dopo che l’anno precedente i Galli Senoni, provenienti dalla nostra zona, avevano invaso l’Etruria e assediato Chiusi, questa chiese aiuto a Roma che intervenne, ma fu sconfitta nella battaglia del fiume Allia dall’esercito dei Galli Senoni guidati da Brenno. (Fiorani Alberto, Brenno, testo 154, Ostra Vetere, Centro Cultura Popolare, 2011, p. 61). (Fiorani Alberto, Gellio Egnazio, testo 155, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 2011, p. 33).

390 a.C. - La battaglia, secondo la testimonianza di Diodoro avvenne tra 70.000 Galli e 24.000 Romani. Approntato uno sbarramento sulla riva del Tevere in corrispondenza dell’affluente Allia, l'esercito

 
Accadde nel Mondo il 18 luglio PDF Stampa E-mail
Martedì 18 Luglio 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 18 luglioIl 18 luglio è il 199º giorno del Calendario Gregoriano (il 200º negli anni bisestili). Mancano 166 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

388 a.C. – Battaglia del fiume Allia: sconfitta dei Romani ad opera dei Galli Senoni nei pressi del fiume Allia; la sconfitta dell'esercito romano permise ai Galli di mettere a sacco Roma

64 – Grande incendio di Roma: Il fuoco inizia a bruciare nell'area mercantile di Roma e ben presto va fuori controllo. Si racconta che l'Imperatore Nerone suoni la lira e canti, mentre osserva l'incendio da distanza di sicurezza

1620 – nel corso della notte in Valtellina i

 
Santo del giorno 18 luglio San Simone da Lipnica sacerdote PDF Stampa E-mail
Martedì 18 Luglio 2023 00:00

Santo del giorno 18 luglio San Simone da Lipnica sacerdoteSimone nacque a Lipnica Murowana, in Polonia, tra il 1435 ed il 1440. Studente presso l’università di Cracovia, venne a contatto con San Giovanni da Capestrano, che aveva appena aperto nel 1453 il primo convento di frati francescani. Desideroso di entrarvi, fu però persuaso a concludere prima i suoi studi. Divenne poi finalmente frate e ricevette l’ordinazione presbiterale entro il 1465. La sua devozione e la fama di predicatore gli meritarono svariati incarichi all’interno dell’ordine: dal 1465 fu guardiano della casa di Tarnow e membro del capitolo provinciale a Cracovia. Ma già due anni prima era stato scelto quale predicatore ufficiale delle cattedrale di Wawel, primo del suo ordine ad occupare un ruolo tradizionalmente in mano ai domenicani. Divenne così presto famoso per le sue omelie, in particolar modo per la chiarezza nell’interpretazione delle Sacre Scritture, a tal

 
Ostra Vetere: Ma l’area attrezzata per la tendopoli e l'eliporto perché non c’è? PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Luglio 2023 23:36

Ostra Vetere: Ma l’area attrezzata per la tendopoli e l'eliporto perché non c’è?Il comunicato odierno dell’INGV Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia informa sui terremoti in tempo reale. Nel tardo pomeriggio di oggi serie di scosse tra magnitudo 2.2 e magnitudo 2.0 a Castignano (AP). Alle 7:34 una scossa di magnitudo 2.1 a Castelsantangelo sul Nera (MC) con ipocentro a 11 km. Alle ore 7:35 un sisma di magnitudo 3.1 nel Mar Tirreno Meridionale con ipocentro a 266 km. Alle ore 7:51 una scossa di magnitudo 2.0 a Castignano (AP) con ipocentro a 16 km. All’estero forte terremoto di magnitudo 6.5 in Sud Argentina con ipocentro a 176 km. Tra terremoti vicini e lontani non si può che nutrire preoccupazioni. Gli unici che non si preoccupano

 
Ostra Vetere: Mensilario del clamoroso risultato delle elezioni comunali. Mai più “passione” dal 17 maggio 2023 PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Luglio 2023 18:42

Ostra Vetere: Mensilario del clamoroso risultato delle elezioni comunali. Mai più “passione” dal 17 maggio 2023Poteva esserci un segnale più netto e incontestabile di quello uscito dalle urne del 15-16 maggio 2023? No di certo. Il popolo montenovese, non più “soverano” bensì autenticamente “sovrano”, si è espresso chiarissimamente e sonoramente con il voto: basta con le discriminazioni, basta con i soprusi, basta con i dispetti e basta con i danni che ci hanno fatto subire per lunghi decenni. Quando è troppo è troppo e indietro non si torna. Finalmente. Il voto di queste elezioni è un patrimonio ineguagliabile di chiarezza pubblica. Auguriamo al nostro amato paese di non cadere mai più in altre avventure nazional-socialiste, siano esse di destra che di sinistra, che hanno purtroppo funestato il secolo passato fino allo

 
Ostra Vetere: Mensilario dell’inchiesta Manipulite e della fine della Prima Repubblica il 17 febbraio 1992 PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Luglio 2023 18:36

Ostra Vetere: Mensilario dell’inchiesta Manipulite e della fine della Prima Repubblica il 17 febbraio 1992Lunedì 17 febbraio 1992 il Pubblico Ministero Antonio Di Pietro chiese e ottenne dal Giudice per le Indagini Preliminari l’ordine di cattura dell'ingegnere Mario Chiesa, presidente del Pio Albergo Trivulzio e membro di primo piano del Partito Socialista Italiano milanese. Chiesa era stato colto in Flagranza di reato mentre intascava una tangente da un imprenditore di Monza che, stanco di pagare, lo aveva denunciato ai Carabinieri. L’imprenditore,

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 17 luglio PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Luglio 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 17 luglio1827 - Le Marionette Burattini sempre più si fanno compatire, ma fanno soldi. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 1983, p. 87).

1837 - Diciottesima recita, fatta ripetere dalla contessa Pierina Mauruzj, pagando lei tutte le spese teatrali, cioè illuminazioni, facchini ed altro rappresentando “Chiara di Rosembergh”, seria ma con pochi spettatori. Riscosse alla porta scudi 1.72.½. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 119).

1839 - Questa sera è andata in scena a Senigallia la prima recita per titolo “La Lucia” e si paga l'ingresso alla porta per chiunque

 
Accadde nel Mondo il 17 luglio PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Luglio 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 17 luglioIl 17 luglio è il 198º giorno del Calendario Gregoriano (il 199º negli anni bisestili). Mancano 167 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

180 - Dodici abitanti di Scillium, nel Nord Africa, vengono giustiziati in quanto cristiani: i Martiri scillitani. Questa è la prima notizia registrata della presenza cristiana in quella parte del mondo

1212 - Spagna: battaglia di Las Navas de Tolosa

1429 - Carlo VII è ufficialmente incoronato re di Francia

1505 - Martin Lutero entra in convento a Erfurt. Diventerà sacerdote due anni dopo

 
Santo del giorno 17 luglio Santa Edvige (Jadwiga) regina di Polonia PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Luglio 2023 00:00

Santo del giorno 17 luglio Santa Edvige (Jadwiga) regina di PoloniaSanta Edvige (Jadwiga) regina di Polonia l’8 giugno 1997 a Kraków, in Polonia, Giovanni Paolo II venne canonizzata dinnanzi ad una folla oceanica la prima regina della sua nazione, Jadwiga (Edvige), appartenete alla “gloriosa stirpe degli Angioini”, dunque di sangue capetingio. Nei suoi confronti persiste un’ininterrotta ammirazione del popolo polacco, un vero e proprio culto ancora vivo a distanza di secoli. Nata a Buda nel 1374, dalla stirpe capetingia degli Angioini a quel tempo regnati sull’Ungheria, dovette appena maggiorenne annullare gli “sponsalia de futuro” stipulati dai suoi genitori quando lei aveva solo quattro anni, com’era tipica prassi medievale, per combinare un matrimonio con Guglielmo d’Asburgo. Il 18 febbraio 1386 sposò invece il granduca lituano Jagello, che promise di ricevere il battesimo insieme con tutta la sua nazione, ultimo baluardo pagano in Europa, nonché l’unificazione alla Polonia. Pare che Edvige sia giunta a prendere una decisione così importante per la

 
Ostra Vetere: Mensilario della Unione-Fusione dei Comuni e muore l’Autonomia il 16 marzo 2018 PDF Stampa E-mail
Domenica 16 Luglio 2023 18:54

Ostra Vetere: Mensilario della Unione-Fusione dei Comuni e muore l’Autonomia il 16 marzo 2018Ce l’ha fatta. Bruciando tutti sul filo di lana, il Partito Deformatico ha fatto abbattere la scure contrattuale sulle radici delle Autonomie Municipali. Né ha voluto far svolgere, come avevamo insistentemente chiesto, l’unico strumento vero della democrazia (contraddicendo addirittura lo stesso nome che si sono scelti per il loro partito) che è il Referendum, strumento e simbolo di Libertà e Giustizia per la difesa dell’Autonomia. Giorno più nefasto di quello odierno non poteva ricorrere. Senza stare a sentire nessuno, il rosseggiante e sferrazzante treno-PD, incurante delle clamorose sconfitte cumulate, come quelle della fusione Senigallia-Morro D’Alba, del Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016, delle Elezioni Politiche dello scorso 4 marzo 2018, ha tirato dritto e l’ha fatta grossa. Cade oggi, dal 16 marzo 2018, il Mensilario (l’anniversario mensile) dell’Unione-Fusione che fa morire l’Autonomia Municipale. Non ci è rimasta che una sola cosa da fare: rovesciare la maggioranza di sinistra che purtroppo avevamo qui a Ostra Vetere e sostenere unanimemente “montenovonostro” a raggiungere la maggioranza nelle elezioni amministrative comunali anticipate. Solo così si allontanerà definitivamente lo spettro della riduzione di Montenovo a smunta e misera frazione periferica di Senigallia Magna. Solo "montenovonostro” promette infatti che, se gli verrà affidato con il voto dai nostri compaesani il compito di tornare a guidare il Comune, revocherà immediatamente tutti gli atti amministrativi lesivi della Libertà, dell’Autonomia e della Giustizia locale che solo “montenovonostro” programmaticamente difende. Solo così verrà fermato il pauroso progetto di rossa collettivizzazione e globalizzazione di beni, strutture, infrastrutture, servizi e personale che le amministrazioni nazional-socialiste hanno ciecamente realizzato in danno della comunità locale. Dobbiamo tutti impedire che venga commesso uno scempio istituzionale che sarebbe tragicamente irreversibile, dopo 900 anni di Libertà e di autogoverno locale. Per questo lanciamo un accorato appello: uniamoci tutti ad aiutare Montenovo a sopravvivere e ad addebitare ai firmatari dello sciagurato accordo iugulatorio i pesi e i danni da loro stessi provocati. Chiamiamo tutti a collaborare, di qualunque idea politica anche diversa, ma tuttavia orientata all’unico scopo di salvare il Comune di Montenovo, per formare una Lista Unica Per l’Autonomia che sia alternativa a quello che rimane del nazional-socialismo e sostenerla convintamente, spiegando bene a familiari, amici e conoscenti il gravissimo rischio che sta correndo il nostro paese ridotto com’è dopo un trentennio di amministrazioni rosse, salvo pochi anni di intermezzo. Solo una massiccia mobilitazione popolare potrà scongiurare il pericolo ormai definitivo, imposto artificiosamente da ciò che rimane della

 
Ostra Vetere: Mensilario della restituzione all'Italia della mummia del Similaun il 16 gennaio 1998. Quando a noi la statua dell’imperatore Traiano? PDF Stampa E-mail
Domenica 16 Luglio 2023 18:48

Ostra Vetere: Mensilario della restituzione all'Italia della mummia del Similaun il 16 gennaio 1998. Quando a noi la statua dell’imperatore Traiano?Per noi del Centro di Cultura Popolare quella di oggi è una giornata importante: Oetzi, 25 anni fa l'ultimo viaggio da Innsbruck a Bolzano il 16 gennaio 1998. Quel giorno ha avuto fine l'ultimo viaggio dell'uomo dei ghiacciai, trasferito da Innsbruck, capoluogo del Tirolo, a Bolzano nel museo appositamente allestito in città esattamente 25 anni fa. Il 16 gennaio 1998 Oetzi effettuò infatti il suo "ultimo viaggio". La mummia divenne velocemente una vera e propria superstar, attirando in questi anni oltre cinque milioni di visitatori. Il trasporto fu scortato fino al passo del Brennero dalla gendarmeria austriaca e alla frontiera fu preso in consegna dalla polizia italiana. Dietro il convoglio un codazzo di fotografi e di cineoperatori degli organi di informazione di tutta Europa. Le speciali norme di sicurezza furono messe in atto dopo che era stata resa nota una lettera della sigla terroristica Ein Tirol, che minacciava provvedimenti nel caso la mummia fosse stata consegnata ''alla forza di occupazione italiana''. La proprietà della mummia, trovata nel 1991, fu contesa fra Austria e Italia e solo una rimisurazione dei confini nella zona del ritrovamento consentì di stabilire che la mummia era stata trovata in territorio italiano. Aveva così termine una lunga contesa fra i due Stati. La Mummia del Similaun o anche uomo del Similaun, uomo dell'Hauslabjoch e familiarmente Ötzi, è un reperto antropologico casualmente rinvenuto il 19 settembre 1991 in Trentino-Alto Adige, in prossimità del confine austro-italiano, ai piedi del ghiacciaio del Similaun a 3213 m s.l.m. Si tratta del corpo di un essere umano di sesso maschile risalente all'età del rame (circa 3300 - 3100 anni a.C) conservatosi grazie alle particolari condizioni climatiche all'interno del ghiacciaio. L'esame degli osteociti colloca l'età

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 16 luglio PDF Stampa E-mail
Domenica 16 Luglio 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 16 luglio1677 - La Confraternita dei Piceni a Roma, cui partecipavano anche i montenovesi, venne eretta in Arciconfraternita da Innocenzo XI con Breve del 16 luglio 1677. (Alberto Fiorani, La storia e i caratteri della devozione lauretana delle confraternite, testo 041, Ostra Vetere, Centro Cultura Popolare (AN), 1995, pp).

1837 - Diciassettesima recita “Ciò che piace alle Signore Donne” vi fù molto da ridere, ma insulsa per i pochi spettatori. Riscosse alla porta scudi 1.98.½. Poveretti gli attori, da tutti compassionati. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, 1983, p. 119).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 601

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.