Provincia_Ancona.jpg

Login

Chi è online

 205 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home
Cyprus: 2018 ΕΤΟΣ ΠΟΛΙΤΙΣΤΙΚΗΣ ΚΛΗΡΟΝΟΜΙΑΣ PDF Stampa E-mail
Domenica 15 Aprile 2018 15:25

Cipro Ulisse agli inferiΤο Κέντρο Πολιτιστικής Κληρονομιάς σας προσκαλεί στην διάλεξη της Δρος Ειρήνης Κυριάκου Ειδική Επιστήμων, Τμήμα Κλασσικών Σπουδών και Φιλοσοφίας, Πανεπιστήμιο Κύπρου. την Παρασκευή 20 Απριλίου 2018 και ώρα 7:30 μμ με θέμα: ΤΟ ΤΑΞΙΔΙ ΤΟΥ ΟΔΥΣΣΕΑ ΣΤΟΝ ΚΟΣΜΟ ΤΩΝ ΨΥΧΩΝ (Οδύσσεια, ραψωδία 11). Η διάλεξη είναι ανοικτή για το κοινό και θα δοθεί στην αίθουσα διαλέξεων του Κέντρου Πολιτιστικής Κληρονομιάς Οδός Μ. Αλεξάνδρου

 
Da Montenovo: Il paese più bello che c’è, a meritare molto di più PDF Stampa E-mail
Sabato 14 Aprile 2018 23:42

Da Montenovo Il paese più bello che c è a meritare molto di piùAltro che chiacchiere inutili e sinistre promesse false per nascondere l’incapacità di chi non è all’altezza del compito assunto. Per risollevare il paese dall’inarrestabile disastro attuale, tutti sono chiamati a rimboccarsi le maniche per difendere Montenovo dall’evidente declino. Aiutiamoci a costruire un vero progetto di rilancio, che faccia tornare il paese a crescere di nuovo, come 35 anni fa, più bello e più ricco di prima. Potremo farlo se, condividendo tutti insieme i nostri tre pilastri ideologici di Libertà, Autonomia e Giustizia, sapremo metterci al lavoro per ricostruire quello che è stato distrutto in questi trent’anni: la libertà di sentirci ed essere uguali, la capacità di amministrarci da soli rifiutando l’invasione forestiera che vuole toglierci l’autonomia e praticando la giustizia per tutti, una giustizia giusta, uguale per ognuno senza discriminazioni e ritardi. Solo così,

 
Ostra Vetere: Ufficio di Collocamento PDF Stampa E-mail
Sabato 14 Aprile 2018 22:37

Ostra Vetere Ufficio di Collocamento

Manteniamo la promessa di gestire uno spazio settimanale dedicato alle offerte di lavoro. Lo facciamo per questo nostro paese di Montenovo che, dalla gloriosa epoca della ricostruzione post-bellica fino alla metà degli anni ’80 in cui fervevano lavori, attività e commerci, è ridotto come tutti possono vedere oggi. Chiuse fabbriche, laboratori, imprese, negozi, Ospedale, Ufficio di Collocamento e, ormai, quasi anche il

 
Dalle Marche: Il centrodestra e il candidato a Sindaco di Ancona Stefano Tombolini sul futuro dell'INRCA PDF Stampa E-mail
Sabato 14 Aprile 2018 17:35

Dalle Marche Il centrodestra  e il candidato a Sindaco di Ancona Stefano Tombolini sul futuro dell INRCAOggi il centrodestra  e il candidato a Sindaco per la città di Ancona Stefano Tombolini hanno parlato del futuro dell'INRCA. Per il capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale Sandro Zaffiri la città di Ancona, capoluogo di Regione, rimarrà senza l'ospedale dell'INRCA grazie ai provvedimenti adottati sino ad oggi dalla maggioranza di governo della Regione Marche a guida PD. L'INRCA è stato nel tempo un polo d'eccellenza non solo per le Marche ma per l'Italia intera, soprattutto nell'ambito della ricerca, era una struttura nevralgica e strategica

 
Ostra Vetere: Ma nelle presenti sventure è l’unico che si salva PDF Stampa E-mail
Venerdì 13 Aprile 2018 18:58

Ostra Vetere Ma nelle presenti sventure è l unico che si salvaCosa ci tocca leggere! Il giornale on-line “Centropagina” dello scorso 6 aprile riportava l’articolo intitolato “Ostra Vetere, centrodestra e centrosinistra al lavoro in vista delle elezioni comunali di giugno. Memè non si ricandida” (http://www.centropagina.it/senigallia/ostra-vetere-elezioni-amministrative-giugno-sindaco-meme-non-si-ricandida/). Memè non si ricandida? E perché? Cosa è successo nel frattempo, Memè, che abdichi e te ne vai? Cosa sarà mai successo, dopo tutte quelle tante cose che avresti fatto bene, come hai dichiarato tu?

 
Ostra: Anche il Comune è pronto per ricevere DAT PDF Stampa E-mail
Venerdì 13 Aprile 2018 18:03

Ostra Anche il Comune è pronto per ricevere DATAnche l’Ufficio di Stato Civile del Comune di OSTRA è pronto per ricevere le dichiarazioni anticipate di trattamento (D.A.T.). Anche il Comune di Ostra ha dato avvio al testamento biologico attraverso il proprio ufficio di stato civile in attuazione della recente disposizione in materia e su indicazioni operative della Prefettura di Ancona. La regolamentazione del testamento biologico (o dichiarazione anticipata di trattamento) si pone l’obiettivo di dare soluzione al problema dell’interruzione dei

 
Senigallia: Tutti a San Rocco domenica mattina PDF Stampa E-mail
Venerdì 13 Aprile 2018 17:37

Senigallia Tutti a San Rocco domenica mattinaTutti a San Rocco, domenica mattina. Cari Amici, seppure in ritardo con l’unito allegato faccio ancora in tempo ad invitarvi al 150° Anniversario di Fondazione dell’Azione Cattolica, in programma domenica prossima 15 aprile a partire dalle ore 10.00 all’Auditorium San Rocco di Senigallia. Al termine della mattinata, verso le 12.00 circa, i superstiti Presidenti diocesani della GIAC e GFAC del centenario del 1968, ovvero il sottoscritto e la Florisa Fileri, saranno lieti di offrirVi al Circolo ACLI un vino aperitivo per ricordare insieme e scambiare qualche idea. Cordialmente  Franco P. Vedi allegato. Aggiungo anche il link https://youtu.be/lEgyxwfhOKk messo a disposizione da Gianluigi Mazzufferi per vedere la recensione TG dell'ultimo bel libro di Vittorio Mencucci.

da Franco Porcelli

 
Dalle Marche: Per Zaffiri della Lega Nord è una gestione fallimentare del terremoto PDF Stampa E-mail
Venerdì 13 Aprile 2018 17:28

Dalle Marche Per Zaffiri della Lega Nord è una gestione fallimentare del terremotoTERREMOTO. ZAFFIRI (LEGA NORD): “Una gestione fallimentare da parte della Giunta regionale che continua come nulla fosse”. Sono evidenti gli errori e i ritardi nella gestione dell’emergenza, nella programmazione e nella ricostruzione, da parte della Giunta regionale, a fronte di un terremoto che ha colpito le Marche ormai quasi due anni or sono. Questo il contenuto della denuncia formulata dal

 
Ostra Vetere: Mensilario della soppressione dell’Ospedale PDF Stampa E-mail
Giovedì 12 Aprile 2018 18:49

Ostra Vetere Mensilario della soppressione dell OspedaleRicorre oggi il Mensilario (anniversario mensile) della riprovevole “capitolazione” stipulata dal sindaco con le soverchianti forze politiche di sinistra che “comandano” ormai da molti decenni la sanità regionale e che in trentacinque anni (dal 1982) hanno tentato di tutto pur di toglierci il tanto che avevamo in paese, qui da noi. Avevamo l’Ospedale “Antonio Canova” (un Ospedale originariamente dedicato a Santa Caterina, edificato dal nostro compaesano Lazzaro e ancora ricordato in un antichissimo codice manoscritto vescovile dell’anno 1342, quasi settecento anni fa) e adesso non c’è più Ospedale da noi. Avevamo un Primario Chirurgo e adesso non c’è più Primario. Avevamo tre medici assistenti ospedalieri e adesso non ci sono più medici assistenti ospedalieri. Avevamo cinque infermieri professionali e adesso non abbiamo più infermieri professionali, salvo una, bravissima, ma che dipende dalla RSA di Corinaldo e non ci sono più altri infermieri qui da noi. Avevamo sei suore infermiere e assistenti, ma sono state cacciate in malo modo e non ci

 
Ostra: Si parte con il rilascio della carta di identità elettronica PDF Stampa E-mail
Giovedì 12 Aprile 2018 18:44

Ostra Si parte con il rilascio della carta di identità elettronicaAnche i cittadini di Ostra potranno, dal 16 aprile 2018, richiedere all’Ufficio Anagrafe la nuova carta di Identità elettronica (CIE) che andrà a sostituire il precedente documento cartaceo. Il tempo stimato, per la procedura relativa alla richiesta, è di circa 20 minuti, pertanto sarà necessaria la prenotazione da parte degli interessati, attraverso i referenti: Angelo Purziani e Sabrina Santinelli, da effettuare telefonando al n. 071-7980606 interno 433 o recandosi personalmente allo sportello in orario d’apertura. Il possesso di detto documento elettronico è molto importante ed oggi rappresenta la condizione necessaria per l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione poichè fornito di banda ottica e microchip dove sono memorizzati i dati del titolare per l’immediata identificazione. L’ufficio anagrafe di Ostra essendo fornito di una sola postazione, al fine di ottimizzare i tempi di

 
Senigallia: Convegno "#TURISMO #365" organizzato da Lega, Fratelli d’Italia e Energie per Senigallia PDF Stampa E-mail
Giovedì 12 Aprile 2018 18:05

Senigallia Convegno TURISMO 365 organizzato da Lega Fratelli d Italia e Energie per SenigalliaSENIGALLIA: AUDITORIUM SAN ROCCO, VENERDì 13 APRILE ORE 21. TUTTO PRONTO PER IL CONVEGNO "#TURISMO #365" ORGANIZZATO DA LEGA, FRATELLI D'ITALIA E ENERGIE PER SENIGALLIA. Tutto pronto per il Convegno “TURISMO 365” organizzato da “Energie per Senigallia”, “Lega” e “Fratelli d’Italia”. Lo scambio di opinioni si svolgerà a Senigallia all’Auditorium San Rocco Venerdì 13 aprile alle ore 21.00. Sono stati invitati: l’On. Avv. Jacopo MORRONE della Lega, che viene dall'Emilia-Romagna, il quale illustrerà come e perché il loro 'modello' di Turismo funziona da oltre 30 anni; Emiliano Pigliapoco, Presidente FederAlberghi Marche; Marco Manfredi, Presidente FederAlberghi della Provincia di Ancona e Presidente della Associazione Albergatori di Senigallia; Silvia Tomassoni, Esperta in Economia del Turismo. Ad introdurre la sessione dei lavori saranno Davide Da Ros, Consigliere Capogruppo della Lega al Consiglio comunale di Senigallia, e Marcello Liverani,

 
Dalle Marche: Il capogruppo della Lega Sandro Zaffiri sulla pesantissima situazione dell’Aerdorica PDF Stampa E-mail
Giovedì 12 Aprile 2018 17:11

Dalle Marche Il capogruppo della Lega Sandro Zaffiri sulla pesantissima situazione dell Aerdorica"AERDORICA: SITUAZIONE PESANTISSIMA. Zaffiri sposa le preoccupazioni dei sindacati: “La Regione sblocchi risorse e garantisca un futuro ai lavoratori”. Mercoledì la Commissione d’inchiesta Aerdorica ha ascoltato le preoccupazioni dei lavoratori dell’aeroporto ai quali, dal mese dello scorso dicembre, è stato corrisposto soltanto lo stipendio di febbraio. Oggi, il consigliere della Lega nord, Sandro Zaffiri, che di quella Commissione d’inchiesta è anche presidente, fa eco alla voce dei rappresentanti sindacali chiedendo un preciso

 
Dall’Italia: Aprile 2018 tre anniversari importanti per l’ANPC PDF Stampa E-mail
Giovedì 12 Aprile 2018 16:18

Dall Italia Aprile 2018 tre anniversari importanti per l ANPCAprile 2018: tre anniversari importanti. FERENTINO, la città ricorda il sacrificio di don Morosini. Come ogni anno, la città di Ferentino ha ricordato la figura di Don Giuseppe Morosini in occasione dell'anniversario del suo sacrificio. La cerimonia organizzata dal Comune e dal Comitato onoranze Don Morosini , presieduto da Primo Poletta e con la collaborazione dell'Associazione Pro Loco, dell'Associazione Cesare Sterbini, dell'Associazione Banda Musicale Città di Ferentino e della parrocchia dei SS: Giovanni e Paolo è stata molto sentita e

 
Ostra Vetere: Un altro disastro per una nuova forte scossa di terremoto PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Aprile 2018 22:46

Ostra Vetere Un altro disastro per una nuova forte scossa di terremotoUna dietro l’altra. E’ notizia di ieri la sequenza sismica di forte intensità che ha nuovamente colpito il cratere con crolli e danni. Anche i moduli abitativi di emergenza hanno fatto verificare crolli e danni, pur essendo nuovi di zecca, mentre denunce e multe si annunciano per tutti quelli che, non potendo attendere le lungaggini dello Stato e del Governo, hanno deciso di costruirsi le casette provvisorie in proprio. No, di questi tempi non si può prendere nessuna iniziativa, i cittadini hanno le mani legate e lo Stato latita e combina i ritardi vertiginosi che sono sotto gli occhi di tutti. Ma non è bastata la batosta di ieri. Anche oggi nuove forti scosse di terremoto. Di magnitudo 3.4 quella più elevata. Alle ore 6:41 di stamattina un altro terremoto di magnitudo 3.6 si è abbattuto in Toscana, mentre alle 6:48 un altro terremoto di magnitudo 3.7 ha colpito in Calabria. Alle ore 18:26, infine, una lieve scossa di magnitudo 2.0 ha colpito nuovamente Pieve Torina (MC). A quando scosse analoghe si potranno abbattere non solo in Toscana e in Calabria, come nel maceratese, ma anche da noi? E con quali rischi per la pubblica incolumità priva dello strumento minimo di prevenzione di quel “famoso piano ben preciso” che non vede

 
Ostra Vetere: Sindaco e assessori sotto inchiesta per abuso d’ufficio PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Aprile 2018 21:23

Ostra Vetere Sindaco e assessori sotto inchiesta per abuso d ufficioGià lo scorso Giovedì 05 Aprile 2018 avevamo dovuto dare notizia che il sindaco e assessori di Ostra Vetere sono stati posti sotto inchiesta per abuso d’ufficio fin dallo scorso 28 marzo, come documentava il giornale on-line “Centropagina” intitolato “Abuso d’ufficio per la giunta di Ostra Vetere: indagati sindaco, vice e due assessori” del 28 marzo 2018 a firma della giornalista Marina Verdenelli (http://www.centropagina.it/senigallia/abuso-dufficio-per-la-giunta-di-ostra-vetere-indagati-sindaco-vice-e-due-assessori/), che per correttezza abbiamo riprodotto integralmente nel nostro comunicato intitolato

 
Senigallia: Un nuovo incarico al Parlamento europeo di Bruxelles per Massimo Bello PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Aprile 2018 16:51

Senigallia Un nuovo incarico al Parlamento europeo di Bruxelles per Massimo BelloUn nuovo incarico al Parlamento europeo di Bruxelles per il Presidente dell’Associazione culturale e politica ‘Energia per Senigallia’ Massimo Bello. Massimo Bello, già sindaco della città di Ostra Vetere (2004-2013), ex consigliere comunale di Senigallia (1994-2004) ed ex consigliere provinciale di Ancona (2002-2012), è stato chiamato, dallo scorso gennaio, a fare parte dello Staff dell’On. Aldo Patriciello (Gruppo Partito Popolare europeo - PPE), e assegnato dall’Entourage del MEP (Member European Parliament) a seguire e ad occuparsi – insieme al collega Alessandro Bevilacqua (assessore all’ambiente della città di Chieti) - delle attività relative alle Commissioni parlamentari EMPL (occupazione e affari sociali), ENVI (ambiente, Senigallia Un nuovo incarico al Parlamento europeo di Bruxelles per Massimo Bellotutela del consumatore e sanità), REGI (politiche regionali di sviluppo), AFCO (affari costituzionali), TRAN (trasporti e turismo), ITRE (industria, ricerca, energia). Il Presidente di ‘Energie per Senigallia’ frequenta l’Europarlamento di Bruxelles e di Strasburgo da tempo: tra i diversi incarichi ricoperti, anche quello di consigliere e consulente del Gruppo parlamentare del PPE, assegnato alla Commissione parlamentare CULT (cultura, gioventù, sport, comunicazione), e quello di essere uno degli Assistenti nello Staff del Vice Presidente del Parlamento europeo, on. Roberta Angelilli, dal 2009 al 2014, assegnato poi dall’entourage del Vice Presidente ad occuparsi delle Commissioni parlamentari REGI, ENVI, Senigallia Un nuovo incarico al Parlamento europeo di Bruxelles per Massimo BelloLIBE. Il Presidente di “Energie per Senigallia” Massimo Bello (insieme all’assessore della città di Chieti Alessandro Bevilacqua) continua così la sua attività ed esperienza a Bruxelles, capitale europea che Bello frequenta oramai dal 2005. Elaborazione di dossier, report, raccolta dati ed informazioni delle attività relative alle Commissioni parlamentari a cui sono stati assegnati; esame degli aspetti normativi della Programmazione finanziaria 2014-2020 e di quella in fieri 2021-2027: industria, ricerca, trasposti, turismo, PMI, politiche giovanili, politiche sociali, occupazione, sviluppo regionale ed innovazione in sintonia con le politiche e le strategie dell’Unione europea e delle Presidenze

 
Dalle Marche: Conferenza Stampa dei Gruppi Consiliari Lega Nord Marche, Forza Italia e Fratelli d'Italia PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Aprile 2018 15:59

Dalle Marche Conferenza Stampa dei Gruppi Consiliari Lega Nord Marche Forza Italia e Fratelli d ItaliaI Gruppi Consiliari Regionali della Lega Nord-Marche, di Forza Italia e dei Fratelli D'Italia, organizzano per mercoledì 11 aprile 2018 presso la sede del Consiglio regionale, Sala riunioni Biblioteca (stanza 034 piano terra), P.zza Cavour, 23 - Ancona, alle ore 11,30 una conferenza stampa su: “La sanità nelle Marche”. La Vostra presenza è particolarmente gradita. Cordiali saluti Lega Nord Marche, Forza Italia,

 
Ostra Vetere: Crolli dopo le gravi scosse di terremoto PDF Stampa E-mail
Martedì 10 Aprile 2018 23:19

Ostra Vetere Crolli dopo le gravi scosse di terremoto

Forti scosse di terremoto tornano a devastare la nostra martoriata Regione e si fanno sentire anche da noi. I sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato nella notte di oggi una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.6, avvertita tra Umbria e Marche, con epicentro a Muccia (MC). Numerose le repliche. Stamattina una scossa di magnitudo 3.3 si è abbattuta in Abruzzo. Poi una scossa di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 15:11 nel distretto sismico del Tirreno Meridionale. Ben più

 
Dalle Marche: Marzia Malaigia consigliere della Lega sui docenti di scuola dell'infanzia PDF Stampa E-mail
Martedì 10 Aprile 2018 16:26

Dalle Marche Marzia Malaigia consigliere della Lega sui docenti di scuola dell infanziaApprovata la mozione della consigliera Malaigia a sostegno dei docenti diplomati magistrali. MALAIGIA “ Soddisfatta per l'approvazione all'unanimità della mia mozione ma è necessaria una revisione della normativa vigente sulle GAE". E' approdata oggi in Consiglio regionale, la mozione presentata dalla consigliera regionale della Lega Nord-Marche Marzia Malaigia sul caso dei docenti di scuola dell'infanzia e primaria con diploma magistrale conseguito entro l'anno 2001/2002 scoppiato dopo   la sentenza del Consiglio di Stato del dicembre 2017, per effetto della quale si sono visti negare l'accesso nella graduatoria ad esaurimento e riconoscere il titolo solo ai fini di procedure concorsuali o concorsi abilitanti riservati. “La sentenza ben conosciuta ed oserei dire famigerata, del Consiglio di Stato a cui si fa riferimento nella mozione- spiega la Malaigia- è vergognosa, va contro tutte le precedenti sentenze che in questi

 
Bologna: “giustiziagiusta” sul giudice tributario Carlo Alberto Menegatti accusato di corruzione PDF Stampa E-mail
Martedì 10 Aprile 2018 16:23

Bologna giustiziagiusta sul giudice tributario Carlo Alberto Menegatti accusato di corruzioneDalla associazione di cittadinanza attiva "giustiziagiusta" riceviamo la seguente comunicazione: “Apprendiamo dalla stampa nazionale le notizia che il Pubblico Ministero della Procura di Bologna ha chiuso l’inchiesta sul giudice tributario della XII Sezione regionale bolognese Carlo Alberto Menegatti, 74 anni, accusato di corruzione nell’esercizio della funzione e per atti contrari ai doveri d’ufficio. Il caso era già scoppiato un anno fa e nel frattempo gli indagati sono saliti da cinque a tredici. Tutte vicende differenti ma riconducibili allo stesso magistrato. Nei giorni scorsi la Guardia di Finanza ha notificato a tutti l’atto di fine indagine, di solito preludio alla richiesta di rinvio a giudizio, e fra loro ci sono nomi eccellenti. Il primo è quello di Sante Levoni, 76 anni, residente a Castelnuovo Rangone (Modena), nella foto, patron della famosa azienda modenese produttrice di salumi, che è accusato di aver corrotto il giudice Menegatti fra aprile e luglio 2016, regalandogli prosciutti e salami e promettendogli soldi, in cambio di consulenze proibite prestate dal giudice

 
Dalle Marche: Il senatore Arrigoni della Lega critica il sindaco Mozzicafreddo sull’Hotel House PDF Stampa E-mail
Lunedì 09 Aprile 2018 16:33

Dalle Marche Il senatore Arrigoni della Lega critica il sindaco Mozzicafreddo sull Hotel House Ci scrive Matteo Fratangeli, segretario del senatore Paolo Arrigoni, commissario della Lega Marche: "Hotel House di Porto Recanati: Arrigoni (Lega), gravi responsabilità dell’Amministrazione comunale, il Sindaco non ha il senso della realtà. Macerata, 09 Aprile – “Le Amministrazioni comunali di Porto Recanati che si sono succedute hanno pesanti responsabilità nella vicenda dell’Hotel House e sulla situazione di assoluto degrado presente nella struttura, centrale della droga ormai diventata una vergogna nazionale. Il goffo tentativo del

 
Dal centro del mondo: La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco (11) PDF Stampa E-mail
Lunedì 09 Aprile 2018 16:00

Dal centro del mondo La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco 11)Dal centro del mondo: la favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco. C’era una volta a Montenovo, il paese più bello del mondo, anche il Corpo dei Vigili Urbani. C’era, c’era. Era il tempo della Libertà, dell’Autonomia e della Giustizia. Di quando tutti sapevano di vivere in un Comune libero e autonomo che difendeva giustamente i propri compaesani, sicuri di essere assistiti in ogni evenienza. Infatti aveva due Vigili Urbani. Che bello che era avere due Vigili Urbani efficienti: nessun altro Comune della dimensione di Montenovo nella zona aveva mai avuto ben due Vigili Urbani come ce li aveva Montenovo: uno, il comandante, e un sottoposto con compiti anche di autista del pulmann adibito ai servizi scolastici e ai servizi sociali. Così i Vigili Urbani potevano tenere sotto controllo tutto il paese, non solo il Centro Storico, ma anche tutto il territorio comunale e segnalare immediatamente le disfunzioni alla circolazione stradale e all’efficiente mantenimento delle strade comunali in campagna. Avevano a disposizione anche l’auto di servizio, anche per la notifica degli atti comunali. Il Corpo dei Vigili Urbani era la continuazione di una lunghissima tradizione, che aveva sempre visto in paese l’attenta presenza della “Guardia”. Chi non ricorda “Gino della Guardia” e, prima, suo padre Angiolino “la Guardia”, con i baffi arricciati e la sciabola di ordinanza. La sciabola venne smessa, ma ai vigili urbani venne consegnata la pistola d’ordinanza e inviati in addestramento al Poligono di Tiro. In verità, non c’era bisogno delle armi a quei tempi, perché prima del 1985 il paese è sempre stato tranquillo e fatto solo di montenovesi che si conoscevano tutti. Gente nostra che pensava a lavorare sodo e senza tanti grilli per la testa. Ma i vigili erano armati comunque: hai visto mai! D’altra parte Montenovo per secoli ha sempre avuto una propria forza armata. Già nel Medioevo, appena diventato libero e autonomo Comune, amministrato da gente del posto come l’eroico sindaco Bruno e i suoi 58 eroici amici montenovesi, ha sempre avuto il Corpo delle Guardie. Nel Milleduecento, poco dopo che Montenovo era sorto come libero e autonomo Comune, aveva immediatamente costruito la “Domus Vigilarum”, il Palazzo dei Vigili, o meglio, la “Caserma dei Vigili”. C’è ancora: aveva ed ha quattro piani, altissima per controllare a vista il territorio circostante e soprattutto l’antica Porta di Malichiusi (de Maraclusis) verso il Cassero del Signore (che stava fuori delle mura Duecentesche e dove adesso è Porta Nuova o Arco dell’Ospedale. La Porta di Malichiusi era più sotto, dove adesso è la casa Morbidelli. E fuori da quella Porta stava il Montirozzo, mentre dietro quella porta c’era una piazzetta che era la Piazza d’Armi, subito prima della dipendenza della “Domus Vigilarum” dove stava il fabbro “Capra” che forgiava le armi dei Vigili. La “Domus” era ed è ancora ubicata fra l’antica via Fiorenzuola (ora via Federico Marulli) e la sottostante via Fiorenza, che non ha cambiato nome da quando, ottocento anni fa, vi erano arrivati ad abitare gli immigrati fiorentini che mantenevano contatti millenari con Montenovo attraverso il Montefeltro, la contea poi ducato di Urbino e i suoi Conti, poi Duchi. La “Domus” aveva ed ha tuttora un ampio portale in cotto e la Sala d’Armi all’ingresso, ora tramezzata. E c’erano anche le armi per armare i nostri soldati, oltre che la fucina del fabbro per forgiarle. Si, perché i nostri Vigili di ottocento anni fa avevano anche compiti di difesa, non solo di vigilanza. Ci spiega tutto il bellissimo volume di storia paesana scritto dall’Avvocato Chiara Fiorani intitolato “Ordine Pubblico e Pubblica Sicurezza a Montenovo-Ostra Vetere” edito come volume numero 242 della collana dei testi del Centro di Cultura Popolare e che alleghiamo in formato PDF in coda a questo comunicato affinchè tutti possano leggerlo al computer. Anzi, oltre a leggerlo, invitiamo tutti a copiarlo e a inviarlo a familiari, amici e conoscenti affinchè anche loro possano sapere perché Montenovo era un libero e autonomo Comune, perché aveva addirittura un proprio esercito e perché aveva costruito anche la “Domus Vigilarum”. E anche perché arruolava e armava ben cento Vigili compaesani tutti gli anni per la rassegna armata in occasione della festa patronale di San Giovanni Battista il 24 giugno di ogni anno, come disponeva tassativamente lo Statuto Municipale, cioè la raccolta delle leggi che il libero e autonomo Stato di Montenovo per secoli si è dato e ha fatto rispettare per garantire l’ordine pubblico e la pubblica sicurezza in paese. Per questo aveva mantenuto per secoli il Corpo dei Vigili Urbani. I Vigili Urbani difendevano il Comune e per questo erano custodi del Gonfalone comunale e lo portavano in corteo nelle manifestazioni ufficiali. Ma poi, dal 1985, arrivò a malamministrare la sinistra. E da allora tutte le cose belle non ci sono più e non c’è più nemmeno il Corpo dei Vigili Urbani. Prima l’amministrazione di sinistra ha firmato accordi con i Comuni vicini per un servizio congiunto di vigilanza. Poi ha lasciato andare in pensione i Vigili Urbani senza sostituirli. Quindi ha lasciato andare in disservizio addirittura le telecamere di videosorveglianza installate più che provvidamente durante un intervallo positivo tra amministrazioni rosse. Infine ha spostato ad altri servizi civili l’ultimo erede della tradizione di vigilanza e oggi a Montenovo non ci sono più né Vigili Urbani e nemmeno la videosorveglianza. A volte sì, e quasi sempre no, arriva qualche vigile da fuori paese a “pescare” qualcuno in fallo per alleggerirgli il portafoglio con qualche salata multa d’autovelox e subito se ne parte soddisfatto, lasciando il paese senza vigilanza. Certo è che un tempo Montenovo aveva un Corpo dei Vigili Urbani e adesso il Corpo dei Vigili Urbani non c’è più. Niente, non c’è più niente. Sfasciato. Tutto finito e adesso è il tempo dei rimpianti. Perché? Perché la sinistra deformatica e sfascista ha sfasciato tutto quello che ha trovato di buono. E’ successo dopo il 1985, più di trent’anni fa, e ha subito incominciato forsennatamente a revocare, a cambiare, a modificare, a sfasciare, anche se prometteva “razionalizzazioni”, “miglioramenti”, “sviluppo” e “cambiamenti”. E infatti ha cambiato tutto. In peggio. Ma con tante parole. Troppe. E

 
Ostra Vetere: “montenovonostro” ha pubblicato i comunicati stampa di questa 254^ settimana PDF Stampa E-mail
Domenica 08 Aprile 2018 23:43

Ostra Vetere montenovonostro ha pubblicato i comunicati stampa di questa 254 settimana

L’associazione di cittadinanza attiva “montenovonostro” ha nuovamente pubblicato tutti i comunicati stampa diffusi in questa 254^ settimana di attività appena conclusa con oggi, domenica 8 aprile 2018, apparsi anche sul nostro giornale on-line e che sono i seguenti in ordine strettamente cronologico: - Lunedì 02 Aprile 2018 - Dal centro del mondo: La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco (10) - http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/42979-dal-centro-del-mondo-la-favola-triste-di-montenovo-abbandonato-nel-bosco-10; - Lunedì 02 Aprile 2018 - Dalla Regione Marche: Il consigliere regionale Piero Celani di Forza Italia ricambia gli auguri pasquali - http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/42984-dalla-regione-marche-il-consigliere-regionale-piero-celani-di-forza-italia-ricambia-gli-auguri-pasquali; - Martedì 03 Aprile 2018 - Dalla Regione Marche: L’assessore regionale PD Angelo Sciapichetti ricambia gli auguri pasquali -

 
Da Montenovo: Il paese più bello che c’è, a meritare molto di più PDF Stampa E-mail
Sabato 07 Aprile 2018 19:47

Da Montenovo Il paese più bello che c è a meritare molto di piùAltro che chiacchiere inutili e sinistre promesse false per nascondere l’incapacità di chi non è all’altezza del compito assunto. Per risollevare il paese dall’inarrestabile disastro attuale, tutti sono chiamati a rimboccarsi le maniche per difendere Montenovo dall’evidente declino. Aiutiamoci a costruire un vero progetto di rilancio, che faccia tornare il paese a crescere di nuovo, come 35 anni fa, più bello e più ricco di prima. Potremo farlo se, condividendo tutti insieme i nostri tre pilastri ideologici di Libertà, Autonomia e Giustizia, sapremo metterci al lavoro per ricostruire quello che è stato distrutto in questi trent’anni: la libertà di sentirci ed essere uguali, la capacità di amministrarci da soli rifiutando l’invasione forestiera che vuole toglierci l’autonomia e praticando la giustizia per tutti, una giustizia giusta, uguale per ognuno senza discriminazioni e ritardi. Solo così,

 
Ostra Vetere: Ufficio di Collocamento PDF Stampa E-mail
Sabato 07 Aprile 2018 19:26

Ostra Vetere Ufficio di CollocamentoManteniamo la promessa di gestire uno spazio settimanale dedicato alle offerte di lavoro. Lo facciamo per questo nostro paese di Montenovo che, dalla gloriosa epoca della ricostruzione post-bellica fino alla metà degli anni ’80 in cui fervevano lavori, attività e commerci, è ridotto come tutti possono vedere oggi. Chiuse fabbriche, laboratori, imprese, negozi, Ospedale, Ufficio di Collocamento e, ormai, quasi anche il

 
Ostra Vetere: Mensilario della caduta dell’amministrazione comunale il 07/01/2013 PDF Stampa E-mail
Sabato 07 Aprile 2018 17:08

Ostra Vetere Mensilario della caduta dell amministrazione comunale il 07 01 2013Cade oggi il “mensilario” (anniversario mensile) della caduta dell’amministrazione comunale di ben cinque anni fa. Un lustro che non illustra la storia paesana, anzi la deturpa con ludibrio insopportabile dal punto di vista civile, poiché ha dovuto registrare l’abominio istituzionale della proditoria caduta della precedente amministrazione comunale, cui le improvvise, improvvide e ingiustificate dimissioni di ben 7 consiglieri della maggioranza di destra e le strumentali dimissioni di tutti i 5 consiglieri della minoranza di sinistra e della rinuncia alla surroga di tutti gli altri candidati non eletti della minoranza, sempre di sinistra, che hanno portato al commissariamento del Comune e poi all’elezione della nuova maggioranza, ancora erede di quella del primo ventennio cui si deve la dolorosa, proterva, pregiudiziale, lesiva esclusione e preclusione che ancora ci affligge. Cinque anni fa, il 7 gennaio 2013, prendeva inizio la pagina più brutta della storia montenovese. Quattro assessori comunali e tre viceassessori di destra avevano improvvisamente, improvvidamente e

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 463

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.