Provincia_Ancona.jpg

Login

Chi è online

 159 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Centro Cultura Popolare Santo del Giorno
Santo del Giorno
Santo del giorno 26 giugno: San Vigilio vescovo e martire PDF Stampa E-mail
Sabato 26 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 26 giugno: San Vigilio vescovo e martireVigilio è un trentino di origine romana, vissuto tra la fine del IV e l'inizio del V secolo, e nei documenti lo troviamo già vescovo di Trento. Ha avuto l’incarico da Ambrogio, vescovo di Milano, che all’epoca ha autorità su tutta l’Italia del Nord: al momento della sua nomina, nell’ultimo decennio del IV secolo, il Papa è Siricio, energico sostenitore del primato romano su tutta la comunità cristiana. In quell’epoca, infatti, scrivendo al vescovo di Tarragona in Spagna, afferma deciso: "L’apostolo Pietro in persona sopravvive nel vescovo di Roma". Però lascia che Ambrogio sovrintenda al NordItalia, dove la struttura cristiana è tutt’altro che consolidata. Ricevute da sant’Ambrogio di Milano le insegne del suo mandato e una istruzione pastorale, Vigilio si adoperò per consolidare nel suo territorio l’opera di evangelizzazione ed estirpare i residui di idolatria. Vigilio, infatti, è solo il terzo vescovo di Trento, e parti importanti del suo territorio non sono ancora evangelizzate. Gli manca il personale adatto, cosicché deve rivolgersi appunto ad Ambrogio per avere validi missionari. Ambrogio glieli trova e glieli manda. Sono orientali, della Cappadocia, regione dell’attuale Turchia, ossia di un’area che sta

 
Santo del giorno 25 giugno: Sant'Adalberto di Egmond diacono e abate PDF Stampa E-mail
Venerdì 25 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 25 giugno: Sant'Adalberto di Egmond diacono e abate

Se­condo la Vita, composta per ordine di Egberto vescovo di Treviri (977-993) da Ruoperto, monaco di Mettlach, Adalberto si trasferì dal­l'Inghilterra, sua patria, in Olanda, al seguito di san Willibrordo, di cui fu discepolo e zelante colla­boratore nella evangelizzazione dei Frisoni. Sottoscrisse, con altri aba­ti, un diploma di Pipino a san Willibrordo nel 714. Sembra certo che sia stato diacono (levita Christi) e abbia fon­dato una chiesa ad Egmond, presso Alkmaer, nel­l'Olanda del nord. Si ignora l'anno della sua morte, che, se è giusta l'identificazione con l'Adalberto del diplo­ma di Pipino, dovette avvenire dopo il 714. Gli furono attribuiti molti miracoli sia nella Vita già citata, sia in un altro scritto composto ad Egmond nei secoli XII e XIV. Le più antiche memorie del culto ri­salgono al secolo X. Risulta venerato sia ad Egmond, dove la tradizione localizza il suo sepolcro e dove, al tempo di Carlo il Semplice, nel 923, il conte Teodorico II eresse un monastero che portava il suo nome; sia anche nelle diocesi di Treviri e di Colonia. Il

 
Santo del giorno 24 giugno: Santi Agoardo e Agilberto e compagni martiri PDF Stampa E-mail
Giovedì 24 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 24 giugno: Santi Agoardo e Agilberto e compagni martiriNel villaggio di Créteil nel territorio di Parigi, avvenne la passione dei santi Agoardo e Agilberto (o Gilberto) e di molti altri martiri. Il primo che li ricorda il 24 giugno è Usuardo nel suo Martirologio: «In territorio Parisiensi, vico Cristollo, passio sanctorum Agoardi et Gliberti cum aliis innumeris promiscui sexus ». Queste brevi parole, ripetute nel Martirologio Romano (p. 252), furono amplificate da un autore anonimo fra il secolo X e il XII fino a farne una Vita (BHL, I, p. 28, n. 168), seppure priva di valore storico. I Bollandisti ci informano che il piccolo paese di Créteil «celebris habetur

 
Santo del giorno 23 giugno: Santi Zenone e Zena martiri PDF Stampa E-mail
Mercoledì 23 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 23 giugno: Santi Zenone e Zena martiriIl culto per san Zenone e san Zena, rimase sconosciuto nell’Occidente cristiano, fino a quando il cardinale Cesare Baronio (1538-1607), estensore del “Martirologio Romano”, li inserì nella sua opera al 23 giugno, basandosi su notizie tratte da un Sinassario bizantino. Il racconto della vicenda del martirio dei due santi martiri, Zenone ufficiale dell’esercito imperiale e Zena suo schiavo, mette in risalto, oltre la grande fede cristiana che ambedue professavano, anche la grande devozione dello schiavo verso il suo buon padrone. In un mondo dove gli schiavi erano trattati e considerati come bestie da usare e dominare, il sorgere di un sentimento di fedeltà da un lato e di comprensione e bontà dall’altro, era abbastanza raro ma anche così eclatante, tanto da arrivare fino a noi, ad indicare una convivenza possibile fra strati sociali opposti, illuminata soprattutto dalla luce della fede in Cristo Gesù. Zenone era originario di Filadelfia (l’antica Rabbat Ammon, capitale degli Ammoniti; odierna Amman capitale della Giordania), ed esercitava la professione delle armi, era cristiano convinto e

 
Santo del giorno 22 giugno: San Paolino di Nola vescovo PDF Stampa E-mail
Martedì 22 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 22 giugno: San Paolino di Nola vescovoPaolino discendeva da una ricca famiglia patrizia romana e nacque nel 355 a Burdigala (Bordeaux) in Gallia, ora Francia, dove il padre era funzionario imperiale e, favorito nella carriera politica da amicizie altolocate, divenne «consul suffectus», cioè sostituto, e governatore della Campania. Incontrò il vescovo Ambrogio di Milano e il giovane Agostino di Ippona, dai quali fu avviato alla fede cristiana. Secondo il Martirologio Romano, San Paolino, ricevuto il battesimo a Bordeaux verso i venticinque anni, durante un viaggio in Spagna conobbe e sposò Therasia. Dopo la morte prematura dell'unico figlioletto, Celso, entrambi si dedicarono interamente all'ascesi cristiana, sul modello di vita monacale orientale. Lasciato l’incarico di console, da nobilissimo e ricchissimo che era si fece povero e umile per Cristo e, di comune accordo con Therasia, distribuirono le ingenti ricchezze ai poveri, e si ritirarono nella Catalogna. I contatti con il mondo li manteneva attraverso la corrispondenza epistolare (ci sono pervenute 51 lettere) con amici e personalità di maggior spicco nel mondo cristiano, tra cui

 
Santo del giorno 21 giugno: Santa Demetria di Roma martire PDF Stampa E-mail
Lunedì 21 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 21 giugno: Santa Demetria di Roma martireSanta Demetria, martire romana del IV secolo, un tempo commemorata dal martirologio cattolico al 21 giugno. La tradizione la vuole figlia dei santi Flaviano (22 dicembre) e Dafrosa (4 gennaio) e sorella di Santa Bibiana (2 dicembre). Demetria visse dunque a Roma nel IV secolo, al tempo dell’imperatore Giuliano l’Apostata e proprio da questi la sua famiglia sarebbe stata condannati a morte. Nella “Passio Sanctae Bibianae” risalente al VII secolo si legge che il governatore Aproniano, dopo aver condannato a morte i coniugi Flaviano e Dafrosa, essendo ormai certo di potersi impossessare del loro patrimonio, tentò di costringere all’apostasia anche le due giovani figlie. Demetria morì rinchiusa in carcere o, secondo altre fonti, morì spaventata dalla visione dell’imperatore, prima comunque di subire esplicitamente il martirio, sorte che invece subì la sorella Bibiana. Questa versione dei fatto funge da giustificazione della venerazione delle due sante in date separate. Va comunque specificato che in vari repertori agiografici il “dies natalis” di Demetria è riferito in giorni diversi dal 21 giugno. Il corpo di Santa Demetria ricevette sepoltura accanto alla tomba dei genitori e della sorella, preso la loro abitazione sull’Esquilino, dove in seguito per volere di Papa Simplicio fu innalzata una

 
Santo del giorno 20 giugno: San Gobano eremita PDF Stampa E-mail
Domenica 20 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 20 giugno: San Gobano eremitaNel territorio di Laon in Neustria, nell’odierna Francia, san Gobano, sacerdote nato in Irlanda e divenuto in Inghilterra discepolo di san Fosco, per amore di Cristo partì per la Francia e condusse nei boschi vita eremitica. San Gobano, o Gobbano come viene citato in alcune fonti, o saint Gobein in francese, è stato un eremita e martire vissuto nel VII secolo, che accompagnò San Fursa o Furseo in Inghilterra e in Francia. Qui venne martirizzato intorno all'anno 670. Esiste una Vita scritta su San Gobbano e San Gobbano è menzionato anche da Beda il Venerabile. Il suo culto e il suo nome sopravvissero solo nella città di Saint-Gobain, nel dipartimento dell’Aisne nella regione dell’attuale Alta Francia. La sua festività è stata fissata nel martirologio romano nella data del giorno 20 giugno.

 
Accadde nel Mondo il 19 giugno PDF Stampa E-mail
Sabato 19 Giugno 2021 00:00

Accadde nel Mondo il 19 giugnoIl 19 giugno è il 170º giorno del calendario gregoriano (il 171º negli anni bisestili). Mancano 195 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

1306 – Le forze del Conte di Pembroke sconfiggono i ribelli scozzesi di Robert Bruce nella Battaglia di Methven

1324 – Nasce il Regno di Sardegna e Corsica

1860 – Luisa di Orange-Nassau sposa re Carlo XV di Svezia-Norvegia

1865 – Oltre due anni dopo il Proclama di emancipazione, gli schiavi di Galveston (Texas) vengono finalmente informati della loro libertà

1885 – La Statua della Libertà arriva nel porto di

 
Santo del giorno 19 giugno: Sant'Abgar V Ukama il Nero re di Edessa PDF Stampa E-mail
Sabato 19 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 19 giugno: Sant'Abgar V Ukama il Nero re di EdessaAbgar V Ukama il Nero fu re di Edessa nell'Osroene dal 4 a.C. al 7 d.C. e, nuovamente, dal 13 al 50 d.C. Intorno a lui fiorì la leg­genda di una sua corrispondenza epistolare con Gesù. La prima notizia ci è data da Eusebio (Hist. eccl., I, 13, 5), che dice di aver notato negli archivi della corte reale di Edessa il testo siriaco di tale corrispondenza, di cui anche dà la fedele traduzione greca. Il re, avendo udito delle virtù miracolose di Gesù, gli scrive di recarsi da lui per guarirlo da una malattia incurabile, forse la lebbra. Gesù gli risponde che gli è impossibile lasciare la Palestina, ma che dopo l'Ascensione uno dei suoi discepoli sarà inviato a Edessa e lo guarirà. E la narrazione continua dicendo come realmente Taddeo, uno dei settanta discepoli, giunge a Edessa, ridona la salute al re e evangelizza la città. Lo stesso episodio è narrato anche nella Dottrina di Addai, scritto apocrifo del secolo IV-V, solo che qui Gesù risponde oralmente al corriere che gli consegna la lettera di Abgar. In compenso questo corriere è un

 
Santo del giorno 18 giugno: Santi Marco e Marcelliano martiri di Roma PDF Stampa E-mail
Venerdì 18 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 18 giugno: Santi Marco e Marcelliano martiri di RomaForse fratelli di carne, ma certamente fratelli nel martirio durante la persecuzione dell’imperatore Diocleziano, Marco e Marcelliano vengono arrestati nel 304 dal prefetto Cromazio, che concede loro un mese per rinnegare la loro fede. Rifiutatisi, vengono martirizzati e poi sepolti nel cimitero di Balbina sulla via Ardeatina, secondo il Martirologio Romano. Il Martirologio Geronimiano li commemora il 18 giugno. L’indicazione cronologica è confermata dal Sacramentario Gelasiano del secolo VIII, dal Gregoriano e dai martirologi storici fino al Romano (il Sinassario Costantinopolitano, invece, li ricorda insieme con altri martiri il 18 dicembre), mentre l’indicazione topografica, sebbene accettata anche dall'Indice dei cimiteri (secolo VI circa), non è sicura. Infatti gli Itinerari del secolo VII riferiscono che i loro sepolcri erano venerati sotto l’altare di una chiesa che sorgeva accanto a quella in cui era sepolto il papa Damaso e alquanto distante da quella in cui giaceva il papa Marco. Ora, dal

 
Santo del giorno 17 giugno: Sant'Imerio di Amelia vescovo PDF Stampa E-mail
Giovedì 17 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 17 giugno: Sant'Imerio di Amelia vescovoImerio fu uno dei monaci che, sul finire del V secolo, evangelizzarono le campagne umbre. Era forse originario del “Brutio” come scrive il primo autore della sua vita. Dalla sua terra d’origine potrebbe essere passato in qualche comunità monastica della Valnerina, o del Monteluco di Spoleto. Eletto vescovo di Amelia, si trovò a guidare la città in uno dei periodi più tragici dell’alto medioevo, quello della guerra gotica (535-553); e della città fu anche il difensore materiale, oltre che spirituale; come altri vescovi della regione, da Cassio di Narni, a Fulgenzio di Otricoli, a Fortunato di Todi, a Ercolano di Perugia. Subito dopo la morte venne perciò venerato come patrono. Verso l’anno 965, come accadeva un po’ in tutta Europa, dove molte città cercavano di accaparrarsi le

 
Santo del giorno 16 giugno: Santi Aureo, Giustina e compagni martiri PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 16 giugno: Santi Aureo, Giustina e compagni martiriSanti Aureo vescovo, Giustina vergine, e compagni martiri in Magonza. Secondo il Martirologio Romano, che accoglie la notizia dal martirologio di Rabano Mauro, Aureo vescovo di Magonza, e la sorella di lui, Giustina, con altri cristiani sarebbero stati trucidati dagli Unni, di sorpresa, mentre tutti attendevano in chiesa alla celebrazione dei santi misteri dell’Eucarestia. Pur nell'impossibilità di precisare la data di tale massacro, la più probabile sembra quella del 451. In ogni modo, non si può dubitare delle violente invasioni di barbari in Magonza, sia perché questa città, appunto perché situata alla frontiera dell'Impero romano, non poteva essere

 
Santo del giorno 15 giugno: Santa Benilde di Cordova martire PDF Stampa E-mail
Martedì 15 Giugno 2021 00:00

Santo del giorno 15 giugno: Santa Benilde di Cordova martireIl problema dell'identità cristiana è un elemento importate che la Chiesa ha affrontato nei secoli, spesso a costo del martirio. I Santi Martiri di Cordova sono il frutto della fedeltà di molti donne e uomini che rifiutarono di rinnegare la loro appartenenza a Cristo. In modo particolare sotto il nome di Santi Martiri di Cordova si indicano quei cristiani mozarabi che rifiutavano l'assimilazione culturale con gli musulmani che vennero condannati a morte dalle autorità

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 31