Provincia_Ancona.jpg

Login

Chi è online

 369 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home
Ostra Vetere: Mensilario della Unione-Fusione muore l’Autonomia il 16 marzo 2018 PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2023 18:55

Ostra Vetere: Mensilario della Unione-Fusione muore l’Autonomia il 16 marzo 2018Ce l’ha fatta. Bruciando tutti sul filo di lana, il Partito Deformatico ha fatto abbattere la scure contrattuale sulle radici delle Autonomie Municipali. Né ha voluto far svolgere, come avevamo insistentemente chiesto, l’unico strumento vero della democrazia (contraddicendo addirittura lo stesso nome che si sono scelti per il loro partito) che è il Referendum, strumento e simbolo di Libertà e Giustizia per la difesa dell’Autonomia. Giorno più nefasto di quello odierno non poteva ricorrere. Senza stare a sentire nessuno, il rosseggiante e sferrazzante treno-PD, incurante delle recenti clamorose sconfitte cumulate, come quelle della fusione Senigallia-Morro D’Alba, del Referendum Costituzionale del 4 dicembre scorso e delle Elezioni Politiche dello scorso 4 marzo, ha tirato dritto e l’ha fatta grossa. Cade oggi, infatti il Mensilario (l’anniversario mensile) dell’Unione-Fusione che fa morire l’Autonomia Municipale. E adesso ci rimane una sola cosa da fare: rovesciare l’attuale maggioranza di sinistra che purtroppo abbiamo qui a Ostra Vetere e sostenere unanimemente “montenovonostro” a raggiungere la maggioranza nelle elezioni amministrative comunali anticipate che si terranno il prossimo 10 giugno 2018. Solo così si allontanerà definitivamente lo spettro della riduzione di Montenovo a smunta e misera frazione periferica di Senigallia Magna. Solo "montenovonostro” promette infatti che, se gli verrà affidato con il voto dai nostri compaesani il compito di tornare a guidare il Comune, revocherà immediatamente tutti gli atti amministrativi lesivi della Libertà, dell’Autonomia e della Giustizia locale che solo “montenovonostro” programmaticamente difende. Solo così verrà fermato il pauroso progetto di rossa collettivizzazione e globalizzazione di beni, strutture, infrastrutture, servizi e personale che il PD ciecamente ha realizzato in danno della comunità locale. Dobbiamo tutti impedire che venga commesso uno scempio istituzionale che sarebbe tragicamente irreversibile, dopo 900 anni di Libertà e di autogoverno locale. Per questo lanciamo un accorato appello: uniamoci tutti ad aiutare Montenovo a sopravvivere e ad addebitare ai firmatari dello sciagurato accordo iugulatorio i pesi e i danni da loro stessi provocati. Chiamiamo tutti a collaborare, di qualunque idea politica anche diversa ma tuttavia orientata all’unico scopo di salvare il Comune di Montenovo, per formare una Lista Unica Per l’Autonomia che sia alternativa a quello che rimane del Partito Deformatico e sostenerla convintamente, spiegando bene a familiari, amici e conoscenti il gravissimo rischio che sta correndo il nostro paese ridotto com’è dopo un trentennio di amministrazioni rosse, salvo pochi anni di intermezzo. Solo una massiccia mobilitazione popolare potrà scongiurare il pericolo ormai definitivo, imposto artificiosamente da ciò che rimane della maggioranza conquistata dalla sinistra a causa

 
Ostra Vetere: Mensilario della restituzione all'Italia della mummia del Similaun il 16 gennaio 1998. Quando a noi la statua dell’imperatore Traiano? PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2023 18:49

Ostra Vetere: Mensilario della restituzione all'Italia della mummia del Similaun il 16 gennaio 1998. Quando a noi la statua dell’imperatore Traiano?Per noi del Centro di Cultura Popolare quella di oggi è una giornata importante: Oetzi, 25 anni fa l'ultimo viaggio da Innsbruck a Bolzano il 16 gennaio 1998. Quel giorno ha avuto fine l'ultimo viaggio dell'uomo dei ghiacciai, trasferito da Innsbruck, capoluogo del Tirolo, a Bolzano nel museo appositamente allestito in città esattamente 25 anni fa. Il 16 gennaio 1998 Oetzi effettuò infatti il suo "ultimo viaggio". La mummia divenne velocemente una vera e propria superstar, attirando in questi anni oltre cinque milioni di visitatori. Il trasporto fu scortato fino al passo del Brennero dalla gendarmeria austriaca e alla frontiera fu preso in consegna dalla polizia italiana. Dietro il convoglio un codazzo di fotografi e di cineoperatori degli organi di informazione di tutta Europa. Le speciali norme di sicurezza furono messe in atto dopo che era stata resa nota una lettera della sigla terroristica Ein Tirol, che minacciava provvedimenti nel caso la mummia fosse stata consegnata ''alla forza di occupazione italiana''. La proprietà della mummia, trovata nel 1991, fu contesa fra Austria e Italia e solo una rimisurazione dei confini nella zona del ritrovamento consentì di stabilire che la mummia era stata trovata in territorio italiano. Aveva così termine una lunga contesa fra i due Stati. La Mummia del Similaun o anche uomo del Similaun, uomo dell'Hauslabjoch e familiarmente Ötzi, è un reperto antropologico casualmente rinvenuto il 19 settembre 1991 in Trentino-Alto Adige, in prossimità del confine austro-italiano, ai piedi del ghiacciaio del Similaun a 3213 m s.l.m. Si tratta del corpo di un essere umano di sesso maschile risalente all'età del rame (circa 3300 - 3100 anni a.C) conservatosi grazie alle particolari condizioni climatiche all'interno del ghiacciaio. L'esame degli osteociti colloca l'età

 
Ostra Vetere: Anniversario del ferimento in guerra del Tarugo Franco Segoni il 16 giugno 1943 PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2023 18:43

Ostra Vetere: Anniversario del ferimento in guerra del Tarugo Franco Segoni il 16 giugno 1943L’anniversario del ferimento in guerra del Tarugo Franco Segoni il 16 giugno 1943 è documentato nel volume del professore barbarese Ettore Baldetti intitolato “Marchigiani nel Risorgimento”, dalla cui pagina 721 trascriviamo integralmente: “Una diretta testimonianza la fornisce Giannino Fabbrini, nato ad Ostra Vetere nel ’28 (v.Fabbrini 2013): il 16 giugno arrivarono 5 o 6 partigiani ad Ostra Vetere, alle 6.30-6.45 del mattino su una camionetta, e assaltarono la Casa del Fascio e il sottostante Dopolavoro nell’ex convento nella piazza centrale, incendiando e rompendo quadri e suppellettili, e contemporaneamente andando a prelevare nella sua casa, situata nella stessa piazza, il podestà Giovanni Magagnini, che, messo al muro davanti all’osteria, attuale Bar Carnali, venne spogliato della giacca. Stavano levandogli la camicia quando un bottone della sahariana del ‘capo’, lo slavo ’Giovanni’, il quale si era chinato per raccogliere la giacca, si è impigliato nel grilletto del mitra, un ’Thompson’ inglese, facendogli scaricare accidentalmente il caricatore di una quarantina di colpi - come ha

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 16 giugno PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 16 giugno1912 - Il frate francescano padre Silvestro Petrolati fa diffondere al pubblico la risposta alle accuse mosse al clero dal volantino a firma di Giuseppe Borgiani con il quale si difendeva dagli attacchi del periodico cattolico “Voce Misena”. (Raoul Mancinelli, Agostino Peverini, testo 002, 1979, p. 45).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco completo si trova nella pagina

 
Accadde nel Mondo il 16 giugno PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 16 giugnoIl 16 giugno è il 167º giorno del Calendario Gregoriano (il 168º negli anni bisestili). Mancano 198 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

1487 – Battaglia di Stoke Field, l'ultima della Guerra delle due rose

1586 – Maria Stuarda, regina di Scozia, riconosce Filippo II di Spagna come suo erede

1654 – La regina Cristina di Svezia abdica

1745 – Le truppe britanniche prendono Isola del Capo Bretone alla foce del fiume San Lorenzo.

1746 – Guerra di successione austriaca: Austria e Sardegna sconfiggono l'esercito Franco-Spagnolo nella Battaglia di Piacenza

 
Santo del giorno 16 giugno San Quirico martire PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Giugno 2023 00:00

Santo del giorno 16 giugno San Quirico martireDurante la persecuzione di Diocleziano ad Iconio, città della Licaonia (regione dell'attuale Turchia) si trovava Giulitta, donna ricchissima e d'alto lignaggio, la quale era rimasta vedova con un figlio in tenera età battezzato con il nome Quirico. Lasciata la città e i suoi averi, per sfuggire alla feroce persecuzione, scese con le sue ancelle verso la Seleucia. Ritenne però prudente proseguire per Tarso, nella Cilicia, dove fu raggiunta e fatta arrestare col suo bambino dal crudele governatore romano Alessandro, con l'accusa di essere cristiana. Sottoposta a lunghi interrogatori al fine di farla abiurare, rifiutandosi di sacrificare agli dei, confessò con fermezza di essere cristiana. Intanto il governatore Alessandro, che aveva tolto il fanciullo alla madre, lo teneva, quale estremo strumento di persuasione, sulle sue ginocchia. Ma il fanciullo, vedendo torturare sua madre cominciò a piangere e a gridare e,

 
Ostra Vetere: Mensilario del nuovo simbolo di “montenovonostro” il 15 febbraio 2016 PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 18:46

Ostra Vetere: Mensilario del nuovo simbolo di “montenovonostro” il 15 febbraio 2016Il 15 febbraio 2016 le circostanze politiche e istituzionali, che attentavano perfino alla stessa sopravvivenza del principio cardine dell’istituto comunale e cioè l’autonomia, ci hanno costretto a integrare la nostra azione di cittadinanza attiva e a modificare il nostro simbolo identificativo. Per questo abbiamo scritto al Comune: “Ostra Vetere, 15 febbraio 2016 Protocollo: 20160215CS Oggetto: Cambiamo il simbolo. Al Sindaco del Comune di 60010 Ostra Vetere (AN). Con la presente provvediamo ad integrare la precedente comunicazione del 27 aprile 2013 di Oggetto “Deposito contrassegno di lista”, che ad ogni buon conto si allega in copia alla presente, inalterate rimanendo le originarie motivazioni ivi contenute e particolarmente al

 
Ostra Vetere: Mensilario dell’accettazione delle Suore per la gestione dell’Ospedale “Antonio Canova” di Ostra Vetere il 15 aprile 1913 PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 18:42

Ostra Vetere: Mensilario dell’accettazione delle Suore per la gestione dell’Ospedale “Antonio Canova” di Ostra Vetere il 15 aprile 19131913 – In risposta alla lettera del Presidente della locale Congregazione di Carità del precedente 10 aprile 1913 con la quale si chiedeva all'Ordine delle suore di assumere la gestione, dopo quelle dell’Asilo e della Scuola Femminile, anche dell’Ospedale e del Ricovero, la richiesta viene prontamente accolta, anche se nella lettera di accettazione del 15 aprile l'Istituto aveva detto che esse "non potranno recarsi costà a prendere la direzione

 
Ostra Vetere: Anniversario della reintroduzione degli Steccati per la Caccia al Bove il 15 giugno 1811 PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 18:36

Ostra Vetere: Anniversario della reintroduzione degli Steccati per la Caccia al Bove il 15 giugno 1811A Montenovo i fatti nostri del 15 giugno 1811 - Reazione all’abolizione degli “Steccati” o “Caccia del bove” disposta dal governo filo francese e il Prefetto del Metauro, G. Casati, è costretto a diramare da Ancona una circolare: ''In data 6 decembre 1809 si è creduto opportuno di limitare il numero delle caccie del Bue, e de' cosiddetti Steccati per un divertimento mal corrispondente, come pareva, alla genti­lezza de' costumi delli abitanti del Metauro. Pareva che la sanguinosa lotta de' cani, de' bovi o de' tori potesse influire sull'inclina­zione segnatamente di rozzi artisti, e degli agricoltori smaniosi di uno spettacolo rare volte adottato nella più gran parte de' Dipar­timenti del Regno. Ma tenendo dietro a varie osservazioni occorse sull'argomento, ho visto che riusciva assai disgustosa la fissata dimi­nuzione delle Caccie suddette, e degli Stecca­ti, e ho determinato di restituire l'antica costumanza per la rinnovazione a buona stagione delle caccie, e de' steccati, rivocando la precedente limitazione, o divieto". (Alberto Fiorani, Lo Steccato o Caccia del Bove, testo 027, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 1990, pp. 23-24), (Chiara

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 15 giugno PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 15 giugno1811 - Reazione all’abolizione degli “Steccati” o “Caccia del bove” disposta dal governo filo francese e il Prefetto del Metauro, G. Casati, è costretto a diramare da Ancona una circolare: ''In data 6 decembre 1809 si è creduto opportuno di limitare il numero delle caccie del Bue, e de' cosiddetti Steccati per un divertimento mal corrispondente, come pareva, alla genti­lezza de' costumi delli abitanti del Metauro. Pareva che la sanguinosa lotta de' cani, de' bovi o de' tori potesse influire sull'inclina­zione segnatamente di rozzi artisti, e degli agricoltori smaniosi di uno spettacolo rare volte adottato nella più gran parte de' Dipar­timenti del Regno. Ma tenendo dietro a varie osservazioni occorse sull'argomento, ho visto

 
Accadde nel Mondo il 15 giugno PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 15 giugnoIl 15 giugno è il 166º giorno del Calendario Gregoriano (il 167º negli anni bisestili). Mancano 199 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

763 a.C. - Gli Assiri registrano un'eclissi solare

923 - Battaglia di Soissons: re Roberto I di Francia viene ucciso, re Carlo il Semplice viene arrestato dai sostenitori del duca Rodolfo di Borgogna

1094 - Valencia cade nelle mani di El Cid

1099 - L'esercito crociato conquista Gerusalemme strappandola ai musulmani Fatimidi di Iftikhār al-Dawla. Grazie a una torre d'assedio, Goffredo di Buglione entra fra i

 
Santo del giorno 15 giugno San Vito Adolescente martire PDF Stampa E-mail
Giovedì 15 Giugno 2023 00:00

Santo del giorno 15 giugno San Vito adolescente martireSu San Vito adolescente martire il culto è attestato dalla fine del V secolo, ma le notizie sulla sua vita sono poche e scarsamente attendibili. Alcuni antichi testi lo dicono lucano, ma la ‘Passio’ leggendaria del VII secolo, lo dice siciliano; nato secondo la tradizione a Mazara del Vallo in una ricca famiglia, rimasto orfano della madre, fu affidato a una nutrice, Crescenzia, e poi al pedagogo Modesto, che essendo cristiani lo convertirono alla loro fede. Aveva sui sette anni, quando cominciò a fare

 
Ostra Vetere: Mensilario della fondazione dell’Ospedale “Antonio Canova” a Montenovo il 14 dicembre 1832 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Giugno 2023 18:56

Ostra Vetere: Mensilario della fondazione dell’Ospedale “Antonio Canova” a Montenovo il 14 dicembre 1832Dopo le precedenti esperienze di cui si ha notizia almeno dal XIV-XV secolo, un nuovo Ospedale degli Infermi di Montenovo, venne fondato il 14 dicembre 1832 con rescritto dell'Ordinario Diocesano. Alla sua erezione concorsero anche il celebre scultore Antonio Canova, al quale è appunto intitolato il nostro Ospedale, don Amanzio Monti ed il Vescovo di Senigallia, il cardinale maltese Fabrizio Sceberras Testaferrata. (p. Rolando Maffoli o.f.m., Renzo

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 14 giugno PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Giugno 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 14 giugno1800 - La vittoria di Marengo del 14 giugno 1800 segnò l'inizio della potenza napoleonica in Italia e nel 1801 i Francesi rientrarono in Ancona, lo Stato Pontificio veniva smembrato e si pubblicava solennemente l'abolizione del potere temporale dei Papi. (Alberto Fiorani, La storia e i caratteri della devozione lauretana delle confraternite, testo 041, Ostra Vetere, Centro Cultura Popolare (AN), 1995, p. 63).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie,

 
Accadde nel Mondo il 14 giugno PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Giugno 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 14 giugnoIl 14 giugno è il 165º giorno del Calendario gregoriano (il 166º negli anni bisestili). Mancano 200 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

370 – San Basilio Magno viene ordinato vescovo di Cesarea in Cappadocia

877 – Carlo il Calvo promulga il Capitolare di Quierzy che introduce l'ereditarietà delle cariche feudali

1381 – Re Riccardo II d'Inghilterra incontra il capo della Rivolta dei contadini

1645 – Guerra civile inglese: Battaglia di Naseby

1751 – Papa Benedetto XIV pubblica la Lettera Enciclica A quo primum, sui divieti agli ebrei in

 
Santo del giorno 14 giugno Santa Teopista Vergine e martire PDF Stampa E-mail
Mercoledì 14 Giugno 2023 00:00

Santo del giorno 14 giugno Santa Teopista Vergine e martireSu Santa Teopista Vergine e martire, la tradizione vuole che la giovane Teopista, vissuta sotto l’Imperatore Valeriano, abbia preferito il martirio alle attenzioni di un giovane patrizio. Il suo corpo poi nel ‘600, periodo che vide il diffondersi del culto dei martiri e la frenesia all’accaparramento delle loro reliquie, fu traslato dalle catacombe di Priscilla (1665) alla Chiesa di Maria Santissima Assunta di Monsampolo del Tronto per volere di Giovanni Battista Corradi. E' compatrona della città picena ed è festeggiata la prima domenica di Maggio e il 14 Giugno. Il

 
Ostra Vetere: Mensilario della morte dell’imperatore Federico II che voleva sottomettere Montenovo il 13 dicembre 1250 PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Giugno 2023 18:56

Ostra Vetere: Mensilario della morte dell’imperatore Federico II che voleva sottomettere Montenovo il 13 dicembre 1250Federico Ruggero di Hohenstaufen, nato a Jesi (AN) il 26 dicembre 1194, è stato re di Sicilia con il titolo di Federico I dal 1198 al 1250, duca di Svevia con il titolo di Federico VII dal 1212 al 1216, re dei Romani dal 1212 e poi imperatore del Sacro Romano Impero con il titolo di Federico II, eletto nel 1211, incoronato dapprima ad Aquisgrana nel 1215 e, successivamente, a Roma dal papa nel 1220 e re di Gerusalemme dal 1225 per matrimonio, autoincoronatosi nella stessa Gerusalemme nel 1229. Apparteneva alla nobile famiglia sveva degli Hohenstaufen. Discendeva per parte di madre dai normanni di Altavilla (Hauteville in francese), conquistatori di Sicilia e fondatori del regno di Sicilia. Conosciuto con l'appellativo di stupor mundi ("meraviglia o stupore del mondo"), Federico II era dotato di una personalità poliedrica e affascinante che, fin dalla sua epoca, ha polarizzato l'attenzione degli storici e del popolo, producendo anche una lunga serie di miti e leggende popolari, nel bene e nel male. Il suo mito finì per confondersi con quello del nonno paterno, Federico Barbarossa. Il carisma di Federico II è stato tale che, all'indomani della sua morte avvenuta a Fiorentino di Puglia (Torremaggiore) il 13 dicembre 1250, il figlio Manfredi, futuro re di Sicilia, in una lettera indirizzata al fratello Corrado IV, lo citava così: "Il sole del mondo si è addormentato, lui che brillava sui popoli, il sole dei giusti, l'asilo della pace". Questo il comprensibile elogio filiale. E tale il comprensibile elogio sia della città natale, Jesi in provincia di Ancona nelle Marche, dove era fortunosamente nato sotto una tenda nella piazza a lui ora dedicata, e che gli dedicò anche una statua di bronzo e un Museo a lui intitolato, come pure della città dove morì il 13 dicembre 1250 a Fiorentino di Puglia (Torremaggiore). Eppure tali giubilazioni non sono unanimi e generalizzate. Infatti non facciamo altrettanto noi di Montenovo (Ostra Vetere), per i motivi ampiamente illustrati in uno dei volumi della nostra collana di testi, il n. 7 di Alberto Fiorani e p. Rolando Maffoli o.f.m., Il processo del 1252 per l'incastellamento di alcune famiglie barbaresi a Montenovo, Ostra Vetere (AN) Centro Cultura Popolare, 1981, pp. 64, che così ci informa, alle pagine 15-18: “Nella Marca d’Ancona la fine del XII secolo vede l'affermarsi dei liberi Comuni stretti in una lega, capeggiata da Ancona ed Osimo, e sostenuta dal pontefice Innocenzo III, lega che costringe l'ultimo marchese imperiale Marqualdo d'Anweiler a fuggire in Sicilia. La morte dell'imperatore Enrico VI e la minore età di Federico II, privando dell'appoggio militare le signorie locali, accelerano il processo di proliferazione delle nuove realtà comunali. La progressiva affrancazione delle popolazioni della nostra zona (V. VILLANI,  Nascita di un Comune - Serra de' Conti nel Comitato di Senigallia (sec. X-XIII) - Comune di Serra de' Conti, Biblioteca Comunale 1980 - p. 90) vede prima il fiorire dell'autonomia locale dei Comuni di Monte Bodio (oggi Ostra), di Rocca Contrada (oggi Arcevia) ai quali si aggiungono poi i Comuni di Corinaldo e di Montenovo (oggi Ostra Vetere) che troviamo già organizzati e riconosciuti nel 1230, mentre a questa data non compaiono ancora i Comuni di Serra e di Barbara, probabilmente perchè ruotano ancora nell’orbita delle rispettive signorie feudali. Più precisamente la "villa di Barbara" dipende dalla Abbazia di Sitria, il cui dominio si conserva ancora solido nei decenni

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 13 giugno PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Giugno 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 13 giugno1832 - Il giorno precedente e in questo, nella serata è stata data in Teatro una publica Accademia di Violino e Chitarra Francese in accompagnamento a Carlo Parnanzani di Ancona, come da pubblico manifesto, che riscosse applauso generale per l'esecuzione delle variazioni a tema, avendole eseguite per tutto il corso della sua vita, come detto nella relazione teatrale. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 1983, p. 93).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente

 
Accadde nel Mondo il 13 giugno PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Giugno 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 13 giugnoIl 13 giugno è il 164º giorno del Calendario Gregoriano (il 165º negli anni bisestili). Mancano 201 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

1373 – Inghilterra e Portogallo firmano un trattato di alleanza che non è mai stato spezzato

1665 – Nella Battaglia di Lowestoft, combattuta durante la seconda guerra anglo-olandese, la flotta olandese subisce la più pesante delle sconfitte di tutta la sua storia

1774 – Il Rhode Island è la prima delle 13 colonie americane a mettere fuori legge l'importazione di schiavi

1792 – Il papa Pio VI pubblica la Lettera

 
Santo del giorno 13 giugno Sant'Antonio di Padova Sacerdote e dottore della Chiesa PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Giugno 2023 00:00

Santo del giorno 13 giugno Sant'Antonio di Padova Sacerdote e dottore della ChiesaSant'Antonio di Padova Sacerdote e dottore della Chiesa ossia Fernando di Buglione nasce a Lisbona da nobile famiglia portoghese discendente dal crociato Goffredo di Buglione. A quindici anni è novizio nel monastero di San Vincenzo a Lisbona, poi si trasferisce nel monastero di Santa Croce di Coimbra, il maggior centro culturale del Portogallo appartenente all'Ordine dei Canonici regolari di Sant'Agostino, dove studia scienze e teologia con ottimi maestri, preparandosi all'ordinazione sacerdotale che riceverà nel 1219, quando ha ventiquattro anni. Quando sembrava dover percorrere la carriera del teologo e del filosofo, decide di lasciare l'ordine dei Canonici Regolari di Sant'Agostino. Fernando, infatti, non sopporta i maneggi politici tra i canonici regolari agostiniani e re Alfonso II e in cuor suo anela a una vita religiosamente più severa. Il suo desiderio si realizza nel 1220, quando giungono a Coimbra i corpi di cinque frati francescani

 
Ostra Vetere: Anniversario della soppressione dell’Ospedale “Antonio Canova” il 12 giugno 2017 PDF Stampa E-mail
Lunedì 12 Giugno 2023 18:41

Ostra Vetere: Anniversario della soppressione dell’Ospedale “Antonio Canova” il 12 giugno 2017“montenovonostro” ha la memoria lunga, si sa, non solo per ricordare i fatti recenti, ma anche quelli più vecchi. E fra i fatti recenti e quelli più vecchi non può fare a meno di ricordare l’anniversario mensile della foto scattata il 12 giugno 2017 nella Sala Consiliare del Comune di Montenovo, il luogo civile più “sacro” del paese, nel quale si esaltano le funzioni e i poteri intangibili dell’autonomia comunale e dove si dovrebbero assumere le decisioni più importanti e migliori nell’interesse di tutta la comunità locale. Ma ritrae anche quattro personaggi, di cui uno solo ci è noto: il sindaco di qualche anno fa. Gli altri tre ci sono sconosciuti, anche se quello più a destra (e non poteva che essere così, con l’aria che tira ormai in quel partito nel quale milita) ci pare di riconoscervi il dottore senigalliese Fabrizio Volpini, allora consigliere regionale del PD, di recente candidato a Sindaco senigalliese e sonoramente sconfitto da una lista avversaria. Da Senigallia era venuto anni fa nella nostra Sala Consiliare e presiedere a una “cerimonia” insieme ad altri due personaggi a noi sconosciuti, ma che, circondando fra tutti e tre il nostro sindaco (“nostro” si fa ovviamente tanto per dire) dovrebbero avere una ben “alta” funzione. Non può sfuggire a nessuno l’accentuata e plateale espressione di piena soddisfazione per quello che l’ex sindaco, chino e quasi prosternato, stava facendo. Firmava il documento che sanciva la irreversibilità della trasformazione del nostro Ospedale, nemmeno tanto tempo prima diventato solo RSA, che perdeva così ogni possibilità di prestazioni sanitarie di ricovero in degenza medica, per essere ridotto a sola funzione sociale, fino ad allora esercitata altrove e dove avrebbe potuto tranquillamente continuare a svolgersi, senza “sfasciare” le altre risorse strutturali locali. Si trattava della fine (ingloriosa) di una storia che a Montenovo è durata almeno settecento anni, di certo almeno dal 1342, anno a cui risalgono i primi documenti che citano espressamente l’Ospedale di Montenovo, che a quell’epoca era

 
Dall’Italia: E' morto Silvio Berlusconi: camera ardente a Villa San Martino di Cologno Monzese e funerali nel duomo di Milano PDF Stampa E-mail
Lunedì 12 Giugno 2023 13:05

Dall’Italia: E' morto Silvio Berlusconi: camera ardente a Villa San Martino di Cologno Monzese e funerali nel duomo di MilanoL'ex presidente del Consiglio dei Ministri italiano, Silvio Berlusconi, è morto dopo quattro giorni dal nuovo ricovero all'ospedale San Raffaele di Milano. Il senatore e fondatore del partito di Forza Italia ha caratterizzato gli avvenimenti politici italiani a partire da quel 10 maggio 1994 in cui diventò presidente del Consiglio per la prima volta, in un governo guidato dal suo partito in coalizione con Alleanza Nazionale, Lega Nord, Centro Cristiano Democratico (Ccd) e Unione di Centro (UdC). Da allora ha dominato la scena politica italiana e internazionale. Aveva 86 anni e già da qualche tempo le sue condizioni di salute si erano fatte serie, a causa della leucemia mielomonocitica cronica di cui soffriva da tempo,

 
a MONTENOVO i fatti nostri del 12 giugno PDF Stampa E-mail
Lunedì 12 Giugno 2023 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 12 giugno1826 - Nella serata al Girone, per la vigilia di Sant’Antonio di Padova, vennero esplosi fuochi artificiali con una girandola con bomba di scarso effetto, lavorata dal fuochista don Adreano Ballanti, che riscosse urli e fischi. (http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/miscelanea-veritas/7245-oggi-12-giugno-accadde-pillole-di-storia-montenovese-quando-i-due-fuochi-artificiali-della-vigilia-di-santantonio-fecero-miseramente-cilecca).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo

 
Accadde nel Mondo il 12 giugno PDF Stampa E-mail
Lunedì 12 Giugno 2023 00:00

Accadde nel Mondo il 12 giugnoIl 12 giugno è il 163º giorno del Calendario Gregoriano (il 164º negli anni bisestili). Mancano 202 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

1099 - I comandanti Crociati visitano il Monte degli Olivi, dove incontrano un eremita, che li incita a portare l'assalto a Gerusalemme

1381 - Rivolta dei contadini, Inghilterra - i ribelli arrivano a Blackheath

1442 - Alfonso V di Aragona viene incoronato re di Napoli

1523 - Viene arrestato Jancko Douwama, leader dei ribelli indipendentisti della Frisia

1575 - Guglielmo il Taciturno sposa Carlotta di

 
Santo del giorno 12 giugno San Leone III Papa PDF Stampa E-mail
Lunedì 12 Giugno 2023 00:00

Santo del giorno 12 giugno San Leone III PapaNativo di Roma, Leone III, dopo la consacrazione avvenuta il 27 dicembre 795, comunicò a Carlo Magno la morte del suo predecessore Adriano I e quindi la sua consacrazione, gli mandò il vessillo della città di Roma, in segno di ossequio e le chiavi della Confessione di San Pietro con l’invito a mandare un suo rappresentante alla cerimonia del giuramento di fedeltà del popolo romano. Dovette occuparsi della questione dell’adozionismo teoria sostenuta principalmente dai vescovi spagnoli Felice di Urgel e Elipando di Toledo, questione già discussa sotto il pontificato del predecessore Adriano I e condannata nei

 
Ostra Vetere: Mensilario dell'annuncio del primo decesso per Coronavirus in Cina l'11 gennaio 2020 PDF Stampa E-mail
Domenica 11 Giugno 2023 18:43

Ostra Vetere: Mensilario dell'annuncio del primo decesso per Coronavirus in Cina l'11 gennaio 2020La terribile pandemia del Covid19 (Coronavirus) compie gli anni: era l'11 gennaio 2020 quando la Cina annunciò il primo decesso per una forma di polmonite causata da un nuovo tipo di virus della stessa famiglia della SARS, la sindrome respiratoria acuta grave. Il primo focolaio, dichiararono allora le autorità di Pechino, era stato individuato nel dicembre 2019 nella città di Wuhan, nella provincia dell'Hubei. La

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 11 di 601

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.