BCC_Ostra_Vetere.jpg

Login

Chi è online

 173 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Biblioteca
Ostra Vetere: Per le sedute del Consiglio, tornerà a suonare il campanone delle libertà comunali PDF Stampa E-mail
Giovedì 05 Maggio 2011 20:37

In occasione delle sedute del Consiglio, tornerà a suonare il campanone delle libertà comunaliDopo la notizia, che abbiamo pubblicato ieri, sulla decisione adottata dal Consiglio comunale di ripristinare il suono del campanone delle libertà comunali in occasione delle sedute consiliari, il nostro direttore Alberto Fiorani ha nuovamente scritto: "Al sindaco, agli assessori, ai viceassessori, ai consiglieri comunali di maggioranza e di minoranza del Comune di Ostra Vetere. Con viva soddisfazione ho appreso che il Consiglio Comunale del 30 aprile 2011 ha deciso di ripristinare il suono del campanone delle libertà comunali in occasione delle prossime sedute consiliari, così come mi ero permesso di auspicare nella mia precedente comunicazione del 26 aprile scorso. Me ne compiaccio e ringrazio di vero cuore tutti i consiglieri comunali. Accanto alla soddisfazione per la giusta e opportuna decisione consiliare, mi preme anche fornire qualche elemento storiografico esplicativo in proposito, peraltro contenuto in un volume di storia patria che ebbi

 
Ripe: Il nuovo libro di Renzo Fiorani sull’orologio della torre pubblica PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Aprile 2011 14:36

Il nuovo libro di Renzo Fiorani sull’orologio della torre pubblicaÈ uscito il bel volume di Renzo Fiorani su “L’orologio della torre pubblica a Ripe”. Il libro offre uno spaccato della vita cittadina ripese lungo quattro secoli. Tante le notizie riportate alla luce nel documentatissimo lavoro: dal primo impianto della macchina a pesi all’attuale orologio elettronico; dalla costruzione della prima torre ai crolli del Settecento e Ottocento, dai danni del terremoto del 1930 alla “incamiciatura” della vecchia torre danneggiata dalle cannonate durante il passaggio del fronte nella seconda guerra mondiale; dalla realizzazione del primo palazzo comunale sopra la porta di accesso al castello nei primi anni del Seicento all’attuale sede comunale realizzata negli anni ‘40 del secolo scorso; dal primo moderatore dell’orologio, mastro Torquato, all’ultimo incaricato Rambaldo Righini, passando per la “chiassata” con tanto di coltello in mano alla metà del Seicento di uno dei moderatori spalleggiato dal fratello monaco per

 
Ostra Vetere: Distribuito il 139° volume della collana del Centro di Cultura Popolare. E' un DVD PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Febbraio 2011 22:45

Distribuito il 139° volume della collana del Centro di Cultura Popolare è un DVDPresentato in serata, per l’ultima lezione del corso di storia e tradizioni popolari dell’UniTre, Università della Terza Età e Università delle Tre Età di Ostra Vetere, il recente volume nel nuovo formato elettronico del Centro di Cultura Popolare di Alberto Fiorani: “Aneddotica montenovese, tra segni segreti, misteri irrisolti e opere disperse”. Si tratta del volume n. 139/2010 della collana di testi dell’associazione culturale, che contiene la prolusione introduttiva dell’anno accademico 2010/2011 pronunciata sabato 23 ottobre 2010 presso l’auditorium dell’ex chiesa di San Sebastiano e dedicata agli aspetti più insoliti della storia, della tradizione, dell’arte, dell’archeologia, dell’architettura e

 
Ostra Vetere: Appaltati i lavori per il completamento del prestigioso e storico Palazzo De Pocciantibus PDF Stampa E-mail
Martedì 01 Febbraio 2011 21:00

Il libro di Francesco Fiorani e Fabrizio Lipani sul Palazzo De Pocciantibus“Un risultato importante, frutto del nostro impegno in Europa e di un lavoro quotidiano per individuare fonti di finanziamento alternative ed aggiuntive a quelle fornite dal nostro Bilancio comunale. I fondi dell’Unione Europea, arrivati per Palazzo De Pocciantibus, serviranno per rendere utilizzabili e fruibili altre stanze e locali dello storico e prestigioso edificio del centro storico che verranno poi aperte per essere messe al servizio dei nostri progetti culturali”. Lo rende noto il sindaco di Ostra Vetere Massimo Bello, che annuncia, dopo l’approvazione a livello comunitario di una pratica per la concessione di un contributo di 250.000 euro nell’ambito dell’Asse Cultura, destinato a un ulteriore e importante intervento di ristrutturazione della storica dimora rinascimentale, l’aggiudicazione della gara d’appalto alla ditta Latini di Senigallia. “I fondi - dichiara il primo cittadino di Ostra Vetere - ci permetteranno di mettere mano al recupero e al completamento anche del primo e del secondo piano del palazzo gentilizio”. Palazzo De Pocciantibus è già

 
Ostra Vetere: Gli architetti Gualandi progettarono le guglie più alte delle Marche PDF Stampa E-mail
Giovedì 30 Settembre 2010 00:00

Gli architetti Gualandi progettarono le guglie più alte delle MarcheFurono gli architetti bolognesi Francesco e Giuseppe Gualandi, padre e figlio, a progettare la stupenda quarta ricostruzione in stile neogotico della antica abbazia di Santa Maria di Piazza, conferendogli un singolare primato: realizzarono le guglie della cupola ottagona e del campanile come le più alte dell’intera regione marchigiana. Si stagliano nel cielo dalla cima della collina su cui sorge Ostra Vetere e aggiungono anche un altro primato: la cupola ottagona fu la prima ad essere costruita in cemento armato. Una tecnologia per quell’epoca all’avanguardia, che, nonostante il tremendo terremoto di Senigallia del 1930, i bombardamenti del passaggio del fronte della seconda guerra mondiale nel 1944, il terremoto di Ancona del 1972  e il terremoto dell’appennino umbro-marchigiano del 1997 non sono riusciti ad abbattere. Miracoli dell’ingegneria dell’Otto-Novecento. Sono curiosità che aggiungono interesse allo

 
Marche: Prefazione del presidente Spacca al manuale delle Confraternite. Ultima parte PDF Stampa E-mail
Martedì 28 Settembre 2010 00:00

Prefazione del presidente Spacca al manuale delle Confraternite Ultima parteLa seconda parte della prefazione del presidente della Regione Marche dottor Gian Mario Spacca al manuale sulle Confraternite. Dal volume della Dottoressa Chiara Fiorani, “Le Confraternite. Profili storico-giuridici” ricaviamo la Prefazione del Presidente della Regione Marche, Dottor Gian Mario Spacca: “(…continua…) Il repentino declino di tante istituzioni confraternitali, negli anni del dopoguerra e del boom economico, sembra essersi arrestato e, anzi, si assiste in questi ultimissimi decenni a una ripresa che, seppure ancora embrionale, mostra già i segni di una convincente vitalità. Il quadro dell’associazionismo complessivo nella società attuale, quindi, si sta arricchendo anche di questa esperienza millenaria di ritorno. Non saremmo attenti testimoni del nostro tempo se ci sfuggisse questo dato, né possiamo esimerci dal darne una valutazione seppure provvisoria, in attesa di apprezzarne gli sviluppi in prospettiva. E lo

 
Ostra Vetere: Si riunisce nel pomeriggio la commissione per le celebrazioni del centenario dell'abbazia di Santa Maria PDF Stampa E-mail
Martedì 15 Giugno 2010 20:26
Si riunisce nel pomeriggio la commissione per le celebrazioni del centenario dell'abbazia di Santa MariaL'abbazia di Santa Maria di Piazza si appresta a celebrare il centenario della ricostruzione in forme neogotiche della chiesa principale di Ostra Vetere. Il Centro di Cultura Popolare si è da tempo attivato in vista della ricorrenza e addirittura dal 2002 ha avviato una ricerca sulla storia del più caratteristico monumento architettonico ostraveterano. E' stato il nostro collaboratore Francesco Fiorani, dopo lunghi studi e difficoltose ricerche, a comporre una ricerca stimolante, che ha permesso di superare i tanti e troppi luoghi comuni sulla storia abbaziale, finora attestati tutti attorno all'opera manoscritta di don Pietro Paolo Brunacci, lo storico montenovese che, alla fine del Seicento, ne aveva ampiamente parlato. Al suo contributo, che si fondava sui pochi documenti a lui noti, e che andavano dalla metà del Quattrocento alla fine del Seicento, si sono poi attestati tutti gli storici successivi, senza portare alcun convincente contributo integrativo. Ma oggi la lunga ricerca di Francesco Fiorani, durata otto anni e raccolta in due distinti volumi, il primo dei quali ha avuto due
 
Falconara Marittima: Una conferenza sulla pittura del Quattrocento nelle Marche PDF Stampa E-mail
Sabato 22 Maggio 2010 08:40
La strenna della Banca delle Marche contenente interessanti notizie d'arteSi tiene oggi pomeriggio, sabato 22 maggio alle ore 17,30, presso la sede del Centro per la Documentazione dell'Arte Contemporanea di Falconara Marittima la seconda conferenza sul tema "Pittura del Quattrocento nelle Marche". E' il secondo appuntamento del ciclo di tre conferenze del dottor Michele Polverari, storico dell'arte, per conoscere l'evoluzione della produzione pittorica nel territorio marchigiano. Prima di ogni incontro, alle 16.45 sarà possibile visitare il Museo o il centro storico della località che ospita la conferenza. Secondo appuntamento 22 maggio presso Centro per la Documentazione dell'Arte Contemporanea di Falconara Marittima tratterà dell'arte urbinate da Piero della Francesca a Giovanni Santi. E si tratterà certamente di un argomento interessante, così come lo è stata la splendida strenna della Banca delle Marche, della quale riproduciamo a lato
 
Ostra Vetere: Tra le carte di Fabrizio Lipani notizie su un trattato medico di Gaudenzio Brunacci PDF Stampa E-mail
Giovedì 13 Maggio 2010 16:23
Il libro Cina cina seu pulvere ad febres del medico Gaudenzio BrunacciDalle carte dello scomparso Fabrizio Lipani, già presidente del Centro di Cultura Popolare e attento studioso delle antichità patrie, recentemente donate allo stesso Centro dai familiari, abbiamo rintracciato una nota riferita ad un nostro illustre concittadino, il medico e scrittore Gaudenzio Brunacci. La nota si riferisce a una delle opere scritte dal medico e contenuta nel catalogo della Libreria Editrice Goriziana, che trascriviamo integralmente: "36. BRUNACIO GAUDENZIO, De cina cina seu pulvere ad febres, Venezia, Niccolò Pezzana, 1661. In 8°, 150 p., 1 c.n.n. Frontespizio con in caratteri disposti entro una cornice, stemma del giglio, testatine e iniziali silografate. Legatura in pergamena rigida. Nel foglio di guardia anteriore breve intitolazione dell'opera e disegno a china di uno stemma. Prima edizione. Nel 1634 la china fu portata in Europa e commercializzata, inizialmente conosciuta col nome "polvere della contessa" subito rimpiazzato da quello di "polvere del gesuita", dal
 
Ostra Vetere: Si avvicina la festa di San Pasquale Baylòn PDF Stampa E-mail
Domenica 09 Maggio 2010 18:04
Il libro dedicato al culto di San Pasquale Baylon a Ostra VetereLa più grande festa del paese ormai si approssima. Da secoli Ostra Vetere attribuisce a San Pasquale Baylòn, l'umile fraticello spagnolo diventato, per la sua santità, consigliere di re e potenti e salito agli onori degli altari come patrono dei Congressi Eucaristici, una intensa devozione, che torna ogni anno il 17 maggio con la sua festa titolare del Santuario a lui dedicato presso la chiesa di Santa Croce del convento dei frati minori riformati. Già ieri, sabato 8 maggio, è iniziata la novena presso il Santuario e oggi, a mezzogiorno, gli spari dei fuochi artificiali hanno ricordato a tutti che nei giorni a seguire si succederanno iniziative e appuntamenti a ripetizione, fino alla apoteosi della festa, lunedì 17 maggio. Alla devozione di San Pasquale è dedicato uno dei volumi editi dal Centro di Cultura Popolare, il n. 50 della collana, di Alberto Fiorani, "Come vo', tale e quale" del 1998. In esso è scritto a premessa: "Questo volume monografico, dedicato alla memoria del culto plurisecolare che i
 
Essen capitale europea della cultura per il 2010 PDF Stampa E-mail
Venerdì 22 Gennaio 2010 08:23
Il volume contenente la conferenza di Alberto Fiorani a Genova nel 2004Essen, città nel bacino minerario tedesco della Ruhr, è una capitale europea della cultura per il 2010. Lo scorso sabato 9 gennaio il presidente della Commissione europea Josè Manuel Barroso ha partecipato insieme al presidente tedesco Köhler, alle celebrazioni di "Essen for the Ruhr", capitale europea della cultura per il 2010. La cerimonia inaugurale si annunciava con un festival culturale straordinario di due giorni aperto al pubblico, che si è tenuto presso il complesso industriale di Zollverein, sito UNESCO. Essen è stata proclamata una delle tre capitali europee della cultura per il 2010, insieme a Istanbul in Turchia e Pécs in  Ungheria. Quando, nel 2004, venne proclamata Genova capitale della cultura per quell'anno, nell'ambito delle manifestazioni culturali svoltesi nella capitale ligure venne invitato a tenere una conferenza su "La religiosità delle Confraternite liguri nel contesto del movimento confraternitale italiano e mondiale" anche il nostro
 
Francesco Fiorani: L'opera degli architetti Gualandi a Ostra Vetere PDF Stampa E-mail
Domenica 27 Dicembre 2009 15:55
Il volume di Francesco Fiorani intitolato L'opera degli architetti Gualandi a Ostra VetereNel corso della cerimonia di consegna del Premio San Giovannino 2009 di ieri pomeriggio al Santuario di San Pasquale Baylon, promossa dal Centro di Cultura Popolare, è stato distribuito, come è tradizione, uno dei volumi editi nella collana di testi del Centro stesso. In questa occasione è stato distribuito il volume n. 79 edito nell'anno 2005, scritto dall'ingegnere Francesco Fiorani e dal titolo "L'opera degli architetti Gualandi a Ostra Vetere". Il volume è stato approntato per il corso di teoria e storia del restauro della Facoltà di scienze dell'Architettura presso l'Università di Camerino, sede di Ascoli Piceno, quale sintesi di un precedente ponderoso studio redatto tre anni prima sulla "Abbazia di Santa Maria di Piazza - Indagine storica e architettonica per il restauro", costituente una tesina dell'autore per la Facoltà di Ingegneria Edile e Architettura dell'Università degli Studi di Ancona e per la Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici di Ancona a corredo del
 
Gian Mario Spacca: Un lavoro concreto per le Marche del futuro PDF Stampa E-mail
Sabato 12 Dicembre 2009 18:08
Il libro Un lavoro concreto per le Marche del futuroDal presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca riceviamo la seguente comunicazione indirizzata al direttore del nostro quotidiano on-line "Gazzetta dj", Alberto Fiorani: "Con la speranza di fare cosa gradita, si invia il Report del Programma di Governo di legislatura e delle sue concrete realizzazioni negli anni 2005-2010. La verifica di quello che è stato fatto con dati, foto e spiegazioni, viene presentata nel volume per evidenziare un lavoro costantemente ispirato a responsabilità, correttezza e attenzione a ogni singola comunità. Per ogni impegno preso abbiamo voluto fare il rendiconto, per condividere con i Marchigiani i risultati ottenuti, in modo che tutti possano valutare e giudicare. Colgo l'occasione per esprimere i migliori Auguri di Buon Natale
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 5

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.