Centro_Cultura_Popolare.jpg

Login

Chi è online

 96 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Centro Cultura Popolare Santo del Giorno
Santo del Giorno
Santo del giorno 18 luglio San Simone da Lipnica sacerdote PDF Stampa E-mail
Giovedì 18 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 18 luglio San Simone da Lipnica sacerdoteSimone nacque a Lipnica Murowana, in Polonia, tra il 1435 ed il 1440. Studente presso l’università di Cracovia, venne a contatto con San Giovanni da Capestrano, che aveva appena aperto nel 1453 il primo convento di frati francescani. Desideroso di entrarvi, fu però persuaso a concludere prima i suoi studi. Divenne poi finalmente frate e ricevette l’ordinazione presbiterale entro il 1465. La sua devozione e la fama di predicatore gli meritarono svariati incarichi all’interno dell’ordine: dal 1465 fu guardiano della casa di Tarnow e membro del capitolo provinciale a Cracovia. Ma già due anni prima era stato scelto quale predicatore ufficiale delle cattedrale di Wawel, primo del suo ordine ad occupare un ruolo tradizionalmente in mano ai domenicani. Divenne così presto famoso per le sue omelie, in particolar modo per la chiarezza nell’interpretazione delle Sacre Scritture, a tal

 
Santo del giorno 17 luglio Santa Edvige (Jadwiga) regina di Polonia PDF Stampa E-mail
Mercoledì 17 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 17 luglio Santa Edvige (Jadwiga) regina di PoloniaL’8 giugno 1997 a Kraków, in Polonia, Giovanni Paolo II canonizzò dinnanzi ad una folla oceanica la prima regina della sua nazione, Jadwiga (Edvige), appartenete alla “gloriosa stirpe degli Angioini”, dunque di sangue capetingio. Nei suoi confronti persiste un’ininterrotta ammirazione del popolo polacco, un vero e proprio culto ancora vivo a distanza di secoli. Nata a Buda nel 1374, dalla stirpe capetingia degli Angioini a quel tempo regnati sull’Ungheria, dovette appena maggiorenne annullare gli “sponsalia de futuro” stipulati dai suoi genitori quando lei aveva solo quattro anni, com’era tipica prassi medievale, per combinare un matrimonio con Guglielmo d’Asburgo. Il 18 febbraio 1386 sposò invece il granduca lituano Jagello, che promise di ricevere il battesimo insieme con tutta la sua nazione, ultimo baluardo pagano in Europa, nonché l’unificazione alla Polonia. Pare che Edvige sia giunta a prendere una decisione così importante per la

 
Santo del giorno 16 luglio San Vitaliano di Osimo vescovo PDF Stampa E-mail
Martedì 16 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 16 luglio San Vitaliano di Osimo vescovoUno studioso agiografo ha identificato san Vitaliano di Osimo con san Vitaliano di Capua (3 settembre e 16 luglio), ma è stato contestato da altri studiosi, perché i due vescovi vissero effettivamente entrambi nel secolo VIII, ma la loro attività pastorale si svolse distintamente nelle due città citate. Il culto popolare per san Vitaliano ad Osimo, risale per lo meno all’inizio del secolo XVII, anche se non risulta nessun atto di canonizzazione ufficiale. Non si conoscono

 
Santo del giorno 15 luglio San Pompilio Maria Pirrotti padre scolopio PDF Stampa E-mail
Lunedì 15 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 15 luglio San Pompilio Maria Pirrotti padre scolopioDomenico Pirrotti, questo il suo nome di battesimo, nacque a Montecalvo Irpino (AV) il 29 settembre 1710, sesto degli undici figli di Girolamo Pirrotti e di donna Orsola Bozzuti; il padre era dottore in legge e la condizione della famiglia era di ceto nobile; ancora oggi sul portone d’ingresso dell’antico palazzo nobiliare, accanto allo scudo di famiglia, si legge: “Virtus et honor in domo Pirrotti semper”. Giunto ai 16 anni Domenico, vincendo le resistenze dei genitori, che cullavano per lui sogni di carriera sociale, fuggì dalla casa paterna e andò a Benevento, dal superiore del Collegio degli Scolopi di quella città, per essere ammesso in prova per divenire loro religioso. Al padre scrisse poi una commovente lettera per spiegargli la sua risoluzione, attuata solo per adempiere alla chiamata di Dio, che sentiva in sé e quindi gli chiedeva di perdonarlo e impartirgli la sua benedizione. Il 2 febbraio 1727 vestì l’abito religioso degli Scolopi, nel Noviziato di Santa Maria di Caravaggio in Napoli e il 25 marzo 1728 fece la professione solenne con i voti di povertà, castità, obbedienza e quello di istruire la gioventù secondo la Regola

 
Santo del giorno 14 luglio Beato Michele Ghebre sacerdote e martire PDF Stampa E-mail
Domenica 14 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 14 luglio Beato Michele Ghebre sacerdote e martireNella ricca regione etiope del West Gojam, al di sotto del lago Tsana e sulla riva destra dell’Abbay, sorge il villaggio di Dibo, ove nel 1791 nacque Ghebre Michele. Questo nome significa “servo o devoto di San Michele”. Ghebre Michele crebbe nella fede della sua patria, ove la Chiesa Copta Etiope negava la doppia natura umana e divina di Cristo. Da fanciullo una grave malattia lo privò dell’occhio sinistro, ma non gli impedì di impegnarsi nello studio: animato da fervido ingegno e ferrea volontà, destò ben presto l’ammirazione dei suoi compaesani, che erano soliti soprannominarlo “uomo dai quattr’occhi”. Ghebre Michele studiò nella città di Mertolé Mariàm e come gli altri studenti dell’Abissinia, era trattato quasi come figlio e servitore dei suoi maestri, abitando con loro, prestando servizio e vivendo una triste vita di stenti e privazioni. In assenza pressoché

 
Santo del giorno 13 luglio San Sila o Silvano discepolo degli apostoli PDF Stampa E-mail
Sabato 13 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 13 luglio San Sila o Silvano discepolo degli apostoliCommemorazione di san Sila, che, destinato dagli Apostoli alle Chiese dei gentili insieme ai santi Paolo e Barnaba, pervaso della grazia di Dio, svolse senza sosta il suo ministero. Gli Atti degli Apostoli lo citano più volte, come pure viene menzionato nelle varie lettere apostoliche sia di Paolo che di Pietro. I due apostoli lo chiamano Silvano, mentre gli ‘Atti’ lo chiamano Sila; comunque è assodato che si tratta della stessa persona, e che probabilmente uno sia il diminutivo dell’altro. Gli Atti degli Apostoli lo presentano come uno degli “uomini eminenti”, pur non specificando di quale autorità fosse rivestito nella Chiesa di Gerusalemme. Per questo viene inviato insieme a Giuda Barsabba ad Antiochia per accompagnare l’apostolo Paolo e il discepolo Barnaba, ad illustrare e

 
Santo del giorno 12 luglio San Paterniano vescovo di Fano PDF Stampa E-mail
Venerdì 12 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 12 luglio San Paterniano vescovo di FanoSecondo un'antica tradizione, San Paterniano nacque a Fano verso il 275. Mentre infuriava la persecuzione di Diocleziano una visione angelica lo avvertì di lasciare la città, riparando in luogo deserto al di là del fiume Metauro. Più tardi, quando le persecuzioni cessarono e il Cristianesimo divenne Religione di Stato con l'imperatore Costantino, la cittadinanza fanese reclamò Vescovo il virtuoso eremita che la voce comune considerava santo. Invano egli tentò di opporsi, tanto che "quasi a viva forza" fu portato in città. Governò la diocesi per 42 anni placando gli animi, istruendo e confortando. I pagani, trascinati dalla sua predicazione, abbandonarono gli idoli e distrussero i templi stringendosi al santo Vescovo. Il Signore avvalorò il suo zelo con una bella fioritura di prodigi. Avvertito della fine imminente, intraprese la visita all'intera diocesi, volendo arrivare di persona dove non era giunto il suo insegnamento di Vescovo. Morì alla periferia della città il 13 novembre, probabilmente dell'anno 360. Sul suo sepolcro si moltiplicarono i prodigi e il suo culto si estese rapidamente anche oltre i confini d'Italia. Trentadue paesi l'hanno scelto patrono e molte località portano il suo nome. Le sue reliquie si venerano a Fano, nella Basilica a Lui dedicata. Il comune e la diocesi di Fano lo ricordano il 10

 
Santo del giorno 11 luglio Sant'Olga di Kiev Granduchessa PDF Stampa E-mail
Giovedì 11 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 11 luglio Sant Olga di Kiev GranduchessaOlga è tra i primi santi russi-slavi inseriti nel Calendario cattolico bizantino; è considerata l’anello di congiunzione tra l’epoca pagana e quella cristiana, nella storia dei popoli russi. Le fonti che parlano di lei sono numerose e tutte di rilevanza storica, da esse apprendiamo che Olga nacque nell’890 nel villaggio Vybuti a pochi km da Pskov, sul fiume Velika. Bellissima popolana era addetta al traghettamento delle persone sul fiume stesso; nel 903 fu vista dal principe Igor Rjurikovic che volle sposarla sebbene giovanissima. In realtà Olga o Helga era figlia di un capo variago, tribù normanna di origine scandinava che, proveniente dal Nord, si occupavano di traffici e commerci lungo la via del Volga, del Mar Nero e del Caucaso; sicuramente il padre era sorvegliante e responsabile di qualche punto strategico di questo percorso. Il loro matrimonio fu il simbolo concreto della fusione del popolo russo-slavo

 
Santo del giorno 10 luglio San Silvano (Silano) martire PDF Stampa E-mail
Mercoledì 10 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 10 luglio San Silvano (Silano) martireIl santo è tradizionalmente identificato con uno dei sette figli di Santa Felicita che, secondo il racconto di una nota passio, sarebbero stati uccisi a Roma, con la loro madre, durante la persecuzione dell’imperatore Antonino. Tra la fine degli anni sessanta e i primi anni settanta, una campagna di scavi nel complesso cimiteriale dei Giordani, sulla Via Salaria, ha permesso di riportare alla luce frammenti di una lastra marmorea su cui erano incisi, nei bellissimi e chiari caratteri filocaliani, alcuni versi celebranti un martire septimus ex numero fratrum che ulteriori testimonianze epigrafiche (un carme di papa Vigilio e un’iscrizione votiva di un certo Marcello) hanno permesso di identificare con Alessandro uno dei nomi attribuiti ai sette figli di Felicita che, sia la Depositio Martyrum, sia il Liber Pontificalis indicano sepolto in quella catacomba. La storia dei Sette Santi Fratelli, come sono ricordati nella tradizione ecclesiastica, deve dunque possedere un fondo di storicità, quantomeno in riferimento al loro

 
Santo del giorno 9 luglio Santa Veronica Giuliani vergine cappuccina da Mercatello sul Metauro PDF Stampa E-mail
Martedì 09 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 9 luglio  Santa Veronica Giuliani vergine cappuccina da Mercatello sul MetauroQuesta straordinaria mistica è nata il 27 dicembre 1660 a Mercatello sul Metauro, nella diocesi di Urbania (Pesaro), dal capitano Francesco e da Benedetta Mancini. Battezzata con il nome di Orsola. Nella fanciullezza, sentendo leggere la vita dei martiri, concepì grande desiderio di patire per amore di Gesù e aveva compassione dei poverelli, ai quali donava generosamente quello di cui disponeva. Col passare degli anni crebbe in lei sempre più la brama di fare la prima Comunione. Fu soddisfatta il 2 febbraio 1670 a Piacenza, dove suo padre si era trasferito in qualità di Sopraintendente alle Finanze presso la corte del Duca Ranunzio II. Dopo aver mutato il nome di Orsola in Veronica, il 17 luglio 1677 riuscì a entrare, diciassettenne, nel monastero delle Cappuccine di Città di Castello (Perugia). I fenomeni mistici che in lei si verificarono furono controllati a lungo e severamente dalle autorità competenti. Dal 1695 al 27 febbraio 1727, nonostante la grandissima ripugnanza che provava, la santa scrisse, senza rileggerle, in un

 
Santo del giorno 8 luglio Santi Aquila e Priscilla sposi e martiri discepoli di San Paolo PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 8 luglio Santi Aquila e Priscilla sposi e martiri discepoli di San PaoloAquila e Priscilla erano due coniugi giudeo-cristiani, molto cari all'apostolo san Paolo per la loro fervente e molteplice collaborazione alla causa del Vangelo. Aquila, giudeo originario del Pònto, trasferitosi in tempo imprecisato a Roma, sposò Priscilla o Prisca, come è due volte chiamata. Troviamo i due santi per la prima volta a Corinto, quando Paolo vi arrivò nel suo secondo viaggio apostolico l'anno 51: essi erano venuti da poco nella capitale dell'Acaia provenienti da Roma, loro abituale dimora, in seguito al decreto dell'imperatore Claudio, che ordinava l'espulsione da Roma di tutti i giudei, fossero essi cristiani, o meno. Aquila e Priscilla erano probabilmente cristiani prima del loro incontro con Paolo a Corinto, come sembra

 
Santo del giorno 7 luglio San Villibaldo vescovo PDF Stampa E-mail
Domenica 07 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 7 luglio San Villibaldo vescovoNasce intorno al 700 a Wesse, in Inghilterra. La sua famiglia lo mette a scuola dai monaci di Waltham, dove poi decide di farsi monaco. Ma è già fuori dalla cella e dall'Inghilterra prima dei voti definitivi: va in Terrasanta con un gruppo di pellegrini, tra cui suo padre (che morirà a Lucca) e suo fratello Vinnibaldo. Sta due anni a Roma, poi continua senza il fratello verso la Palestina, allora sotto gli arabi. I pellegrini cristiani vi sono in genere bene accolti; in quel momento, tuttavia, per tensioni politiche con l’Impero d’Oriente, Villibaldo e i suoi rischiano la prigione: li credono spie. Ma il soggiorno prosegue in pace, e nel 729 rieccolo a Roma, dopo sette anni. Ma non torna poi in patria. Papa Gregorio II (715-731) lo manda a Montecassino, dove il tenacissimo bresciano Petronace ha rimesso in piedi i muri dopo , dopo la distruzione a opera del longobardo Zottone nel 580-81. Ora si tratta di rifare i monaci, dopo l’abbandono dei tempi di Zottone, quando con l’abate Bonito essi cercarono scampo a Roma, portando con sé soltanto la provvista di pane e il libro della Regola. Così il quasi-monaco d'Inghilterra (non ha ancora emesso la “professione” definitiva) ricompone una comunità nel solco della vera tradizione e dello stile di vita insegnato dal Fondatore. E in quest’opera spende altri dieci

 
Santo del giorno 6 luglio Santa Maria Goretti vergine e martire da Corinaldo PDF Stampa E-mail
Sabato 06 Luglio 2013 00:00

Santo del giorno 6 luglio Santa Maria Goretti vergine e martire da CorinaldoNacque a Corinaldo (Ancona) il 16 ottobre 1890, figlia dei contadini Luigi Goretti e Assunta Carlini, Maria era la seconda di sei figli. I Goretti si trasferirono presto nell'Agro Pontino. Nel 1900 suo padre morì, la madre dovette iniziare a lavorare e lasciò a Maria l'incarico di badare alla casa e ai suoi fratelli. A undici anni Maria fece la Prima Comunione e maturò il proposito di morire prima di commettere dei peccati. Alessandro Serenelli, un giovane di 18 anni, s'innamorò di Maria. Il 5 luglio del 1902 la aggredì e tentò di violentarla. Alle sue resistenze la uccise accoltellandola. Maria morì dopo un'operazione, il giorno successivo, e prima di spirare perdonò Serenelli. L'assassino fu condannato a 30 anni di prigione. Si pentì e si convertì solo dopo aver sognato Maria che gli diceva avrebbe raggiunto il Paradiso. Quando fu

 
<< Inizio < Prec. 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 Succ. > Fine >>

Pagina 38 di 43