Assemblea_Legislativa_Delle_Marche.jpg

Login

Chi è online

 120 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Gazzetta dj Comunicati La Commissione europea celebra l'entrata in vigore del trattato di Lisbona
La Commissione europea celebra l'entrata in vigore del trattato di Lisbona PDF Stampa E-mail
Mercoledì 02 Dicembre 2009 13:33

Il trattato di Lisbona è entrato in vigore il 1° dicembre 2009Ieri, 1° dicembre 2009, è entrato in vigore il trattato di Lisbona. Per l'occasione si è tenuta a Lisbona una cerimonia organizzata dal governo portoghese, dalla presidenza svedese e dalla Commissione europea. La Commissione ritiene che il nuovo trattato comporterà nuovi e importanti vantaggi per i cittadini e chiuderà per il prossimo futuro il dibattito istituzionale. L'Unione europea potrà quindi dedicarsi pienamente alla ricerca di un'uscita indolore dalla crisi economica e finanziaria e portare avanti la strategia UE 2020 per una crescita più "verde". Il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso ha dichiarato: "Il trattato di Lisbona pone il cittadino al centro del progetto europeo. Disporremo finalmente delle istituzioni giuste per agire e della stabilità necessaria per convogliare tutte le energie verso il raggiungimento dei risultati che contano per i nostri cittadini". Il trattato di Lisbona modifica i vigenti trattati UE e CE senza sostituirli e conferisce all'Unione il quadro giuridico e gli strumenti necessari per affrontare le sfide future e rispondere alle richieste dei cittadini. Con il nuovo trattato i cittadini europei avranno voce in capitolo negli affari europei e i loro diritti fondamentali saranno sanciti da un'apposita Carta. L'UE avrà i mezzi per rispondere alle aspettative dei cittadini nei settori dell'energia, del cambiamento climatico, della criminalità transnazionale e dell'immigrazione e sarà anche in grado di esprimersi con più forza sulla scena internazionale. Il trattato di Lisbona introdurrà in particolare i seguenti miglioramenti: * un'Unione più democratica, più aperta e più responsabile: il Parlamento europeo e i parlamenti nazionali avranno più voce in capitolo nel processo decisionale dell'UE e i cittadini avranno il diritto di sapere cosa decidono i loro ministri a livello UE; inoltre, tutti i cittadini europei avranno l'opportunità di influire sulla normativa UE invitando la Commissione europea a presentare una nuova proposta legislativa ("iniziativa dei cittadini europei"); * un'Unione più efficace: grazie a istituzioni più efficienti e a procedure decisionali più snelle, l'UE potrà in particolare lottare meglio contro la criminalità, il terrorismo e la tratta degli esseri umani; * maggiori diritti per i cittadini europei: i valori e gli obiettivi dell'UE saranno definiti in modo più chiaro; inoltre, la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea avrà lo stesso valore giuridico dei trattati; * un'Unione più forte sulla scena internazionale: per garantire maggiore continuità all'attività del Consiglio UE e per assicurare maggiore coerenza tra i diversi settori della politica esterna dell'UE (diplomazia, sicurezza, commercio, aiuti umanitari ecc.), sono state create due nuove figure istituzionali: il Presidente permanente del Consiglio europeo e l'Alto Rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

Francesco Fiorani

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.