Comune_di_Ostra_Vetere.jpg

Login

Chi è online

 103 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Gazzetta dj Comunicati Dalle Marche: Notiziario agrometeorologico Ancona n° 43
Dalle Marche: Notiziario agrometeorologico Ancona n° 43 PDF Stampa E-mail
Mercoledì 09 Novembre 2022 17:53

Dalle Marche: Notiziario agrometeorologico Ancona n° 43NOTIZIARIO AGROMETEOROLOGICO di PRODUZIONE INTEGRATA per la provincia di Ancona 9 novembre 2022. Centro Agrometeo Locale - Via dell’Industria, 1 – Osimo St. Tel. 071/808242 –+ Fax. 071/85979 e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Sito Internet: www.meteo.marche.it. NOTE AGROMETEOROLOGICHE. Dopo la marcata anomalia termica della scorsa settimana, a partire dal weekend le condizioni sono ritornate su canoni più normali, con qualche precipitazione sparsa da debole a moderata ed un vistoso calo delle temperature. FAVINO Nelle indicazioni sottostanti sono evidenziate in giallo gli obblighi previsti dal disciplinare di produzione agronomica approvato dalla Regione Marche DGR 936 del 25 luglio 2022, che individua standard obbligatori per le aziende che aderiscono ad accordi agroambientali ai sensi del PSR Marche, al marchio Qm, al marchio SQNPI. Il favino è una leguminosa annuale e può essere impiegata come coltura da sovescio o per la produzione di granella. Questa leguminosa non tollera un’eccessiva salinità del terreno ed i ristagni idrici; il livello ottimale di attitudine dei suoli alla coltivazione della coltura prevede che il terreno abbia tessitura di medio impasto, che il calcare totale sia compreso tra 2 e 10%, che il calcare attivo sia 25 10. E’ possibile consultare le “Linee Guida del Disciplinare PI Tecniche agronomiche 2022” (PDF) - versione integrale al seguente link: http://www.meteo.marche.it/news/LineeGuidaPI_TecnicheAgro_2022.pdf • Controllo delle avversità Le Linee Guida per la Produzione Integrata delle Colture, “Difesa Fitosanitaria e Controllo delle Infestanti" della Regione Marche – 2022 non ammettono interventi chimici contro parassiti animali e vegetali sulla coltura, mentre l’eventuale controllo delle infestanti può essere effettuato seguendo le indicazioni della tabella riportata nella pagina successiva: EPOCA D’INTERVENTO INFESTANTI CONTROLLATE SOSTANZE ATTIVE NOTE Pre - semina GRAMINACEE E DICOTILEDONI Glifosate (1) Acido pelargonico (1) Ogni azienda per singolo anno (1 gennaio – 31 dicembre) può disporre di un quantitativo massimo di Glifosate (riferimento ai formulati 360 g/l) pari a 2 litri per ogni ettaro di colture non arboree sulle quali è consentito l’uso del prodotto. Il quantitativo totale di Glifosate ottenuto dal calcolo 2 l/ha x n° ha è quello massimo disponibile per l’utilizzo su tutte le specie non arboree coltivate nel rispetto dell’etichetta del formulato. Pre - emergenza GRAMINACEE E DICOTILEDONI Pendimetalin Clomazone (2) Metribuzin (2) Impiegare la dose minima su terreni leggeri e poveri di sostanza organica. DICOTILEDONI Aclonifen Pre - emergenza o Post - emergenza precoce. DICOTILEDONI ED ALCUNE GRAMINACEE Imazamox CONCIMAZIONE Terreni con dotazione inferiore alla normalità Terreni normali Terreni con dotazione superiore alla normalità fosfatica ASPORTAZIONE + ( F1 x C) NESSUNA CONCIMAZIONE NESSUNA CONCIMAZIONE potassica ASPORTAZIONE + ( F1 x G) + H NESSUNA CONCIMAZIONE NESSUNA CONCIMAZIONE. Post - emergenza DICOTILEDONI Bentazone GRAMINACEE Propaquizafop Cicloxidim Quizalofop P Etile N.B. Si ricorda che è sempre obbligatorio il rispetto di quanto riportato nell’etichetta di ciascun formulato commerciale. ANDAMENTO METEOROLOGICO DAL 02/11/2022 AL 08/11/2022: Agugliano (140 m) Apiro (270 m) Arcevia (295 m) Barbara (196 m) Camerano (120 m) Castelplanio (330 m) Corinaldo (160 m) Cingoli (362 m) Jesi (96 m) T. Media (°C) 14.7 (7) 12.4 (7) 13.5 (7) 14.2 (7) 14.8 (7) 13.8 (7) - 13.8 (7) 14.2 (7) T. Max (°C) 23.4 (7) 21.6 (7) 22.5 (7) 23.9 (7) 24.2 (7) 21.4 (7) - 21.9 (7) 24.3 (7) T. Min. (°C) 7.8 (7) 2.6 (7) 6.1 (7) 6.5 (7) 7.6 (7) 7.4 (7) - 8.2 (7) 5.6 (7) Umidità (%) 76.9 (7) 84.1 (7) 68.2 (7) 65.4 (7) 84.9 (7) 70.3 (7) - 68.9 (7) 75.8 (7) Prec. (mm) 15.4 (7) 25.4 (7) 26.6 (7) 19.0 (7) 13.4 (7) 23.4 (7) - 27.4 (7) 20.8 (7) Maiolati (350 m) Moie (183 m) M. Schiavo (120 m) Morro d'Alba (116 m) Osimo (44 m) S.M. Nuova (217 m) Sassoferrato (409 m) Senigallia (25 m) S. de' Conti (87 m) T. Media (°C) 14.5 (7) 14.0 (7) 13.3 (7) 15.1 (7) 13.4 (7) 13.9 (7) 12.2 (7) 14.0 (7) 13.3 (7) T. Max (°C) 21.5 (7) 22.6 (7) 21.6 (7) 23.9 (7) 23.5 (7) 21.9 (7) 22.0 (7) 24.3 (7) 23.6 (7) T. Min. (°C) 9.1 (7) 7.3 (7) 6.7 (7) 9.1 (7) 4.1 (7) 8.4 (7) 2.8 (7) 4.1 (7) 3.3 (7) Umidità (%) 70.9 (7) 84.2 (7) 89.3 (7) 82.2 (7) 76.6 (7) 70.1 (7) 68.3 (7) 78.8 (7) 71.7 (7) Prec. (mm) 18.0 (7) 20.8 (7) 10.2 (7) 25.8 (7) 13.2 (7) 15.4 (7) 24.4 (7) 23.4 (7) 23.4 (7). APPUNTAMENTI E COMUNICAZIONI. Bollettino nitrati: In data 22 ottobre 2019 è stata approvata la DGR Marche 1282 “Programma di azione per le zone vulnerabili da nitrati di origine agricola”, la quale abroga e sostituisce la DGR 1448/2007 e 92/2014. La DGR Marche 1282/2019 prevede (in ottemperanza al DM 5046 del 26/02/2016) un periodo invernale di divieto di distribuzione di fertilizzanti azotati pari a 90 giorni di cui 62 fissi, a partire dal 1 novembre al 31 gennaio, mentre altri 28 giorni (distribuiti fra il mese di novembre e febbraio) stabiliti sulla base delle condizioni pedoclimatiche locali. Al fine di ottimizzare, dal punto di vista agronomico, i periodi nei quali è consentito lo spandimento, anche sulla base delle esperienze degli anni precedenti, nel mese di novembre verranno comunque individuati almeno 15 giorni di divieto spandimento, così da poter comunque avere un congruo numero di giorni utili anche nel mese di febbraio. Si precisa che il rispetto di tale calendario di distribuzione è vincolante soltanto per le aziende che ricadono in Zone Vulnerabili da Nitrati (ZVN) e solo per i seguenti materiali: - Concimi azotati ed ammendanti organici di cui al Decreto Legislativo 29 aprile 2010 n.75, ad eccezione dell’ammendante compostato verde e dell’ammendante compostato misto con tenore di azoto < 2,5% sul secco (di questo non più del 20% in forma ammoniacale; - I letami, ad eccezione del letame bovino, ovicaprino e di equidi, quando utilizzato su pascoli e prati permanenti o avvicendati ed in pre-impianto di colture orticole; - I materiali assimilati al letame; - Liquami, materiali ad essi assimilati ed acque reflue nei terreni con prati, ivi compresi i medicai, cereali autunno-vernini, colture ortive, arboree con inerbimento permanente o con residui colturali ed in preparazione dei terreni per la semina primaverile anticipata. Per la determinazione dei giorni in cui è vietato lo spandimento nei mesi di novembre e febbraio a partire dal 1 novembre p.v. verrà emanato un apposito Notiziario Agrometeorologico - Bollettino Nitrati il quale verrà aggiornato con cadenza bisettimanale il lunedì (con indicazioni per i giorni di martedì, mercoledì e giovedì) ed il giovedì (con indicazione per il venerdì, sabato, domenica e lunedì). Il Bollettino potrà essere consultato al link http://www.meteo.marche.it/nitrati.aspx. SEMINARIO Tartuficoltura: un investimento per il futuro del territorio 57ª Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna (PU) Si avvicina l’appuntamento di sabato 12 novembre ore 17:00, presso il Salotto da Gustare all’interno della Fiera del Tartufo Bianco di Acqualagna: il seminario promosso dal PSR Marche sarà dedicato alla tartuficoltura tra attività di sperimentazione e novità della prossima programmazione 2023-2027. Iscrizione per partecipare in presenza o seguici on line sulla pagina FB e sul canale YouTube del PSR Marche. Link Facebook: https://www.facebook.com/PSRMarche Link YouTube: https://www.youtube.com/c/PSRMarche201420. Festeggia i 20 anni la Rassegna Nazionale degli oli monovarietali, promossa e organizzata da AMAP (ex ASSAM) e Regione Marche, per valorizzare il patrimonio olivicolo italiano. Le valutazioni sensoriali saranno effettuate dal Panel ASSAM – Marche, le analisi chimiche dal Centro Agrochimico Regionale. Tutti i dati saranno elaborati statisticamente da IBE-CNR di Bologna, per aggiornare la banca dati del sito www.olimonovarietali.it. I campioni potranno essere inviati al Centro Agrochimico regionale in uno dei seguenti periodi: - dal 16 novembre al 12 dicembre 2022 - dal 9 al 30 gennaio 2023. In via del tutto eccezionale, per urgenze legate alla necessità di classificazione merceologica pre-confezionamento, sarà possibile far pervenire i campioni nel periodo 24-27 ottobre 2022 (solo pacchetto qualità). Quota di partecipazione: 90 euro pacchetto Rassegna, 120 euro pacchetto qualità. E’ prevista, senza costi aggiuntivi, la valutazione della Shelf life (stato di conservazione degli oli a quasi un anno dalla produzione) ad opera del Panel ASSAM. Novità per il 20° compleanno della Rassegna – riservata alle Marche: Riconoscimento speciale – Rassegna 2023 all’Azienda marchigiana che avrà partecipato con il maggior numero di campioni di varietà iscritte al Repertorio regionale della Biodiversità (LR 12/2003) Riconoscimenti di eccellenza nell’ambito delle tipologie monovarietali delle varietà marchigiane iscritte al Repertorio della Biodiversità. Modalità di partecipazione e schede di adesione potranno a breve essere scaricate dal sito www.amap.marche.it e www.olimonovarietali.it. Per informazioni: Barbara Alfei: tel. 071.808319, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. Simone Coppari: tel. 071.808400 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . SITUAZIONE METEOROLOGICA ED EVOLUZIONE L'approfondimento della vasta ed energica depressione islandese ha provocato il sollevamento del promontorio anticiclonico sostenuto dall'aria calda subtropicale, una configurazione questa che favorisce prevalenti condizioni di stabilità sull'Italia. D'altra parte, l'avanzata del fronte freddo nord-atlantico, che ha già raggiunto la Penisola Iberica, sta provocando un peggioramento delle condizioni sulla Liguria in propagazione verso nord-est in giornata. La coda della perturbazione occidentale provocherà condizioni di maltempo tra domani e venerdì sulle regioni centro-settentrionali accompagnato da un degrado dei valori termici. Davvero curiosa resta la traiettoria sud-est nord-est prevista per una goccia di aria fredda in quota che nel corso del weekend giungerà dall'Adriatico; un moto retrogrado che seguirà il profilo meridionale della granitica area anticiclonica che nel frattempo andrà ad adagiarsi sul Mitteleuropa. Ad oggi resta ancora da decifrare appieno la distribuzione delle precipitazioni provocate dall'ingresso depressionario; al momento sembra che esse interesseranno il medio-basso Tirreno, il medio-alto Adriatico e il settore alpino; più certo sembra il calo delle temperature dai quadranti orientali. PREVISIONE DEL TEMPO SULLE MARCHE giovedì 10 Cielo ad una iniziale copertura a quote alte farà seguito un aumento da nord della stratificazione anche alle quote medio-basse. Precipitazioni attese soprattutto dalla seconda parte della mattinata, in estensione dalle province settentrionali alle meridionali, più incidenti e diffuse sulle prime. Venti inizialmente deboli meridionali, poi in affievolimento prima di intensificarsi da nord-ovest in particolare sulle coste. Temperature in crescita le minime; in calo dai valori massimi. Altri fenomeni: foschie e possibili nebbie in serata. venerdì 11 Cielo nuvolosità prevalente con dissolvimenti e rasserenamenti a partire da nord e dalla seconda parte della mattinata. Precipitazioni non si escludono deboli residui a scemare verso l'ascolano nel corso della mattinata. Venti deboli o moderati settentrionali, più intensi sulla fascia costiera. Temperature in lieve calo. Altri fenomeni: foschie al mattino. sabato 12 Cielo sereno o poco coperto fino a metà giornata quando è atteso al momento un corposo aumento della nuvolosità dal basso Adriatico; dissolvimenti serali-notturni in estensione dall'ascolano. Precipitazioni dalle ore centrali-pomeridiane, rovesci e possibili temporali sulla fascia costiera; in genere meno intense e diffuse sull'entroterra con il possibile ritorno della neve a quote alte sull'Appennino settentrionale. Venti al più moderati e provenienti dai quadranti orientali. Temperature in diminuzione, sensibile per i valori massimi e serali. domenica 13 Cielo a divenire sereno o poco nuvoloso nel corso della mattinata; tendenza all'aumento degli addensamenti sulla dorsale appenninica nel pomeriggio. Precipitazioni non previste. Venti deboli orientali. Temperature in avvertibile calo nei valori minimi. Altri fenomeni: brinate mattutine sulle zone di fondovalle dell'entroterra appenninico. Qui per le previsioni aggiornate quotidianamente: http://meteo.regione.marche.it/previsioni.aspx. Nel sito http://www.meteo.marche.it/pi/ è attivo un Servizio di Supporto per l’Applicazione delle Tecniche di Produzione Integrata e Biologica dove è possibile la consultazione dei Disciplinari di Produzione e di Difesa Integrata suddivisi per schede colturali. Sono inoltre presenti link che consentono di collegarsi alle principali Banche dati per i prodotti ammessi in Agricoltura Biologica. Il risultato completo dell’intera attività di monitoraggio (meteorologico, fenologico e fitopatologico) effettuato dal Servizio Agrometeorologico è consultabile all’indirizzo: http://meteo.regione.marche.it/calmonitoraggio/an_home.aspx. Per la consultazione dei prodotti commerciali disponibili sul mercato contenenti i principi attivi indicati nel presente notiziario è possibile fare riferimento alla banca dati disponibile su SIAN (Sistema Informativo Agricolo Nazionale). Banca Dati Fitofarmaci Banca Dati Bio. Tutti i principi attivi indicati nel Notiziario sono previsti nelle Linee Guida per la Produzione Integrata delle Colture, Difesa Fitosanitaria e Controllo delle Infestanti” della Regione Marche - 2022. Ciascuno con le rispettive limitazioni d’uso e pertanto il loro utilizzo risulta conforme con i principi della difesa integrata volontaria. I prodotti contrassegnati con il simbolo (♣) sono ammessi anche in agricoltura biologica. Le aziende che applicano soltanto la difesa integrata obbligatoria, non sono tenute al rispetto delle limitazioni d’uso dei prodotti fitosanitari previste nelle Linee Guida di cui sopra, per cui possono utilizzare tutti gli agrofarmaci regolarmente in commercio, nei limiti di quanto previsto in etichetta, applicando comunque i principi generali di difesa integrata, di cui all’allegato III del D.Lgs 150/2012, e decidendo quali misure di controllo applicare sulla base della conoscenza dei risultati dei monitoraggi e delle informazioni previste al paragrafo A.7.2.3. del PAN (DM 12 febbraio 2014). Notiziario curato dal Centro Agrometeo Locale di Ancona - Per info: Dr. Giovanni Abate 071/808242. Prossimo notiziario: mercoledì 16 novembre 2022.

da Assam

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.