Dalle Marche: Confronto sulla legge regionale per le Start Up nelle Marche PDF Stampa E-mail
Giovedì 24 Giugno 2021 17:18

Dalle Marche: Confronto sulla legge regionale per le Start Up nelle MarcheSi chiude ad Ascoli Piceno il ciclo di incontri. Confronto sulla legge regionale per le Start Up nelle Marche. Carloni: “Puntare su innovazione, conoscenza e creatività”. Due gli appuntamenti ospitati nelle sedi della Camera di Commercio delle Marche. Si è chiuso ad Ascoli Piceno ieri pomeriggio, nella sede della Camera di Commercio delle Marche, il mini ciclo di due incontri che la Regione Marche ha organizzato per illustrare la nuova legge (L.R. 29 aprile 2021) dedicata alle Start Up. Dopo l'incontro di lunedì scorso a Pesaro (sempre nella sede della Camera di Commercio delle Marche) oggi si è replicato in terra picena perchè, come ha più volte sottolineato il vice presidente Mirco Carloni, la volontà è quella di “stare nel territorio ed incontrare i protagonisti”. A fare gli onori di casa, davanti a quelli che saranno i possibili beneficiari della nuova legge, è stato il presidente della Camera di Commercio delle Marche, Gino Sabatini che ha sottolineato: “L'economia sta ripartendo, c'è voglia di fare impresa. Il nostro ruolo è quello di stare a fianco di questi 'nuovi' imprenditori per sostenerli ed aiutarli a crescere. La filiera istituzionale che si è creata nelle Marche è sicuramente un valore aggiunto che va a vantaggio di tutti”. Quindi il vicepresidente della giunta regionale e assessore alle Attività produttive, Mirco Carloni ha posto l'accento sul fatto che: “Le Marche avevano bisogno di una spinta importante per far crescere una nuova generazione di protagonisti per una nuova economia regionale incentrata sull’innovazione, sulla conoscenza e sulla creatività. Oggi nel nostro sistema economico registriamo una velocità di cambiamento enorme nei prodotti e nei processi produttivi. La start up è il vero acceleratore della competitività di un sistema industriale che vogliamo far crescere sul territorio marchigiano”. A seguire gli interventi di Silvano Bertini e Stefania Bussoletti, rispettivamente dirigente del Servizio Attività Produttive Regione Marche e dirigente P.F. Innovazione, Ricerca e Internazionalizzazione della Regione Marche, che hanno spiegato le motivazioni che hanno indotto la Regione ad elaborare questa legge, mentre Emanuele Petrini, responsabile del procedimento, ha illustrato il bando nei suoi passaggi più importanti evidenziandone le caratteristiche. Infine, prima del dibattito, i contributi di Massimo Capriotti (direttore Uni.Co. Confidi sede di Ascoli Piceno) e Enrico Battistelli (amministratore BP Cube incubatore d’impresa).

da Regione Marche

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.