Provincia_Ancona.jpg

Login

Chi è online

 135 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Gazzetta dj Comunicati Dalle Marche: Presentata ad Ancona la lista Rinasci Marche
Dalle Marche: Presentata ad Ancona la lista Rinasci Marche PDF Stampa E-mail
Mercoledì 26 Agosto 2020 18:10

Dalle Marche: Presentata ad Ancona la lista Rinasci MarchePresentata ad Ancona la lista Rinasci Marche, presenti all’evento nel capoluogo il segretario di +Europa Della Vedova e tutti i candidati delle 5 province. E' stata presentata ad Ancona presso l’Hotel SeePort la lista con tutti i candidati delle province della lista Rinasci Marche Mangialardi Presidente formata da Verdi, +Europa e Civici. “Una lista con una fortissima presenza femminile – ha sottolineato il segretario di +Europa Benedetto Della Vedova –  e smaccatamente ambientalista. Una presenza rosa non dettata da quote, ma altamente qualificata con donne che rappresentano il femminile in tutte le sfaccettature. Mamme, professioniste, imprenditrici, impegnate in politica e nell’amministrazione a livello locale. Una grande alleanza dei valori: l’equità generazionale, lo sviluppo sostenibile e l’ambiente. Rinasci Marche darà un segnale forte a tutti i marchigiani che hanno affrontato due terremoti e stanno vivendo l’emergenza Covid-19”. “È il momento di rinascer - ha dichiarato Gianluca Carrabs dei Verdi -  di ripartire dai luoghi e dalle persone delle Marche, che insieme possono fare la differenza. Le Marche sono state la culla del Rinascimento che ha simboleggiato un’età di cambiamento in cui maturò un nuovo modo di concepire il mondo. Oggi ci dobbiamo riprovare e dobbiamo farlo insieme. La nostra generazione è la prima a sperimentare il rapido aumento delle temperature in tutto il mondo e probabilmente l’ultima che effettivamente possa combattere l’imminente crisi climatica globale, questa è una grande alleanza per il clima che deve agire subito e l’azione deve essere rapida e decisa. I comuni svolgono un ruolo decisivo nella mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l’80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato alle attività urbane. Il Cambiamento climatico è la sfida del nostro tempo.  Maurizio Mangialardi alla guida dell’Anci, ha dimostrato anzi tempo grande attivismo su questi temi, facendosi promotore e sottoscrittore del Patto dei Sindaci per l’Energia e il Clima. Rinasci Marche insieme a lui alla guida della Regione Marche porterà il 100% dei comuni a sviluppare politiche attive sulla transizione energetica e sviluppo sostenibile. Una particolare attenzione sarà data alle aree interne della regione, oggi siamo chiamati più che mai ad operare quel riequilibrio territoriale tra costa ed entroterra. Il divario non è più tra sud e nord dell’Italia, ma tra le aree interne e quelle costiere. Ci vogliono misure forti che individuino le aree interne delle Marche come Zona Economica Speciale dove gli imprenditori che investono ritrovino benefici fiscali e di finanza agevolata appetibili. Un’impresa “nuova” che ragioni su paradigmi nuovi, ovvero che segua le vocazioni del territorio che valorizzi gli immensi giacimenti naturali dello stesso. Fare impresa in questi territori ha una rilevanza soprattutto sociale. Non si può lavorare su vecchi paradigmi oramai superati. Non ci possono essere cittadini di serie A e cittadini di serie B”. Insieme disegneremo il nuovo modello di sviluppo delle marche più equo, sostenibile e legalitario”. “La nostra lista – ha dichiarato Mattia Morbidoni –  si propone di appianare parecchi squilibri sociali che ancora persistono nella nostra regione. Ad esempio, è inaccettabile che nella nostra provincia non ci sia ancora una corretta applicazione della Legge 194, dove non viene garantita alle donne che decidono di ricorrere all'interruzione volontaria di gravidanza la mobilità interna dei medici non obiettori. Penso soprattutto agli ospedali di Jesi e Fabriano, con l'80% di medici obiettori”. Candidati Pesaro Urbino: Gianluca Carrabs project manager; Maria Rosa Conti avvocata; Fattori Cora ingegnera; Pierpaolo Loffreda docente universitario di cinema; Adiro Marini neo già cancelliere Tribunale di Pesaro; Santelli Sabrina imprenditrice; Valentini Anna avvocata. Candidati Ancona: Morbidoni Mattia manager beni culturali; Petrini Francesca imprenditrice agricola; Santarelli Luca infermiere; Sagramola Giancarlo sindaco di Fabriano; Rubegni Roberto commercialista fiduciario slow Food; Gianna Capuzzo produttrice tessile; Diletta Doffo studentessa; Corrado Manzotti imprenditore; Rosita Remini terzo settore. Candidati Macerata: Alessandra Zampetti manager Unicam; Venanzo Ronchetti pensionato; Francesco Acquaroli avvocato; Sandro Bisonni ingegnere; Giulia Messere dirigente associativa; Sabrina Ercolanoni imprenditrice ambito alimentare. Candidati Fermo: Ugo Pazzi agronomo, presidente Slow Food Marche; Francesca Annalisa Antolini Libera Professionista; Marco Feroci Imprenditore; Giada Pasquini impiegata. Candidati Ascoli Piceno: Edward Rino Alfonsi insegnante, operatore economico; Evelyn Bargiacchi Conduttrice e produttrice televisiva; Barbara Riga Direttrice strutture sportive; Luciano Spinozzi Architetto, Insegnante.

Da RinasciMarche

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.