Regione_Marche.jpg

Login

Chi è online

 178 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Gazzetta dj Comunicati Regione Marche: Il consigliere della Lega nord Sandro Zaffiri sul suicidio di Alba Adriatica
Regione Marche: Il consigliere della Lega nord Sandro Zaffiri sul suicidio di Alba Adriatica PDF Stampa E-mail
Giovedì 03 Maggio 2018 18:49

Regione Marche: Il consigliere della Lega nord Sandro Zaffiri sul suicidio di Alba AdriaticaIl consigliere della Lega nord, Sandro Zaffiri, sul suicidio di Alba Adriatica: “Il vuoto normativo non va riempito con le chiacchiere”. Sul tragico fatto di Alba Adriatica che ha visto, purtroppo, protagonista un concittadino marchigiano, fiaccato dalle lungaggini e dalle tante complicazioni burocratiche post-terremoto interviene, in una nota, il consigliere regionale della Lega nord, Sandro Zaffiri. “Pur nel rispetto del momento di dolore e profonda commozione a cui episodi come questo devono essere accompagnati, non è possibile evitare di indicare alcune precise responsabilità rispetto al caos normativo e burocratico che si è venuto a creare in seguito agli eventi sismici che hanno interessato la nostra regione”. Eventi sismici che – è bene ricordare – risalgono oramai a quasi due anni fa. “Ebbene – scrive Zaffiri – nonostante il lungo tempo trascorso spiace constatare il fatto che permanga uno stato di piena emergenza, che le popolazioni di quei luoghi dell’entroterra marchigiano siano completamente abbandonate ai loro problemi, che – cosa forse ancora più grave – la macchina della burocrazia regionale sia andata totalmente in panne non essendo stata in grado di gestire né l’emergenza, né tantomeno una ipotetica quanto distante e difficile ripresa”. “Problemi non esclusivamente di ordine abitativo – aggiunge Zaffiri - Mi riferisco alla normale esigenza di avviare o ri-avviare una qualsiasi attività di natura imprenditoriale, di ristabilire connessioni sociali, di ascoltare ed essere ascoltati. Necessità alle quali la Giunta regionale non ha saputo corrispondere con la dovuta e necessaria cura e tempestività, se è vero come è vero, che il signor Dell’Orso si è fondamentalmente sentito solo, abbandonato ed inascoltato da quelle istituzioni (Regione e Commissari della ricostruzione) che, invece, perseverano nell’atteggiamento di chi cerca di riempire il vuoto normativo e le umane distanze con le chiacchiere”.

da Sandro Zaffiri

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.