Ostra Vetere: Dall’uno all’altro mare, tanto per far capire anche a chi non vuole PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Luglio 2021 23:47

Ostra Vetere: Dall’uno all’altro mare, tanto per far capire anche a chi non vuoleNon smettiamo di chiedere, prima o poi saranno costretti a rispondere. Vogliamo sapere chi, come, quando e perchè tanti anni fa, nel 1985, appena insediata l'amministrazione di sinistra antenata dell'attuale, immediatamente ha cancellato il progetto che la precedente amministrazione aveva fatto redigere per costruire una tendopoli e un eliporto contro le calamità naturali, dopo che era riuscita ad ottenere della Protezione Civile guidata dall'onorevole Zamberletti la somma a quell'epoca abbastanza rilevante di 30 milioni. Non se ne è più fatto niente. Nessuna tendopolo è stata attrezzata e l'eliporto è stato costruito a Serra de' Conti. Perchè? Di chi è la responsbailità di aver distratto quei fondi, privando il paese delle necessarie opere di difesa in casa di terremoti? Vogliamo saperlo, perchè il terremoto ha colpito più volte il paese, tanto che ancora non sono stati riparati i danni dell'ultimo. Eppure il terremoto si fa sentire spesso. Anche oggi. Noi cerchiamo di rimanere aggiornati seguendo quotidianamente le comunicazioni ufficiali dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Che anc oggi informa come poco fa, alle ore 21:47 un sisma di magnitudo 2.4 è stato registrato a Camerino (MC) con ipocentro a 13 km di profondità. Prima, alle ore 15.07 sempre di oggi un altro terremoto ben più forte di magnitudo 3.5 è stato registrato al largo del Mar Tirreno Centrale con ipocentro profondo 400 km. Alle ore 15.02 un'altra scossa di magnitudo 2.1 aveva interessato Norcia (PG) con ipocentro a 10 km di profondità. Mentre alle ore 7.44 un altro sisma di magnitudo 2.6 è stato registrato al largo del Mar Tirreno Meridionale con ipocentro profondo 307 km. Ancora prima, alle ore 01:47 di questa notte, una scossa di magnitudo 2.0 era stata registrata a Collelongo (AQ) con ipocentro a 7 km di profondità. Dopo il forte terremoto dell'altro ieri a Ravenna  sul mare Adriatico, quello di oggi ha interessato il mare Tirreno. Dall’uno all’altro mare, tanto per far capire anche a chi non vuole.

da montenovonostro

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.