Ostra Vetere: Chissà se l’hanno sentita? PDF Stampa E-mail
Domenica 11 Luglio 2021 23:49

Ostra Vetere: Chissà se l’hanno sentita?Quando si dice disattenzione. Chissà se l'hanno sentita? Ammesso che stessero dormendo, come capita spesso, mica tutti dormono sempre. C'è anche chi non dorme e prende nota. Lo fanno i giornali, certo, ma soprattutto lo fa il comunicato quotidiano dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che è sempre sveglio e i terremoti li sente tutti, da quelli più piccoli a quelli più grandi, fino ai terribili e devastanti. Che Dio ce ne scampi e liberi. E poichè noi non dormiamo, anche se i terremoti non dovessimo sentirli ci premuriamo di andare a leggere giornalmente sia i comunicati ufficiali che i giornali. Come dovrebbero fare anche loro. Che però dormono beati. Allora adesso glielo diciamo cosa scrive oggi l'INGV e anche i giornali: un forte terremoto è stato registrato a metà giornata nel mare Adriatico proprio di fronte a Ravenna con una intensità non proprio modesta, anzi: quasi 4,2 di magnitudo. L'hanno sentito addirittura anche in Istria, dall'altra parte del mare. E non è stato il solo, perchè alle 17:06 una altro sisma di magnitudo 2.2 è stato registrato anche nell'altro mare, nel mar Tirreno Meridionale con ipocentro a 130 km di profondità. E prima, alle ore 12.56 di oggi, la scossa di magnitudo oltre 4.1 al largo del Mar Adriatico Settentrionale con ipocentro profondo 31 km: il sisma è stato avvertito distintamente soprattutto in Emilia-Romagna e nelle Marche. Ahò! Si è sentito bene anche da noi, eh! Solo loro non l'hanno sentito. Non furnziona con loro nemmeno il campanello d'allarme tanto intenso e nemmeno troppo lontano da qui. Da qui dove ancora rimangono i segni del precedente terremoto, tanto che è ancora chiusa la chiesa monumentale di Santa Maria Annunziata di Piazza. E nonostante questo non si decidono ancora a farci sapere che fine ha fatto il finanziamento di 30 milioni di lire ottenuto dal Comune nel lontano 1983, che aveva originato il complesso progetto per la tendopoli e l'area dell'eliporto per l'eliambulanza a servizio del paese in caso di terremoto. Appena insediata l'amministrazione di sinistra ha annullato tutto, di tendopoli e di eliporto non si è più parlato, anzi, l'eliporto è stato realizzato a Serra de' Conti e nessun presidio strutturale di protezione civile efficace è stato più realizzato a Ostra Vetere. Suvvia, decidetevi, fateci sapere perchè avete sfasciato tutto, allora.

da montenovonostro

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.