Fondazione_Cassa_Di_Risparmio_Di_Jesi.jpg

Login

Chi è online

 150 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Comunità montenovonostro Ostra Vetere: E’ ora di dire chiaro e tondo anche noi che “non vi vogliamo più”
Ostra Vetere: E’ ora di dire chiaro e tondo anche noi che “non vi vogliamo più” PDF Stampa E-mail
Martedì 15 Agosto 2017 21:47

Ostra Vetere E’ ora di dire chiaro e tondo anche noi che non vi vogliamo più”Oddiomàmma c’è da tremare. No, non da noi, ma in Turchia. Proprio più di una volta negli ultimi venti giorni avevamo dato notizia dei forti terremoti che avevamo colpito le coste turche di Bodrum nell’Egeo fino in Grecia. Li ricordiamo: Venerdì 21 Luglio 2017 “Ostra Vetere: Ma vi decidete o no?” (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/39134-ostra-vetere-ma-vi-decidete-o-no-) e poi Martedì 08 Agosto “Ostra Vetere: Sai quanto gli importa della Domus Vigilarum” (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/39404-ostra-vetere-sai-quanto-gli-importa-della-domus-vigilarum), appena una settimana fa. Con il primo, tra le altre cose, riferivamo che “c’è stato un terremoto e morti nelle isole greche, dove turisti italiani sono bloccati nell’isola di Kos. L'aeroporto è inagibile. Due turisti, un turco e uno svedese, sono morti, e almeno 200 persone sono rimaste ferite in Grecia, nel terremoto di magnitudo 6,7 che ha colpito l'isola greca di Kos. Dopo la scossa si è verificato anche un piccolo tsunami nell'area di Bodrum, dove le acque sono giunte fino a un centinaio di metri all'interno della costa, senza tuttavia provocare gravi danni. Continuano le scosse di assestamento”. Con il secondo riferivamo che “Oggi una forte scossa di terremoto ha colpito la Turchia alle 10.42 ora locale dell’8 agosto, le 9,42 in Italia. La scossa è stata registrata sia dalla rete sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, INGV, che dal sistema di allerta americano USGS. La scossa ha avuto ipocentro a 10 chilometri di profondità ed epicentro a 14 chilometri della costa sudest della città turca di Bodrum”. Oggi dobbiamo riferire una terza notizia sempre nella stessa area: “Ancora scosse di terremoto vicino Bodrum, in Turchia. Alle 5:43 di lunedì ora locale (le 4:43 in Italia) ne è stata registrata una di magnitudo 4.7. Secondo i rilevamenti dell’agenzia geologica statunitense USGS, il sisma ha avuto ipocentro a circa 29 km di profondità ed epicentro 4 km a est-nordest di Karaova. Dal violento sisma di magnitudo 6.7 tra Grecia e Turchia del 20 luglio scorso, la zona continua ad essere interessata da decine di forti scosse”. Non ci vuole molto a collegare i fatti. La costa turca subisce uno sciame sismico di forte intensità che ha già provocato danni e morti. Evidentemente la terra non si dà pace, nè lì né in Italia Centrale, dove fra pochi giorni, il 24 agosto prossimo, si ricorderà il primo anniversario della prima forte scossa di terremoto. Con un particolare in più: i sindaci dei Comuni colpiti non vogliono la partecipazione di rappresentanti del governo alle cerimonie previste. E’ una forma di protesta per l’inefficienza irresponsabile dei governanti che a ben 12 mesi di distanza non riescono ancora né a portare via le macerie, né a far affluire nell’area colpita un numero sufficiente di casette per i terremotati, nonostante le tronfie promesse di un anno fa. E che cosa dovremmo dire noi delle altrettanto tronfie promesse di questa amministrazione comunale che purtroppo abbiamo e che in campagna elettorale garantiva che avrebbe “reso il conto” ai cittadini, ma non rende proprio niente alle nostre richieste. Tantomeno si decide a pubblicare quel fantasticato “piano ben preciso per le emergenze” che non c’è verso di farglielo pubblicare sul sito ufficiale del Comune, nonostante noi lo richiediamo a ripetizione. Ma come? Non era così tanto “ben preciso” quel piano? Eccom’è allora che non lo pubblicano? Se ne vergognano? Capirai, riporta ancora che addirittura esisterebbe a Ostra Vetere l’Ospedale con medici, infermieri, inservienti, attrezzature, letti e tutto il necessario per dare assistenza “ben precisa” in caso di “emergenza” grave. Ma qui emerge solo una cosa: come i governanti del Partito di sinistra, sempre più percepito come "Deformatico", a Roma hanno talmente deluso i paesani terremotati, anche a Montenovo gli amministratori sostenuti dal Partito cosiddetto "Deformatico" hanno talmente deluso i compaesani che, dopo aver pubblicato una nuova immagine dei danni del terremoto di Senigallia del 1930 con le barre in acciaio di stabilizzazione dei Landroni, è ora di dire chiaro e tondo anche noi che “non vi vogliamo più”.

 

da montenovonostro

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.