Regione_Marche.jpg

Login

Chi è online

 82 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Comunità montenovonostro Ostra Vetere: Da noi tutto tace, imprevidentemente
Ostra Vetere: Da noi tutto tace, imprevidentemente PDF Stampa E-mail
Martedì 21 Marzo 2017 23:12

Ostra Vetere Da noi tutto tace imprevidentementeLettera morta. Insistiamo. Una comunità guidata da imprevidenti è destinata, prima o poi, a battere la bocca. Sarà anche il caso nostro? Speriamo vivamente di no. Ma chi vive sperando muore … eccetera. Non vorremmo fare quella fine e insistiamo. Nonostante le roboanti affermazioni magniloquenti della sinistra maggioranza che purtroppo ci amministra e che annuncia strombazzando come a Montenovo ci sarebbe un “piano ben preciso per le emergenze”, di quel piano non c’è traccia ufficiale nemmeno sul sito del Comune. Alla precisa richiesta che abbiamo rivolto al sindaco, dopo più di due mesi (badate bene, mesi, mica settimane o giorni, come sarebbe stato necessario) ci ha fatto avere un malloppo indigeribile, vecchio e stantìo, che sarebbe il piano per le emergenze vigente. Risale al 1992, racconta cose che non ci sono più e altre che non ci dovrebbero proprio più essere. Però sarebbe “ben preciso”, secondo la sinistra maggioranza auto celebrativa e inconcludente. Noi, da quelle documentazioni, abbiamo appreso una sola cosa ben precisa: 35 anni fa una previdente amministrazione di centro aveva ottenuto un finanziamento a fondo perduto di 30 milioni di lire dal Ministero dell’interno per realizzare una tendopoli con le piazzole attrezzate e alberate per le casette e l’eliporto per i soccorsi. La sinistra amministrazione sfascista che è venuta dopo ha sfasciato tutto e adesso c’è rimasto solo quel “piano ben preciso” di cui abbiamo riferito sopra. Complimenti. Insuperabile esempio di imprevidenza progressista e sfascista. Ma intanto il terremoto continua a farsi sentire preoccupatamente, come andiamo documentando da mesi e anche nei giorni scorsi. Oggi un altro esempio: una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 è stata registrata ieri sera, 20 marzo, a Chamonix (Francia), intorno alle 22. L’epicentro è stato localizzato a 10 chilometri di profondità e a 20 chilometri dalla nota località turistica dell’Alta Savoia, scrive l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Un’altra scossa di magnitudo 2.4 era stata registrata nel pomeriggio. Entrambi i terremoti, che hanno provocato spavento tra residenti e villeggianti ma senza danni, sono stati avvertiti anche in Valle d’Aosta, in particolare nella Valdigne. E mentre il terremoto si sposta in su e in giù per l’Italia e fuori, da noi tutto tace, imprevidentemente.

da montenovonostro

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.