Centro_Cultura_Popolare.jpg

Login

Chi è online

 149 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Comunità montenovonostro Ostra Vetere: A flagello terrae motus, Libera nos Domine
Ostra Vetere: A flagello terrae motus, Libera nos Domine PDF Stampa E-mail
Sabato 29 Ottobre 2016 22:14

Ostra Vetere A flagello terrae motus Libera nos DomineInesorabile. Tremendo. Sgomento. Il terremoto non dà pace. Scosse continue si abbattono sul Centritalia e rimbombano anche oltre i confini nazionali. Che sta succedendo? Pseudo-esperti discettano e pronosticano saccenti. Politici giungono in visita e ripartono prima della scossa successiva. Tutti promettono, ma nessuno ha la bacchetta magica. E la natura fa il suo corso, Ostra Vetere A flagello terrae motus Libera nos Domineincurante delle paure e delle supponenze. Distrugge le certezze e semina panico. L’uomo del Duemila si ritrova piccolo e confuso come Duemila anni fa. Non sa più che dire, dopo aver detto tutto e troppo. Era montato in presunzione, convinto di poter dominare la natura del mondo e dei mondi: è arrivato sulla Luna, è arrivato su Marte, arriverà anche più lontano. Si sentiva un gigante, convinto di dominare tutto e di fare a meno della natura e, addirittura misconosceva Dio. Anche adesso, che il creato pare fare le bizze, la presunzione umana non si rassegna a tornare a pensare in piccolo. Abbiamo letto la prima pagina di un giornale nazionale che titola: “Aspettiamo che Dio si calmi”. Quanta superficiale supponenza in questo titolo e che smisurata dose di presunzione appena condiscendente. Nasconde un terribile peccato di presunzione di onnipotenza. Se fossimo un po’ meno superbi, non dovremmo metterci in quella posizione di sufficiente presunzione, ma umiliarci fino alla modestia che siamo, per chiedere a Dio (altro che attendere che gli passi) di liberarci dal male, magari mettendoci nei panni dei penitenti che un tempo si inginocchiavano per le “rogazioni”, pregando umilmente: “A peste, fame, et bello, Libera nos domine. A flagello terrae motus, Libera nos domine”. Ma poiché “aiutati, che Dio t’aiuta”, non si deve nemmeno cadere nel “peccato di omissione”, pregando sì la “protezione divina”, ma preparando anche la “protezione civile” E noi come siamo messi a Montenovo?

da montenovonostro

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.