BCC_Ostra_Vetere.jpg

Login

Chi è online

 169 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Comunità giustiziagiusta Reggio Calabria: Arrestato consigliere regionale UDC Nicola Paris per associazione mafiosa
Reggio Calabria: Arrestato consigliere regionale UDC Nicola Paris per associazione mafiosa PDF Stampa E-mail
Lunedì 02 Agosto 2021 17:56

Reggio Calabria: Arrestato consigliere regionale UDC Nicola Paris per associazione mafiosaNdrangheta, infiltrazioni in appalti sanitari: arrestato anche un consigliere regionale della Calabria, Nicola Paris, eletto con l'UDC ma poi passato nel gruppo misto. E' tra gli arrestati dalla Guardia di Finanza, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria. 17 le misure cautelari disposte dal Giudice per le indagini preliminari, su richiesta della Procura reggina, ed eseguite anche nelle province di Milano, Verona, Livorno e Roma. Tra i reati contestati, legati ad attività in strutture sanitarie, quelli di stampo mafioso, associazione per delinquere aggravata dall'agevolazione mafiosa finalizzata alla turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, corruzione, frode nelle pubbliche forniture, estorsione, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. Le indagini avrebbero accertato che i servizi di pulizia e sanificazione delle strutture amministrative e sanitarie dell'Azienda sanitaria provinciale sarebbero stati affidati a società i cui membri sono legati a consorterie criminali operanti nel territorio della provincia di Reggio Calabria, tra questi nei Comuni di Locri e Melito Porto Salvo. E' stato effettuato anche un sequestro preventivo d'urgenza del patrimonio aziendale di 5 società, per un valore stimato di oltre 12 milioni di euro. Nell'operazione sono stati evidenziati episodi di corruttela che hanno coinvolto anche il direttore della struttura economico finanziarie dell'ASP di Reggio Calabria, Giuseppe Corea, al quale sono state accertate indebite dazioni di denaro e altre utilità da parte di alcuni imprenditori sotto inchiesta, attraverso l'intermediazione del consigliere regionale Nicola Paris, la cui campagna elettorale sarebbe stata sostenuta da alcuni degli indagati.

da giustiziagiusta

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.