Comune_di_Ostra_Vetere.jpg

Login

Chi è online

 166 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Centro Cultura Popolare Santo del Giorno Santo del giorno 10 agosto: Sant'Erico (Erik) IV re di Danimarca martire
Santo del giorno 10 agosto: Sant'Erico (Erik) IV re di Danimarca martire PDF Stampa E-mail
Martedì 10 Agosto 2021 00:00

Santo del giorno 10 agosto: Sant'Erico (Erik) IV re di Danimarca martireErico, primo figlio di Valdemar Sejr e di Berengaria, nacque nel 1216 e visse in uno dei più tormentati periodi che la Danimarca abbia attraversato. Era stato nominato duca della regione di Sonderjylland nel 1218 ed era stato incoronato re nel 1232, ma cominciò a regnare nel 1241. Uno dei suoi fratelli, Abele, rifiutò di riconoscerlo re e ne nacque una guerra intestina fra i numerosi fratelli durante la quale la più gran parte del Sonderjylland fu devastata. Nel 1249 progettò una crociata in Estonia e per sostenere le spese mise un'imposta su ogni aratro, provocando una sommossa nella Scania, la parte meridionale dell'attuale Svezia, che allora apparteneva alla Danimarca. Da questa imposta gli derivò il sopranno­me di Plovpennings, con il quale è passato alla sto­ria (da plov = aratro e penning — moneta, da­naro). La crociata fu rimandata, ma l'anno dopo Erico entrò improvvisamente nel paese di Abele e co­strinse il fratello a sottomettersi. Poco dopo, du­rante una discussione, Abele fece prendere il fra­tello a tradimento e lo consegnò a uno dei suoi nemici mortali, che, fattolo decapitare, ne buttò il cadavere in mare (10 agosto 1250). Quando, il gior­no dopo, il cadavere fu trovato da alcuni pescatori, fu sepolto dai «frati neri» (così si chiamavano allora nel Nord i Domenicani) nella loro chiesa. Nel 1257 fu trasportato nella chiesa di Ringsted, dove sono sepolti molti re danesi. La impressio­nante morte di Erico e la sorte che, come un castigo di Dio, era toccata ai suoi assassini (tutti moriro­no di morte violenta), fecero sì che il popolo dane­se lo considerasse come un martire e molte con­fraternite sorgessero in suo onore e col suo nome. La sorte tragica del re Erico offrì materia al grande poeta danese Ohlenschlager (1779-1850) per un dramma, Enrico ed Abele, scritto nel 1820. La sua festa si celebra il 10 agosto.

estratto da: http://www.santiebeati.it

da Centro Cultura Popolare