Regione_Marche.jpg

Login

Chi è online

 124 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Centro Cultura Popolare Miscelanea Veritas Oggi 12 luglio ... accadde. Pillole di storia montenovese
Oggi 12 luglio ... accadde. Pillole di storia montenovese PDF Stampa E-mail
Domenica 12 Luglio 2009 13:59
Antica fotografia del campanile di San Francesco nel 1895Dal diario manoscritto "Miscelanea Veritas" (1815-1840) del concittadino Francesco Procaccini ricaviamo le seguenti notizie dei fatti occorsi quasi due secoli fa a Montenovo, era il martedì 12 luglio 1826: "Questa mattina è stata fatta la p.ma così d.a Processione alla visita delle solite 4: Basiliche per gli Ostinati, come infatti vi erano tutti Mascalzoni, Villani, e Donnicinole, quasi tutti Scamigiati; questi parimenti devono visitare trè vuolte per soddisfare al solito obligo. --- Dopo si lungo Letigio frà q.ti Innocenzj, e trà i sociati uniti con li Sabbatini sulla Causa della Strada che conduce al Molino Mazzoleni quale per vim fece chiudere gl'Innocenzj, finalm.e dal Tribunale di Roma nè escito il solenne Decreto di Sentenza, che sul momento si riapra la Strada a Carico dell' litigante Innocenzj, come infatti questa Mattina stessa le controparti litiganti hanno mandato da circa venti Operaj, quali tutt'ora lavorano, ma il tempo piovoso l'impedisce, alla testa di d.i Operaj vi è il nostro pubblico Cursore Gesualdo Petrolati costituito dal d.o Tribunale; Le Spese intanto che hanno corso, e che tuttavia corrono sono incalcolabili, promettendo in ultimo di Notarla, giacche dicesi l'Innocenzj vogliano riappellarsi ad altro Tribunale in Roma, come si dirà. Parim.ti q.ta mattina si è dato principio a fare l'Armatura al Campanile di S. Francesco per renderlo una volta compito, come al disegno, regolato dal Mastro Giuseppe Migeli di Iesi. I nostri PP. Conventuali ne fecero un Cottimo con il medesimo a costruzione compita per il prezzo di sc. 100: Coppe 24: Astrico e Carri Due Calcina a opera compita del tutto. Vi sono n. ... Muratori". Per chi ha difficoltà a leggere la prosa del primo Ottocento del diario di Procaccini, sciogliamo qualche abbreviazione: "p.ma" sta per prima, "d.a" sta per detta, "q.ti" sta per questi, "per vim" sta per forza, "finalm.e" sta per finalmente, "d.i" sta per detti, "Cursore" sta per messo comunale, "d.o" sta per detto, "Parim.ti" sta per parimenti, "q.ta" sta per questa, "Mastro" sta per capomastro impresario, "PP." sta per padri, "sc." sta per scudi, mentre i punti di sospensione indicano una spazio lasciato bianco da Procaccini, che non conosceva il numero dei muratori impiegati. L'immagine a corredo è stata gentilmente fornita dal collezionista di immagini antiche di Montenovo e Ostra Vetere, Mario Rossetti, che ringraziamo, e compare come foto n. 0046 nel suo volume "Catalogo ragionato dell'Archivio Fotografico" edito dal Centro di Cultura Popolare nel 2007, che riporta questa indicazione "Riproduzione da positivo. Proprietà dell'originale: Parrocchia di Santa Maria di Piazza. Autore: fotografo jesino Pietro Carloni. Data: circa 1895. Descrizione: Cartolina postale verticale in monocromo seppia di parte del primo panorama fotografico di Montenovo riportante la chiesa di San Francesco prima della demolizione avvenuta nel 1916".

Chiara Fiorani

 

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.