Comune_di_Ostra_Vetere.jpg

Login

Chi è online

 213 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Centro Cultura Popolare Fatti nostri a MONTENOVO i fatti nostri del 5 novembre
a MONTENOVO i fatti nostri del 5 novembre PDF Stampa E-mail
Sabato 05 Novembre 2022 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 5 novembre1651 - Girolamo Arcangeli di Montenovo, con suo testamento del 5 novembre 1651, lasciò 500 scudi ordinando l'erezione di una chiesa intitolata al Santissimo Sacramento, che venne costruita cinque anni dopo dalla vedova. La chiesa passò poi in eredità alla Santa Casa di Loreto, che provvide a mantenerla e a farvi celebrane una Messa quotidiana e un officio di Messe nella festa del Corpus Domini e il giorno della "Venuta" il 10 dicembre in ricordo della Traslazione della Santa Casa ed in memoria del defunto Girolamo Arcangeli. Un'altra chiesa rurale, quella di Santa Maria delle Grazie al Lanternone di Montenovo, fatta edificare dallo stesso Girolamo Arcangeli, era poi passata in proprietà della Santa Casa di Loreto, che vi stipendiava un cappellano e vi faceva celebrare Messe festive.  (Alberto Fiorani, La storia e i caratteri della devozione lauretana delle confraternite, testo 041, 1995, p. 25).

1888 - Giunta a Ostra Vetere sei giorni prima per l’apertura della Scuola Femminile e Asilo d’Infanzia, la Vicaria Generale dell’Ordine delle suore, suor Maria Agnese Prefumo si era sentita male il giorno dei Santi, presa da febbre altissima, tanto che al mattino dei Morti il medico aveva diagnosticato una 'bronchite acuta e mortale'. Ma le condizioni dell'inferma s'aggravano sempre più e il 3 novembre suor Maria Agnese aveva chiesto all'abate don Guglielmo Giustini e al vicario don Francesco Saturni i Santi Sacramenti. Il giorno successivo, domenica 4 novembre, chiese anche l'Estrema Unzione. Dopo altri due dolorosi giorni di malattia, trascorsi lucidamente e dando prova di tutta la sua grande fede, suor Maria Agnese si spegne serenamente il 5 novembre 1888. La notizia si sparge rapidamente nel paese e ben presto una gran folla si raccoglie attorno alla salma di quella che già tutti chiamano santa. (p. Rolando Maffoli o.f.m., Renzo Fiorani, Le suore figlie di Maria SS. dell'Orto, un secolo di assistenza a Ostra Vetere, testo 022, 1989, p. 35).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco completo si trova nella pagina http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/pubblicazioni di questo sito internet www.ccpo.it, o le singole pagine citate del sito stesso.

da Centro Cultura Popolare

 

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.