a MONTENOVO i fatti nostri del 29 giugno PDF Stampa E-mail
Martedì 29 Giugno 2021 00:00

a MONTENOVO i fatti nostri del 29 giugno1820 - La sera terminarono le 21 recite al Teatro di Montenovo con felice successo, poichè tutti i cantanti cantarono sempre bene ed essendo stata una compagnia buonissima. L'Impresario Vincenzo Schiaroli di Iesi, tenore, ha guadagnato circa 40 scudi netti, perchè il nostro paese gli ha somministrato cibarie, viaggi, letti a tutti e infine anche tutta l'illuminazione al Teatro, e l'orchestra tutto gratis. Venne eseguito il quarto spartito per le due serate ultime, essendo venuto il celebre Nicola Majoranini di Iesi basso cantante, che riscosse un applauso generale, in particolare dai forestieri dei paesi limitrofi, che quasi ogni sera riempivano il Teatro e per tale effetto dopo avere replicata la sua grand'aria si videro volare dei sonetti allusivi al suo merito. Singolare, affinchè si conosca questo gran cantante che a giorni deve partire per il Brasile in America alla Cappella Reale. (Alberto Fiorani, Teatro e Teatranti a Montenovo, testo 011, Ostra Vetere (AN), Centro Cultura Popolare, 1983, pp. 68-69).

1907 - Le due Commissioni comunali dei mezzadri e dei proprietari agricoli, con la mediazione del sindaco Roberto Casci Ceccacci, trovano l’accordo definitivo sul nuovo “capitolato colonico”. (Raoul Mancinelli, Agostino Peverini, testo 002, 1979, p. 22).

Tutte le notizie sono tratte dalle pubblicazioni a stampa o dalle pagine elettroniche del sito internet del Centro di Cultura Popolare di Ostra Vetere (AN), che sono indicate singolarmente nelle note, e che sono in continuo aggiornamento. Per approfondire le notizie, consultare i volumi originali, il cui elenco completo si trova nella pagina http://www.ccpo.it/centro-cultura-popolare/pubblicazioni di questo sito internet www.ccpo.it, o le singole pagine citate del sito stesso.

da Centro Cultura Popolare