Regione_Marche.jpg

Login

Chi è online

 162 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Centro Cultura Popolare Comunicati Ostra: La storia di Palazzo Gherardi dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti
Ostra: La storia di Palazzo Gherardi dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti PDF Stampa E-mail
Mercoledì 04 Aprile 2018 17:11

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiLa nobile e facoltosa famiglia Gherardi di Montalboddo – Ostra ha dato tanti uomini il­lustri alla Città ed è particolarmente legata al Santuario della Madonna della Rosa di Ostra. Infatti diversi componenti della famiglia hanno amministrato il Santuario per oltre 70 anni; la serie si apre con l’abate Don Ludovico Gherardi, dal 1686 al 1709, segue con l’abate Gianfrancesco (Giovanni Francesco) Gherardi, dal 1727 al 1768; infine con Don Luigi Gherardi, dal 1768 al 1779.  Alla fine del Settecento, la famiglia, probabilmente per incorporazione delle antiche famiglie Martinelli e Benigni, estintesi nei Gherardi, si divise in due filoni quella dei Gherardi-Martinelli e l’altra dei Gherardi-Benigni. Ai Gherardi-Martinelli andarono i palazzi di corso Mazzini (1666) e via A. Gramsci (oggi casa Amori), ai Gherardi-Benigni quello di Piazza dei Martiri e la villa del Ghiretto in campagna. Non avendo ancora trovato riscontro nei vari archivi è possibile avanzare solo alcune ipotesi sui doppi cognomi. I Martinelli vengono annotati tra le nobili famiglie Bodiesi solamente nelle Antichità Picene del Colucci, mentre i Benigni ci portano al governatore della Città Telesforo Benigni, personaggio filo papalino che, nel 1790, fece elevare Montalboddo a Città. Lo stesso Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Contiricompose il monumento di Ostra Antica presso largo del Murello. Un matrimonio di una sua figlia con i Gherardi sembrerebbe del tutto automatico e scontato, ma solo ulteriori ricerche d’archivio potranno chiarire definitivamente tale supposizione.

.

.

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti

 

 

 

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiAurora rapisce Cefo. Dipinto di Luigi Conti, 1809.

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiStorie di Amore e Psiche. Dipinti di Luigi Conti, 1809.

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La prudenza che frena la Lussuria. Dipinti di Luigi Conti, 1809.

.

 

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiArmida s'innamora di Rinaldo addormentato. Dipinto di Luigi Conti, 1809.

 

 

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi Conti

 

 

Stemma conservato all’interno del Palazzo Gherardi.
In una composizione araldica con più famiglie,
con colori alterati da improvvisati restauri.
Nella partizione sinistra (due bande rosse in campo argento), nella destra in alto di Camilla Marini moglie di Filippo Gherardi senior e a destra quello dei Gherardi; al centro quello di

.

Ostra La storia di Palazzo Gherardi e dei suoi dipinti del montenovese Luigi ContiSoffitti ottocenteschi a grottesche.

da Giancarlo Barchiesi

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.