BCC_Ostra_Vetere.jpg

Login

Chi è online

 93 visitatori online

Utenti registrati Online

No
Home Comunità montenovonostro Dal centro del mondo: La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco (9)
Dal centro del mondo: La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco (9) PDF Stampa E-mail
Lunedì 26 Marzo 2018 16:00

Dal centro del mondo La favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco 9)

Dal centro del mondo: la favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco. C’era una volta a Montenovo, il paese più bello del mondo, la Tribuna dei Comizi. C’era, c’era. Era il tempo della Libertà. Di quando tutti potevano parlare liberamente di Libertà in piazza della Libertà a Ostra Vetere. Che nome bello ha la piazza principale del nostro paese! E’ intitolata alla Libertà perché un tempo c’era la Libertà e tutti, ma proprio tutti, potevano parlare liberamente e soprattutto gratuitamente, senza spese, senza tasse. Perché è così: la Libertà non ha prezzo, la Libertà è libera, non può essere costretta, non può essere limitata, non può essere coartata, non deve avere limitazioni, né imposizioni, tantomeno imposte. Per questo in piazza della Libertà veniva installata dal Comune la Tribuna dei Comizi: perché tutti potessero salirci a pronunciare liberamente le proprie idee politiche o amministrative senza pagare nulla. Potevano salirci gli amministratori pubblici: quanti sindaci ci sono saliti per parlare alla popolazione. Quanti altri amministratori l’hanno fatto, e poi anche i cittadini potevano salirci a dire la loro davanti alla popolazione riunita alla domenica in piazza della Libertà. Quanti segretari di Sezione dei partiti politici l’hanno fatto. Quanti parlamentari di tutti i partiti sono venuti a parlare con gli elettori. Tutti ci sono saliti a proclamare le loro idee, senza limiti, liberamente. E anche gratuitamente. Il Comune non aveva mai fatto pagare un centesimo a nessuno, né di tasse, né di tariffe, né di imposte. Perché così vuole la Libertà. Se c’è. E c’era la Libertà e la Tribuna dei Comizi dal dopoguerra fino a metà degli anni ‘80. Era il luogo simbolo della Libertà, la Tribuna dei Comizi, anzi, il Tempio della Libertà. Ma poi, dal 1985, arrivò a malamministrare la sinistra. E da ora tutte le cose belle non ci sono più e non c’è più nemmeno la Tribuna dei Comizi. Dal 1994 la Tribuna dei Comizi non c’è più: sparita, abbandonata, dispersa, chissà. Non c’è più la Tribuna, ma non c’è più nemmeno la Libertà di parola. Non ci sono più le Sezioni dei Partiti con gli iscritti, non ci sono più i Segretari delle Sezioni politiche, non ci sono più nemmeno i cittadini in piazza della Libertà a sentir parlare di Libertà. Tanto a che serve, se non c’è più né da parlare, né da ascoltare perché non c’è più la Libertà di parlare liberamente e gratuitamente in piazza della Libertà? Niente, non c’è più niente. Tutto finito e adesso è il tempo dei rimpianti. Perché? Perché la sinistra deformatica e sfascista ha sfasciato tutto quello che ha trovato di buono. E’ successo dopo il 1985, più di trent’anni fa, e ha subito incominciato forsennatamente a revocare, a cambiare, a modificare, a sfasciare, anche se prometteva “razionalizzazioni”, “miglioramenti”, “sviluppo” e “cambiamenti”. E infatti ha cambiato tutto. In peggio. Ma con tante parole. Belle. Troppe. E dopo tutte quelle parole inutili e menzognere, i fatti hanno dimostrato tutta un’altra cosa: con tante chiacchiere e bugie, la Tribuna dei Comizi non c’è più. E non c’è più nemmeno la Libertà di parlare liberamente e gratuitamente, perché l’amministrazione che purtroppo abbiamo (speriamo ancora solo per poco) impedisce di parlare gratuitamente di Libertà in piazza della Libertà. Ha messo tasse e tariffe, se qualcuno si azzarda a voler parlare liberamente di Libertà in piazza della Libertà. Pretende di far pagare la tassa per l’occupazione di suolo pubblico se volessimo parlate in piazza. A noi. Ma nessuno ha mai pagato niente per andare in piazza a parlare fra amici. Eppure a noi ci fa pagare la tassa se ci azzardiamo a parlare. E non basta. Per usare un palco (un misero palchetto inadatto a sostituire la Tribuna dei Comizi che hanno distrutto, disperso, abbandonato, chissà) con il microfono e l’altoparlante adesso pretendono di farci pagare ben 604,00 euro. Ecco la cronistoria della vicenda: [(http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35234-ostra-vetere-terremo-un-pubblico-comizio-in-piazza-per-spiegare-le-ragioni-dei-no-ai-referendum) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35276-ostra-vetere-per-domenica-prossima-vi-aspettiamo) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35309-ostra-vetere-chiediamo-di-tenere-un-altro-comizio-in-piazza) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35324-ostra-vetere-comizio-in-piazza-delle-liberta-domenica-13-novembre) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35339-ostra-vetere-che-ore-e-giovedi) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35367-ostra-vetere-confermata-dopo-i-fuochi-la-concessione-per-il-comizio-gia-trascorso) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35383-ostra-vetere-e-se-tanto-mi-da-tanto-allora-) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35384-ostra-vetere-dovra-dotarsi-della-relativa-autorizzazione-comunale) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35426-ostra-vetere-arieccoli-con-la-tassa-jizya) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35427-ostra-vetere-60400-euro-per-parlare-di-liberta-in-piazza-della-liberta) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35428-ostra-vetere-costituzionalmente-garantito-dubitativamente-in-questo-caso) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35429-ostra-vetere-non-vogliamo-piu-sorprese-contro-le-liberta-costituzionali) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35444-ostra-vetere-denuncia-lesione-diritti-costituzionali) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35474-ostra-vetere-solve-et-repete) - (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/35473-ostra-vetere-e-stavolta-e-solo-mosca-fastidiosa-e-insopportabile)]. Capito? Per parlare di Libertà in piazza della Libertà a noi impongono tasse e tariffe per 604,00 e siccome un po’ li abbiamo pagati, adesso fanno di peggio. Nemmeno ci autorizzano più a parlare liberamente di Libertà in piazza della Libertà. Così la smettiamo di voler parlare. Questo è il loro regime. Questa è la loro libertà, questo è il loro rispetto dei diritti di chi non la pensa come loro. E così ci tartassano. Dobbiamo stare zitti. Non possiamo parlare. Non dobbiamo dire più niente. Silenzio. Parla solo il regime. Perché? Ma perché la sinistra deformatica e sfascista fa così: promette fantasmagoriche mirabilie, ma combina un disastro dietro l’altro e lascia solo ruderi, perchè non sa amministrare, né ha rispetto per le idee altrui e tantomeno per i diritti costituzionalmente garantiti a tutti, meno che a noi. Un’altra prova che Montenovo aveva tutto e la sinistra deformatica e sfascista non ha lasciato più niente. Chi è il responsabile di simile disastro politico, istituzionale, amministrativo, civile e sociale? Su, ce lo dica il sindaco: chi ha fatto tutto questo disastro in trent'anni, eh? “C’era una volta Montenovo, il paese più bello del mondo, e c’era anche la Tribuna dei Comizi. C’era, al tempo della Libertà. C’era, c’era … ma poi … è arrivato l’Omonèro e s’è mangiato il mondo intero”. E così è finita la favola triste di Montenovo abbandonato nel bosco (9).

 

da montenovonostro

 

Per aggiungere un commento devi registrarti.

Ultimi commenti

  • Ostra Vetere: Circolano strane voci clamorose sul futuro del Comune

    montenovonostro 05.05.2013 12:48
    Cosa sta succedendo in paese? montenovonostro
     
  • Marche: Ma quanto incassa un burocrate in regione?

    scelpo 05.09.2012 15:55
    Per essere di sinistra guadagna più di trenta pensionati sociali messi insieme. Complimenti che ...
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    capra 02.09.2012 21:26
    Ma del Contidino, no?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    ApiK 01.09.2012 21:30
    Di chi è la colpa se il bove è fuggito?
     
  • Marche: L’Assemblea legislativa aveva approvato misure di contenimento della spesa

    scelpo 31.08.2012 18:13
    Ma non serve chiudere la stalla quando il bove è fuggito.